Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 36 del 10 aprile 2015


Materia: Ambiente e beni ambientali

Decreto DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE COORDINAMENTO ATTIVITA' OPERATIVE n. 42 del 01 aprile 2015

Concessione di un contributo per la rottamazione di veicoli inquinanti e sostituzione con veicoli a basso impatto ambientale di nuova immatricolazione. Dgr n. 147/Cr del 14.10.2014. Decreto n. 124 del 31.12.2014 "Approvazione elenchi ed impegno di spesa". Proroga dei termini.

Note per la trasparenza

L'atto è finalizzato a prorogare i termini previsti dal bando che concede contributi a favore di soggetti residenti nel Veneto, per la rottamazione di veicoli inquinanti e la sostituzione con veicoli a basso impatto ambientale di nuova immatricolazione e relativa rendicontazione, finanziato con i fondi per l'intervento di tutela ambientale finalizzati alla riduzione dell'inquinamento.

Il Direttore

PREMESSO     che:

  • con deliberazione n. 1754   del 29    settembre 2014 e successiva deliberazione di integrazione n. 2063 del 3 novembre 2014 la Giunta regionale ha approvato il bando  per la “concessione di un contributo per la rottamazione di veicoli inquinanti e sostituzione con  veicoli a basso impatto ambientale di nuova immatricolazione”;
  • il bando ha  previsto:
  • La rottamazione di veicoli appartenenti alla categoria “M1” ovvero “veicoli a motore progettati e costruiti per il trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente” appartenenti alla classi emissive Euro 0 se alimentati a benzina, ed Euro 0 – 1 – 2 – 3  se alimentati a diesel.
  • l’acquisto di veicoli di nuova immatricolazioni appartenenti alla sopraindicata categoria “M1” con alimentazione:
  • bifuel (benzina/GPL o benzina/metano) con cilindrata non superiore a 2.000 cc;
  • ibrida (benzina/elettrica) con cilindrata non superiore a 2.000 cc;
  • ibrida (gasolio/elettrica) con cilindrata non superiore a 2.000 cc;
  • veicoli elettrici;
  • a benzina con cilindrata non superiore a 1.600 cc e appartenente alla classe emissiva Euro 5 o superiore;
  • a gasolio con cilindrata non superiore a 2.000 cc e appartenente alla classe emissiva Euro 6.
  • con il suindicati provvedimenti n. 1754 e n. 2063 è stato stabilito il contributo pari al 1.000,00 € per la rottamazione di veicoli inquinanti e il contestuale acquisto di un veicolo nuovo a  basso impatto ambientale.

VISTO il decreto n. 124 del 31.12.2014 del dirigente della Sezione Coordinamento Attività Operative, perfezionato, conformemente a quanto disposto dall’art. 43 della L.R. 39 del 29.11.2011 nel mese di marzo con il quale sono stati approvati gli elenchi delle istanze:

  • allegato A accluso allo stesso “ammesse con riserva” n. 320;
  • allegato B accluso allo stesso “non ammissibili a contributo” n. 39

e contestualmente   è stata impegnata a favore dei soggetti istanti di cui all’allegato A  la somma di € 320.000,00, avente natura di debito non commerciale, sul capitolo n. 102109 denominato  “Interventi di tutela ambientale  finalizzati alla riduzione dell’inquinamento (art. 43 L.R. 05.04.2013 n. 3)” del bilancio annuale di previsione dell’esercizio finanziario 2014.

DATO ATTO  che a seguito del prolungarsi dell’espletamento delle procedure connesse alla verifica della regolarità contabile, successive alla sottoscrizione del citato decreto n. 129/14, la prevista  pubblicazione dello stesso sul BURV e sul sito internet della regione è avvenuta in tempi diversi da quelli indicati dal bando.

DATO ATTO  pertanto che i termini: “31 marzo 2015” di cui al “punto 3.3” e “4.1” del bando rispettivamente per la rottamazione del vecchio veicolo e l’acquisto del nuovo mezzo (da effettuarsi comunque successivamente alla pubblicazione del bando), nonché “30 aprile 2015” di cui al “punto 9.1” del bando per la presentazione della  documentazione afferente alla rendicontazione della spesa sostenuta risultano inadeguati per consentire ai soggetti in graduatoria di ottemperare a quanto stabilito dal bando stesso per accedere al contributo, si  ritiene opportuno prorogare detti termini al 31 luglio 2015.

RITENUTO     quindi, di concedere ai soggetti in graduatoria, per il buon esito dell’iniziativa, un tempo congruo per gli adempimenti sopradescritti, con il presente atto si provvede alla proroga dei termini fissati dal bando di cui  ai punti 3.3 – 4.1 e 9.1 al 31 luglio 2015 quale termine ultimo per la presentazione della documentazione obbligatoria prevista. 

VISTA  la DGR n. 1754 del 29.09.2014;

VISTA  la DGR n. 2063 del 03.11.2014;

VISTO  il Decreto n. 124 del 31.12.2014 del dirigente della Sezione Coordinamento Attività Operative;

VISTA   la L.R. 54 del 31.12.2012 e il successivo Regolamento Regionale n. 4 del 03.12.2013 adottato con deliberazione di giunta regionale n. 2139 del 25.11.2013 inerenti le funzioni del dirigente di Sezione.

decreta

  1. di prorogare al 31 luglio 2015 il termine ultimo per la rottamazione del vecchio veicolo, l’acquisto del nuovo e la presentazione della corrispondente documentazione secondo le modalità già previste dal bando;
  2. di dare atto che, avverso il presente provvedimento, è ammesso ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) oppure in via alternativa al Presidente della Repubblica, nei termini e nelle modalità previste dal D.lgs. 104/10;
  3. di pubblicare il presente atto sul sito internet www.regione.veneto.it;
  4. di pubblicare integralmente il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Luigi Masia

Torna indietro