Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 145 del 29 settembre 2020


Materia: Programmi e progetti (comunitari, nazionali e regionali)

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1402 del 16 settembre 2020

Programma di Cooperazione Transfrontaliera Interreg V-A Italia-Croazia. Progetto "MARLESS - MARine Litter cross-border awarenESS and innovation actions". Approvazione dello schema di Convenzione tra Regione del Veneto e Associazione "Conferenza dei Sindaci del Litorale Veneto", regolante l'attuazione delle azioni di progetto WP4 finalizzate alla sensibilizzazione nei confronti delle problematiche connesse ai rifiuti marini.

Note per la trasparenza

Con il presente Provvedimento, nell’ambito del progetto europeo “MARLESS - MARine Litter cross-boarder awareNESS and innovation actions”, finanziato dal programma Interreg Italia Croazia, si approva lo schema di Convenzione tra la Regione del Veneto, in qualità di partner di progetto n. 11, e l’Associazione “Conferenza dei Sindaci del Litorale Veneto”, in qualità di esperto esterno, per il raggiungimento degli obiettivi di progetto tramite la realizzazione di azioni di coinvolgimento delle autorità locali e dei portatori di interesse nel contesto territoriale della costa veneta, finalizzate alla sensibilizzazione nei confronti delle problematiche connesse ai rifiuti marini.

L'Assessore Roberto Marcato riferisce quanto segue.

La Commissione Europea ha adottato il Programma di Cooperazione Transfrontaliera Interreg V-A Italia-Croazia 2014/2020 con Decisione C (2015) 9342 del 15 dicembre 2015 e successivamente modificato con Decisione C(2017) 3705 del 31 maggio 2017, con Decisione C(2018) 1610 del 12 marzo 2018 e con Decisione C(2019) 277 del 23 gennaio 2019.

Tale Programma dispone di una dotazione finanziaria FESR pari ad € 201.357.220,00, cui si somma una quota di co-finanziamento nazionale prevista del 15%, per l’importo complessivo stimato in € 236.890.849,00.

La Giunta Regionale, con Deliberazione n. 256 del 8 marzo 2016, ha preso atto dell’adozione del Programma da parte della Commissione Europea che, nell’ambito territoriale del Veneto, riguarda l’area geografica che comprende i territori delle province adriatiche di Venezia, Padova e Rovigo.

Con Deliberazione n. 1371 del 23 settembre 2019, la Giunta Regionale, nell’ambito del Programma citato, ha approvato l’avvio dell’apertura del pacchetto di bandi per la selezione di “Progetti Strategici” in data 1 ottobre 2019, fissando la chiusura della procedura al 15 novembre 2019 per l’Asse prioritario 1 “Innovazione Blu”; Asse prioritario 2 “Sicurezza e Resilienza”; Asse prioritario 3 “Ambiente e Patrimonio culturale”; Asse prioritario 4 “Trasporto marittimo”, dando successivamente mandato alle strutture regionali competenti, con Deliberazione n. 1602 del 5 novembre 2019, di procedere agli adempimenti formali necessari alla presentazione delle proposte progettuali di interesse.

Contestualmente, sono state approvate le candidature espresse, nell’ambito del medesimo bando, dalle Strutture regionali/Enti regionali, in qualità di Capofila (Lead Applicant) o partner.

Tra le proposte progettuali di interesse regionale di cui alla DGR 1602/2019, nell’ambito dell’Asse prioritario 3 “Ambiente e Patrimonio culturale”, tema strategico 3.3.1 Rifiuti marini - Azioni e piani condivisi per la gestione integrata e transfrontaliera dei rifiuti costieri e marini in una prospettiva di approccio circolare al ciclo di vita, l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente del Veneto - ARPAV, in qualità di capofila, ha presentato la propria candidatura per il progetto “Marine Litter - Shared actions and plans for integrated and cross-border management of the coastal and marine litter in a life cycle approach perspective”, successivamente identificato con l’acronimo MARLESS.

L’Application Form per il progetto in argomento è stato presentato telematicamente tramite il sistema SIU nei termini previsti, assumendo il numero identificativo 10274537, per essere sottoposto alla fase di valutazione.

In tale contesto, la Regione del Veneto, per il tramite della Direzione Progetti Speciali per Venezia, inclusa inizialmente nel partenariato di progetto in qualità di Partner Associato, è stata identificata quale Project Partner n. 11.

Il Direttore dell’Unità Organizzativa AdG Italia-Croazia, con proprio provvedimento n. 88 del 31 marzo 2020 avente ad oggetto il “Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia–Croazia 2014-2020. Pacchetto di bandi per la selezione di progetti strategici. Elenco proposte rispondenti ai requisiti di ammissibilità formale”, ha preso atto delle decisioni del Comitato di Sorveglianza, a seguito dell'istruttoria svolta dal Segretariato Congiunto del Programma, in merito all'ammissibilità formale delle proposte progettuali di tipo "Strategico" presentate nell'ambito del pacchetto di bandi del Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia-Croazia 2014-2020, a seguito delle quali è stato pubblicato l'elenco delle proposte progettuali risultate rispondenti ai requisiti di ammissibilità formale, tra cui il progetto MARLESS.

Successivamente al Decreto n. 97 del 29 aprile 2020 del Direttore dell’Unità Organizzativa AdG Italia-Croazia di presa d’atto delle decisioni assunte dal Comitato di Sorveglianza relativamente alla selezione delle proposte progettuali di tipo “Strategico” nell’ambito del Programma, è stato comunicato al Lead Partner del progetto “MARLESS” (ARPAV), con nota prot. n. 174588 del 30/04/2020, l’approvazione dello stesso, con condizioni, da parte del Comitato di Sorveglianza, demandando a successive comunicazioni da parte del Segretariato Congiunto in merito ai dettagli delle condizioni poste.

L’Application Form del progetto “MARLESS”, come rivisto per accettazione delle condizioni, è stato dunque presentato dal Lead Partner tramite il sistema SIU in data 25/06/2020, assumendo il numero di protocollo 251303.

Con Deliberazione n. 884 del 07 luglio 2020, la Giunta Regionale ha preso atto delle graduatorie definitive relative ai progetti ammessi a contributo attinenti agli assi prioritari 1, 2, 3 e 4 del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Interreg V-A Italia-Croazia 2014/2020, tra i quali il progetto MARLESS, beneficiario di un finanziamento complessivo di € 4.244.726,00 (di cui € 3.608.017,10 a valere sui fondi FESR).

In tale contesto, la Regione del Veneto, per il tramite della Direzione regionale Progetti Speciali per Venezia, in qualità di Project Partner n. 11, risulta beneficiaria di un finanziamento complessivo di € 269.860,00 di cui € 229.381,00 finanziato dal Programma e € 40.479,00 di co-finanziamento nazionale tramite Fondo di Rotazione ex Delibera CIPE n. 10/2015.

Il Progetto MARLESS ha come principale finalità il contrasto al problema dei rifiuti marini nel Mare Adriatico, al fine di ottenere risultati concreti e misurabili nella riduzione delle plastiche che, ad esempio, arrivano dall’entroterra attraverso i corsi d’acqua o di quelle che vengono prodotte nell’ambito del settore turistico e dell’acquacoltura.

Il progetto si propone di sviluppare n. 6 pacchetti di azioni (WP), affrontando le cause dirette ed indirette della produzione del rifiuto marino.

La Regione del Veneto – Direzione Progetti Speciali per Venezia è responsabile di alcune azioni progettuali, tra cui quelle ricadenti nell’ambito del pacchetto WP4, relativo alle attività di sensibilizzazione e di “governance”,  comprendenti la sensibilizzazione del settore turistico attraverso il coinvolgimento attivo dei gestori delle concessioni balneari (attività del punto 4.2), nonché la definizione e sottoscrizione di uno specifico “Contratto di costa” quale strumento di gestione a livello locale (attività del punto 4.3).

In tale contesto, al fine di dare corso efficacemente a tali azioni progettuali, si propone di avviare una collaborazione con l’Associazione “Conferenza dei Sindaci del Litorale Veneto” che persegue, tra le sue finalità, la promozione e realizzazione di opere pubbliche o di interesse pubblico, nonché il supporto alle attività imprenditoriali e agli insediamenti produttivi che promuovono il turismo, la sicurezza e la promozione culturale.

Tali finalità sono state riconosciute dall’art. 85 della Legge Regionale n. 30/2016.

L’Associazione “Conferenza dei Sindaci del Litorale Veneto” è stata costituita con atto rep. n. 802 del 9 febbraio 2018 del Segretario Generale del Comune di Chioggia, autorizzata per legge a rogare gli atti e i contratti di cui l'Ente è parte, ai sensi dell'art. 97 del D. Lgs. 267/2000, avente sede legale in San Michele al Tagliamento (VE), con contestuale approvazione dello Statuto.

Detta Associazione ha inoltre ottenuto, con Decreto del Direttore regionale della Direzione Enti Locali e Servizi Elettorali n. 110 del 31 luglio 2018, il riconoscimento della personalità giuridica di diritto privato ai sensi degli artt. 1 e 7 del D.P.R. n. 361/2000 e dell'art. 14 del D.P.R. n. 616/1977.

Tenuto conto che il Programma consente ai Partner di progetto di avvalersi di esperti e servizi esterni all’organizzazione del beneficiario, e riscontrate la natura associativa senza scopo di lucro e le finalità statutarie dell’Associazione “Conferenza dei Sindaci del Litorale Veneto”, la stessa è stata identificata quale miglior partner istituzionale della Regione del Veneto per la realizzazione di alcune azioni del pacchetto WP4 nell’ambito del progetto MARLESS.

La Regione del Veneto ha dunque avviato un percorso con l’Associazione “Conferenza dei Sindaci del Litorale Veneto” finalizzato alla definizione di un accordo di collaborazione per l’attuazione di alcune attività previste nel pacchetto di azioni WP4, relativo alle attività di sensibilizzazione e di governance, al fine di assicurare un evidente valore aggiunto al progetto e contribuire al raggiungimento degli obiettivi previsti.

Tale percorso si è concretizzato in una Lettera di Intenti tra istituzioni pubbliche sottoscritta dalla Regione del Veneto, in qualità di Project Partner n. 11, e l'Associazione, rispettivamente in data 25/11/2019 e 22/11/2019, finalizzata alla realizzazione delle attività previste nel progetto MARLESS sulla base di uno specifico accordo regolante i dettagli della collaborazione.

Tale lettera è stata allegata all’Application Form del progetto in argomento.

In tale contesto, si propone l’approvazione di una specifica Convenzione tra Regione del Veneto e Associazione “Conferenza dei Sindaci del Litorale Veneto”, (Allegato A) regolante l’attuazione delle azioni di progetto WP4, finalizzate al coinvolgimento delle comunità e delle autorità locali, delle istituzioni scientifiche e educative, del settore turistico, della pesca e della maricoltura nelle attività di sensibilizzazione nei confronti delle problematiche connesse ai rifiuti marini.

Detta convenzione disciplina i rapporti  tra i due soggetti sottoscrittori, nello specifico, per quanto riguarda le attività previste dal pacchetto di azioni WP4.2, indirizzate alla sensibilizzazione del settore turistico attraverso il coinvolgimento attivo dei gestori delle concessioni balneari nella valutazione, finalizzata anche alla gestione, del rifiuto spiaggiato, nonché tramite l’applicazione di misure di conservazione proposte sulla base dell’analisi dei risultati di monitoraggio della dispersione dei rifiuti marini in mare, oggetto del pacchetto di azioni WP3.

Si consideri infatti che l’attività di pulizia quotidiana a cui sono sottoposte le spiagge in concessione consente di raccogliere una considerevole quantità di dati ed informazioni attinenti sia alla quantità sia alla composizione del rifiuto stesso.

In tale contesto, l’Associazione, nello specifico, si occuperà di individuare un minimo di due soggetti titolari di concessioni balneari, nell’ambito del territorio di competenza, da coinvolgere nelle seguenti attività:

  • attività di formazione finalizzate ad una efficace raccolta di rifiuti spiaggiati, valutando in particolare la quantità e la composizione del rifiuto spiaggiato;
  • supporto per la definizione di un report relativo alle misure che il settore turistico dovrà intraprendere per la conservazione dell’ambiente marino;
  • definizione e realizzazione di un Tool Box digitale finalizzato alla sensibilizzazione del settore turistico nell’area adriatica che fornisca le indicazioni di massima su come sviluppare le “buone pratiche” per il contrasto alla problematica dei rifiuti spiaggiati.

La collaborazione nell’ambito delle attività previste dal pacchetto di azioni WP4.3. ha come fine invece la definizione e successiva sottoscrizione di uno specifico “Contratto di costa”, ovvero un patto territoriale inteso quale strumento di gestione a livello locale per la realizzazione delle politiche europee, nazionali e regionali relative alla protezione dell’ambiente, all’adattamento agli effetti dei cambiamenti climatici e ad una gestione integrata del territorio, unitamente alla valorizzazione e alla promozione dello sviluppo locale. Le azioni previste mirano al rafforzamento della coesione territoriale attraverso la creazione di un tavolo di discussione permanente, interdisciplinare ed intersettoriale, che permetta di pianificare una strategia per la gestione integrata e la valorizzazione delle risorse territoriali esistenti a partire dall’acqua e dalle problematiche connesse all’area costiera.

Il Contratto di Costa propone un approccio partecipato che coinvolga i soggetti interessati al governo costiero, integrando le politiche locali, nazionali e comunitarie dei diversi settori coinvolti, al fine di tutelare da un punto di vista ambientale, fisico e socio-economico le comunità costiere.

L’Associazione, nello specifico, si occuperà di individuare una lista di “stakeholders” da coinvolgere nel processo partecipativo finalizzato alla stesura e sottoscrizione del Contratto di Costa, contribuendo alla gestione del percorso partecipativo a livello locale e fornendo supporto per la creazione di un tavolo di discussione permanente, interdisciplinare ed intersettoriale, composto dai portatori di interesse, in relazione alle tematiche della gestione integrata dell’area costiera.

Si prevede, inoltre, che l’Associazione presenti alla Direzione Progetti Speciali per Venezia il piano delle attività in relazione alle diverse iniziative che saranno realizzate, con l’indicazione dei costi ad ognuna riferiti.

Il piano delle attività sarà approvato e monitorato in fase attuativa dal Direttore della Direzione Progetti Speciali per Venezia, con la possibilità di apportarvi le modifiche e le variazioni che verranno ritenute necessarie per garantire il raggiungimento degli obiettivi previsti dal progetto.

La Convenzione, decorrente dalla data della sottoscrizione, avrà validità fino, e non oltre, al 31/12/2022, termine di scadenza del Progetto MARLESS.

La copertura finanziaria delle attività previste dalla presente Convenzione, pari ad un importo complessivo massimo di € 70.000,00 (IVA ed ogni altro onere compreso), è garantita a valere su quota parte del finanziamento previsto nell’ambito del progetto MARLESS assegnato alla Regione del Veneto in qualità di Partner n. 11, così come riportato nel Decreto del Direttore dell’Unità Organizzativa ADG Italia-Croazia n. 124 del 14/07/2020 che accerta l’entrata e impegna le risorse per il finanziamento del Progetto Strategico in argomento.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato, con i visti rilasciati a corredo del presente atto, l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTO il Regolamento (UE) n. 1299/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013;

VISTO il Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013;

VISTA l’atto di esecuzione della Commissione Europea Decisione C (2015) 9342 del 15 dicembre 2015 che approva il Programma di Cooperazione Transfrontaliera Interreg V A Italia-Croazia 2014/2020;

VISTA la Delibera CIPE n. 10 del 28 gennaio 2015;

VISTA la Deliberazione della Giunta Regionale del Veneto n. 256 dell’8 marzo 2016 “Presa d’atto della adozione del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Interreg V A Italia-Croazia (2014/2020) con Decisione della Commissione Europea C (2015) 9342 del 15.12.2015”;

VISTA la Deliberazione della Giunta Regionale del Veneto n. 1371 del 23 settembre 2019 “Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia–Croazia (2014-2020). Asse prioritario 1 “Innovazione Blu”; Asse prioritario 2 “Sicurezza e Resilienza”; Asse prioritario 3 “Ambiente e Patrimonio culturale”; Asse prioritario 4 “Trasporto marittimo”. Avvio apertura del pacchetto di bandi per la selezione di progetti strategici”;

VISTA la Deliberazione n. 1602 del 5.11.2019 “Programma di Cooperazione Transfrontaliera Interreg V A Italia-Croazia 2014/2020. Ricognizione delle candidature regionali al pacchetto di bandi per la selezione delle proposte progettuali ricadenti nella tipologia “progetti strategici”;

VISTA la Deliberazione n. n. 884 del 09 luglio 2020 “Programma di Cooperazione Transfrontaliera Interreg V A Italia-Croazia 2014/2020. Presa d'atto degli esiti della procedura di selezione delle proposte progettuali ricadenti nella tipologia "progetti strategici" con riferimento ai progetti cui partecipano Strutture regionali/Enti regionali.”;

VISTO il Decreto del Direttore dell’Unità Organizzativa Autorità di Gestione Italia-Croazia n. 88 del 31 marzo 2020;

VISTO il Decreto del Direttore dell’Unità Organizzativa Autorità di Gestione Italia-Croazia n. 97 del 29 aprile 2020;

VISTO il Decreto del Direttore dell’Unità Organizzativa Autorità di Gestione Italia-Croazia n. 124 del 14 luglio 2020”

VISTA l’art. 2, comma 2, della Legge Regionale n. 54 del 31/12/2012 e ss.mm.ii.;

delibera

  1. Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.
  2. Di approvare lo schema di convenzione tra la Regione del Veneto e l’Associazione “Conferenza dei Sindaci del Litorale Veneto”, così come riportato nell’Allegato A, che costituisce parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, regolante l’attuazione delle azioni di progetto WP4, finalizzate al coinvolgimento delle comunità e delle autorità locali, delle istituzioni scientifiche e educative, del settore turistico, della pesca e della maricoltura nelle attività di sensibilizzazione nei confronti delle problematiche connesse ai rifiuti marini.
  3. Di dare atto che il Presidente della Giunta regionale, o suo delegato, provvederà alla sottoscrizione di tale Convenzione in rappresentanza della Regione del Veneto.
  4. Di incaricare il Direttore della Direzione Progetti Speciali per Venezia dell’attuazione del presente provvedimento, autorizzandolo ad apportare alla Convenzione di cui al precedente punto 2. eventuali modifiche non sostanziali.
  5. Di prendere atto che la copertura finanziaria delle attività previste dalla presente Convenzione, dell’importo complessivo massimo di € 70.000,00 (IVA ed ogni altro onere compreso), è garantita a valere su quota parte del finanziamento previsto nell’ambito del progetto MARLESS assegnato alla Regione del Veneto in qualità di Partner n. 11, così come riportato nel Decreto del Direttore dell’Unità Organizzativa ADG Italia-Croazia n. 124 del 14/07/2020 che accerta l’entrata e impegna le risorse per il finanziamento del Progetto Strategico in argomento.
  6. Di dare atto che la spesa prevista con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della LR 1/2011.
  7. Di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione, ai sensi dell’art. 23 e dell’art. 26 del D. Lgs. 14.03.2013, n. 33.
  8. Di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione;
  9. Di trasmettere il presente provvedimento all’Associazione “Conferenza dei Sindaci del Litorale Veneto” e all’ARPAV.

(seguono allegati)

Dgr_1402_20_AllegatoA_428735.pdf

Torna indietro