Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Concorso

Bur n. 20 del 09 febbraio 2024


AZIENDA ZERO

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 76 posti di Dirigente Medico nella disciplina di Anestesia e Rianimazione Area della Medicina Diagnostica e dei Servizi Ruolo Sanitario - Profilo Professionale: Dirigente Medico a tempo indeterminato ed a rapporto esclusivo.

In esecuzione della Deliberazione del Direttore Generale n. 59 del 1/2/2024, è indetto concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di:

n. 76 posti di Dirigente Medico nella disciplina di ANESTESIA E RIANIMAZIONE

Area della Medicina Diagnostica e dei Servizi Ruolo Sanitario – Profilo Professionale: Dirigente Medico

a tempo indeterminato ed a rapporto esclusivo

Azienda Zero, ente per il governo della sanità della Regione del Veneto, svolge le procedure di selezione del comparto sanità per conto delle aziende ed enti del S.S.R. della Regione del Veneto (di seguito denominati “aziende”) ai sensi dell’art. 2, c. 1, lett. g), punto 2), della L.R. n. 19/2016.

La presente procedura, quindi, viene svolta da Azienda Zero unitariamente, ai soli fini procedurali, ma con riferimento alle seguenti singole aziende interessate:

  • Azienda Ulss n. 1 Dolomiti – n. 7 posti;
  • Azienda Ulss n. 2 Marca Trevigiana – n. 2 posti;
  • Azienda Ulss n. 3 Serenissima – n. 17 posti: la procedura è subordinata all’esito negativo della procedura di esubero di cui all’art. 34-bis del D.Lgs. n. 165/2001;
  • Azienda Ulss n. 4 Veneto Orientale – n. 17 posti: la procedura è subordinata all’esito negativo della procedura di esubero di cui all’art. 34-bis del D.Lgs. n. 165/2001;
  • Azienda Ulss n. 5 Polesana – n. 10 posti;
  • Azienda Ulss n. 6 Euganea – n. 10 posti;
  • Azienda Ulss n. 7 Pedemontana – n. 7 posti: la procedura è subordinata all’esito negativo della procedura di esubero di cui all’art. 34-bis del D.Lgs. n. 165/2001;
  • Azienda Ulss n. 9 Scaligera – n. 1 posto: la procedura è subordinata all’esito negativo della procedura di esubero di cui all’art. 34-bis del D.Lgs. n. 165/2001;
  • Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata Verona – n. 2 posti: la procedura è subordinata all’esito negativo della procedura di esubero di cui all’art. 34-bis del D.Lgs. n. 165/2001;
  • Istituto Oncologico Veneto IRCCS – n. 3 posti;

per complessivi n. 76 posti.

I candidati dovranno indicare una sola azienda per cui intendano concorrere: tale indicazione non potrà più essere modificata dopo la scadenza dei termini di presentazione delle domande di partecipazione.

I candidati che sceglieranno di concorrere per le seguenti aziende:

  • Azienda Ulss n. 3 Serenissima,
  • Azienda Ulss n. 4 Veneto Orientale,
  • Azienda Ulss n. 7 Pedemontana,
  • Azienda Ulss n. 9 Scaligera,
  • Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata Verona,

le cui procedure sono subordinate all’esito negativo delle procedure di esubero di cui all’art. 34-bis del D.Lgs. n. 165/2001, dovranno indicare come seconda opzione una delle seguenti aziende:

  • Azienda Ulss n. 1 Dolomiti,
  • Azienda Ulss n. 2 Marca Trevigiana,
  • Azienda Ulss n. 5 Polesana,
  • Azienda Ulss n. 6 Euganea,
  • Istituto Oncologico Veneto IRCCS.

Nel predetto caso, qualora le procedure di esubero dovessero consentire la copertura dei relativi posti, i candidati verranno considerati partecipanti per l’azienda scelta come seconda opzione.

In ogni caso, la seconda opzione produrrà effetto solo con la copertura dei posti a mezzo delle predette procedure di esubero. In caso contrario e, quindi, in caso di mancata copertura dei posti a mezzo delle predette procedure, rimarrà efficace esclusivamente la prima opzione.

La scelta dell’azienda per la quale concorrere implica la consapevolezza di poter essere destinati a prestare servizio presso qualunque sede della stessa: i candidati sono pertanto invitati a prendere adeguata visione dell’ambito territoriale dell’azienda di interesse.

La scelta della sede al momento dell’assunzione compete all’azienda nella cui graduatoria il candidato sarà utilmente collocato sulla base delle esigenze della medesima al momento dell’utilizzo della graduatoria: la rinuncia a prestare servizio a tempo indeterminato nella sede proposta comporta l’immediato depennamento del nominativo dalla graduatoria ad ogni conseguente effetto.

La procedura si svolgerà con modalità che ne garantiscano l’imparzialità, l’efficienza, l’efficacia nel soddisfare i fabbisogni delle Amministrazioni procedenti e la celerità di espletamento, ricorrendo anche all’ausilio di sistemi automatizzati.

La procedura si conforma ai principi e alla normativa attualmente vigente, per quanto applicabile, in merito al reclutamento del personale del S.S.N. e del S.S.R. della Regione del Veneto, tra cui:

  • Reg. U.E. n. 679/2016, recante disposizioni in merito al trattamento dei dati personali;
  • L. n. 241/1990, recante disposizioni generali in merito al procedimento amministrativo;
  • D.Lgs. n. 502/1992, recante disposizioni generali in materia sanitaria;
  • D.Lgs. n. 165/2001, recante disposizioni generali in materia di lavoro alle dipendenze della P.A. e in materia concorsuale;
  • D.Lgs. n. 82/2005, recante disposizioni in merito al processo di digitalizzazione della P.A., il cui art. 12, in particolare, prevede che la P.A. debba utilizzare le tecnologie dell’informazione e della comunicazione nei rapporti con i privati per realizzare gli obiettivi di efficienza, efficacia, economicità, imparzialità, trasparenza, semplificazione, partecipazione e non discriminazione, nonché per conseguire l’effettivo riconoscimento dei diritti di cui al medesimo decreto;
  • L. n. 56/2019, il cui art. 3, c. 8, consente alle PP.AA., fino al 31/12/2024, di bandire procedure concorsuali senza il previo svolgimento della procedura di mobilità di cui all’art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001;
  • D.P.R. n. 487/1994, recante disposizioni generali per l’accesso agli impieghi nella P.A. (limitatamente alle disposizioni espressamente richiamate nel D.P.R. n. 483/1997, normativa specifica relativa al reclutamento del personale dirigenziale afferente al S.S.N.);
  • D.P.R. n. 483/1997, recante disposizioni relative al reclutamento del personale dirigenziale afferente al S.S.N.;
  • D.P.R. n. 484/1997, il cui art. 4, c. 2 (così come modificato ed integrato dagli Accordi del 21/3/2002, dell’11/7/2002 e del 29/7/2004 della Conferenza Stato – Regioni), elenca le discipline oggetto di specializzazione ai fini della partecipazione ai concorsi per la dirigenza sanitaria, in conformità a quanto disposto dall’art. 24, c. 1, lett. b), del D.P.R. n. 483/1997;
  • D.P.R. n. 445/2000, recante disposizioni in materia di documentazione amministrativa, il cui art. 38, c. 2, in particolare, prevede che le domande per la partecipazione a selezioni e concorsi per l'assunzione, a qualsiasi titolo, presso la P.A. debbano considerarsi valide se presentate secondo le modalità telematiche previste dall'art. 65 del D.Lgs. n. 82/2005;
  • D.M. del 30/1/1998, riportante la tabella delle discipline equipollenti per la partecipazione ai concorsi concernenti la dirigenza sanitaria, in conformità a quanto disposto dall’art. 56, c. 1, del D.P.R. n. 483/1997;
  • D.M. del 31/1/1998, riportante la tabella delle discipline affini per la partecipazione ai concorsi concernenti la dirigenza sanitaria, in conformità a quanto disposto dall’art. 15, c. 7, del D.Lgs. n. 502/1992;
  • C.C.N.L. relativo ai dirigenti dell’Area della Sanità, siglato in data 19/12/2019, nonché le disposizioni della precedente contrattazione collettiva ancora vigenti ai sensi dell’art. 123 di tale contratto collettivo;
  • Reg. R. n. 3/2017, recante disposizioni in merito alle procedure selettive del comparto sanità espletate da Azienda Zero, ente per il governo della sanità della Regione del Veneto.

Inoltre, la procedura è disciplinata dalle ulteriori norme e disposizioni riportate nel presente bando di concorso, il quale costituisce lex specialis della procedura stessa in quanto atto amministrativo generale.

Ai sensi dell’art. 7, c. 1, del D.Lgs. n. 165/2001, la procedura garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne, nonché l’assenza di ogni forma di discriminazione, diretta e indiretta, relativa al genere, all’età, all’orientamento sessuale, alla razza, all’origine etnica, alla disabilità, alla religione o alla lingua nell’accesso al lavoro presso la P.A..

RISERVA DI POSTI


D.L. N. 34/2023: SERVIZI ESTERNALIZZATI

Ai sensi dell’art. 10, c. 7, del D.L. n. 34/2023 e ad eccezione delle aziende con un unico posto a bando, con il presente concorso è garantita la riserva del 50% ai medici che abbiano prestato servizio in mansioni corrispondenti nelle attività dei servizi esternalizzati e che abbiano garantito assistenza ai pazienti per almeno sei mesi di servizio: il candidato interessato deve necessariamente allegare, nella procedura di iscrizione, idonea documentazione attestante tale servizio e la relativa durata (in caso contrario, lo stesso non sarà considerato riservatario).

Non ha diritto alla suddetta riserva il personale che abbia interrotto volontariamente il rapporto di lavoro dipendente con una struttura sanitaria pubblica per prestare la propria attività presso un operatore economico privato che fornisce i servizi di cui ai commi 1, 2 e 4 dell’art. 10 del D.L. n. 34/2023 in regime di esternalizzazione.

REQUISITI GENERALI PER L’AMMISSIONE


Ai fini dell’ammissione alla procedura e a pena di esclusione, il candidato deve essere necessariamente in possesso di tutti i seguenti requisiti generali entro la data di scadenza della presentazione delle domande:

  1. cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno degli Stati appartenenti all'U.E.;

    ovvero, in alternativa:

    ai sensi dell'art. 38, c. 1, del D.Lgs. n. 165/2001, i familiari dei cittadini degli Stati appartenenti all’U.E. possono iscriversi alla procedura qualora, pur non avendo la cittadinanza di uno degli Stati appartenenti all’U.E., siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente (per la definizione di “familiare” si rinvia all’art. 2 del D.Lgs. n. 30/2007): tali candidati devono necessariamente allegare nella procedura di iscrizione, a pena di esclusione, idonea documentazione comprovante i requisiti richiesti;

    ovvero, in alternativa:

    ai sensi dell’art. 38, c. 3-bis, del D.Lgs. n. 165/2001 e dell’art. 25, c. 2, del D.Lgs. n. 251/2007, possono iscriversi alla procedura anche i cittadini titolari del permesso di soggiorno U.E. per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria: tali candidati devono necessariamente allegare nella procedura di iscrizione, a pena di esclusione, idonea documentazione comprovante i requisiti richiesti;
  1. idoneità alle mansioni specifiche del profilo professionale ricercato: l'accertamento di tale requisito, con l'osservanza delle norme in tema di categorie protette, sarà effettuato a cura dell’azienda, attraverso la visita preventiva all’assunzione ed eseguita, pertanto, prima dell'immissione in servizio, ai sensi dell’art. 41, c. 2, del D.Lgs. n. 81/2008;
  1. età inferiore a quella prevista dall’ordinamento vigente per il collocamento a riposo d’ufficio;
  1. adeguata conoscenza della lingua italiana, la quale verrà accertata dalla Commissione Esaminatrice contestualmente alla valutazione delle prove d’esame;
  1. godimento dei diritti civili e politici: per i candidati non cittadini italiani e non titolari dello status di rifugiato o di protezione sussidiaria, il godimento dei diritti civili e politici è riferito allo Stato di cittadinanza.

Ai sensi dell’art. 1, c. 2, del D.P.R. n. 483/1997, non possono accedere all’impiego coloro che sono stati esclusi dall’elettorato attivo, nonché coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso la P.A. per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile. Non possono accedere all’impiego, altresì, coloro che sono stati licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo contratto collettivo.

REQUISITI SPECIFICI PER L’AMMISSIONE


Ai fini dell’ammissione alla procedura e unitamente ai suddetti requisiti generali, a pena di esclusione, il candidato deve necessariamente essere in possesso di tutti i seguenti requisiti specifici entro la data di scadenza di presentazione delle domande:

  1. laurea magistrale appartenente alla classe di laurea “LM-41 MEDICINA E CHIRURGIA” di cui al D.M. n. 270/2004;

    ovvero, in alternativa:

    titolo di studio equiparato alla suddetta classe di laurea ai sensi del D.I. del 9/7/2009;
  1. specializzazione nella disciplina oggetto del concorso;

    ovvero, in alternativa:

    specializzazione in una disciplina equipollente a quella oggetto del concorso, ai sensi del D.M. del 30/1/1998;

    ovvero, in alternativa:

    ai sensi dell’art. 1, cc. 547, 548 e 548-bis della L. n. 145/2018, regolare iscrizione al corso di formazione specialistica nelle discipline di cui sopra a partire dal secondo anno;

    ovvero, in alternativa:

    ai sensi dell’art. 56, c. 2, del D.P.R. n. 483/1997, il personale del ruolo sanitario in servizio di ruolo alla data di entrata in vigore di tale decreto (1/2/1997) è esentato dal requisito della specializzazione nella disciplina relativa al posto di ruolo già ricoperto alla predetta data per la partecipazione ai concorsi presso aziende diverse da quella di appartenenza;
  1. iscrizione all’albo dell’ordine dei medici-chirurghi;

    ovvero, in alternativa:

    iscrizione al corrispondente albo professionale in uno degli Stati appartenenti all’U.E.: ai sensi dell’art. 1, c. 1, lett. d), del D.P.R. n. 483/1997, il candidato ha l’obbligo di iscrizione al corrispondente albo italiano prima dell’assunzione in servizio.

Il candidato in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero necessario ai fini dell’ammissione alla procedura selettiva deve necessariamente allegare nella procedura di iscrizione, a pena di esclusione, il decreto di riconoscimento di tale titolo in Italia rilasciato secondo la normativa vigente.

Saranno esclusi dalla procedura coloro che dichiareranno di essere già dipendenti a tempo indeterminato, nel profilo professionale a concorso, presso l’azienda per la quale richiedono di partecipare.

PRESENTAZIONE CANDIDATURE


La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere prodotta, a pena di esclusione, tramite la specifica procedura telematica descritta di seguito entro il 30° giorno successivo alla data di pubblicazione, per estratto, del presente bando nella G.U. della Repubblica Italiana, connettendosi al sito istituzionale di Azienda Zero ed accedendo alla piattaforma tramite il link “https://azeroveneto.concorsismart.it” presente nella sezione “Concorsi e Avvisi”.

Sarà esclusa ogni altra forma di presentazione e trasmissione della domanda: eventuali domande pervenute con differenti modalità saranno inammissibili e, conseguentemente, non verranno prese in considerazione.

La procedura telematica di iscrizione sarà attiva a partire dal giorno successivo alla pubblicazione, per estratto, del presente bando nella G.U. della Repubblica Italiana e verrà automaticamente disattivata alle ore 18:00 del giorno di scadenza: il termine sarà perentorio e dopo tale termine non sarà più possibile provvedere alla compilazione della domanda, né sarà ammessa la produzione di altri titoli o documenti a corredo della stessa, né tantomeno sarà più possibile effettuare aggiunte o rettifiche.

La compilazione della domanda potrà essere effettuata 24 ore su 24 (salvo momentanee interruzioni per manutenzione del sito) da un terminale connesso alla rete internet e dotato di un motore di ricerca aggiornato e ricompreso tra quelli di maggiore diffusione (si consiglia l'utilizzo di “Google Chrome” aggiornato alle versioni più recenti): sarà possibile accedere alla piattaforma telematica anche da dispositivi mobili, quali smartphone e tablet.

Si consiglia di effettuare la compilazione della domanda con un congruo anticipo onde evitare un sovraccarico del sistema per il quale Azienda Zero non si assume alcuna responsabilità.

Per la presentazione delle domande i candidati devono attenersi scrupolosamente alle istruzioni operative contenute nella sezione dedicata alla procedura del sito istituzionale di Azienda Zero.

Per la modifica e la variazione di eventuali informazioni erroneamente inserite o mancanti, il candidato potrà effettuare la riapertura della domanda dalla sezione “riepilogo domanda” della piattaforma telematica, selezionando il tasto “annulla invio domanda”: una volta effettuate le modifiche, il candidato dovrà inviare nuovamente la domanda di partecipazione cliccando il tasto “invia domanda” presente nella sezione “conferma e invio”.

Si invitano i candidati a compilare la domanda con precisione ed accortezza, prestando particolare attenzione ad effettuare la scelta corretta nel caso in cui la piattaforma telematica offra una serie di opzioni tra cui scegliere e si precisa, altresì, che il contenuto della domanda dovrà essere dichiarato conforme al vero, sotto la propria responsabilità e nella consapevolezza delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. n. 445/2000 per l’ipotesi di falsità in atti e di dichiarazioni mendaci.

Il candidato deve inserire tutti i dati personali necessari per la presentazione della domanda e rilasciarne necessariamente l’autorizzazione al trattamento, ai sensi del Reg. U.E. n. 679/2016 e del D.Lgs. n. 196/2003 (limitatamente alle disposizioni ancora vigenti).

CODICE IDENTIFICATIVO PERSONALE

Successivamente alla trasmissione della domanda, la procedura telematica invierà automaticamente, alla mail indicata dal candidato, il riepilogo della domanda di iscrizione contenente un codice identificativo alfanumerico riconducibile esclusivamente alla specifica candidatura: sarà onere del candidato conservare tale codice identificativo, il quale verrà utilizzato nelle successive fasi della procedura per identificare il candidato in luogo del suo cognome e nome, ad eccezione della graduatoria finale di merito.

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE

La trasmissione della domanda di partecipazione alla presente procedura costituisce dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 e, pertanto, il candidato dovrà allegare esclusivamente la seguente documentazione:

  1. per i candidati non aventi cittadinanza italiana o di uno degli Stati appartenenti all’U.E. (a pena di esclusione): documentazione comprovante i requisiti generali che consentono agli stessi di partecipare alla procedura;
  2. per i candidati appartenenti alla categoria di cui all’art. 1 della L. n. 68/1999: certificazione rilasciata dalle Commissioni di cui all’art. 4 della L. n. 104/1992 comprovante lo stato di disabilità di cui all’art. 3 della L. n. 104/1992. Saranno esonerati dall’eventuale preselezione coloro che, sulla base della suddetta certificazione, risulteranno avere un’invalidità superiore o uguale all’80%. Ai sensi dell’art. 20 della L. n. 104/1992, qualora il candidato intenda avvalersi di ausili o tempi aggiuntivi per l'espletamento delle prove d'esame, lo stesso dovrà indicarli nella procedura in relazione alla propria disabilità. L’adozione di tali benefici, nel caso in cui non siano riportati nella certificazione prodotta, sarà valutata ad insindacabile giudizio della Commissione Esaminatrice sulla scorta della certificazione stessa;
  3. per i candidati affetti da D.S.A.: adeguata certificazione rilasciata dalla Commissione Medico-Legale dell’A.S.L. di riferimento o da equivalente struttura pubblica ai sensi dell’art. 3, c. 4-bis, del D.L. n. 80/2021. Tali candidati dovranno fare esplicita richiesta, nella domanda di iscrizione, relativamente alla misura dispensativa, allo strumento compensativo e/o ai tempi aggiuntivi necessari in funzione della propria esigenza: l’adozione dei benefici indicati sarà valutata ad insindacabile giudizio della Commissione Esaminatrice sulla scorta della certificazione prodotta e, comunque, nell’ambito delle modalità individuate dal D.M. del 9/11/2021;
  4. per i candidati che vogliano usufruire della riserva di posti di cui all’art. 10, c. 7, del D.L. n. 34/2023: idonea documentazione attestante il servizio svolto e la relativa durata;
  5. per i candidati in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero (se inserito ai fini dell’ammissione, la mancata documentazione costituisce causa di esclusione): idonea documentazione, conforme alla normativa attualmente vigente, attestante il riconoscimento del titolo;
  6. per i candidati che hanno svolto servizi all’estero: documentazione attestante il riconoscimento di tali servizi secondo la normativa attualmente vigente;
  7. per i candidati che intendano allegare delle pubblicazioni alla domanda di iscrizione: massimo 10 pubblicazioni edite a stampa, attinenti al profilo professionale ricercato e ritenute dal candidato maggiormente rilevanti.

Il caricamento della documentazione elencata nei suddetti punti dovrà essere effettuato nella sezione “allegati” della piattaforma telematica di iscrizione, cliccando l’icona “allega” nei limiti della dimensione massima prevista nel format, nonché dei formati supportati dalla stessa.

Si precisa che, ai sensi dell’art. 49, c. 1, del D.P.R. n. 445/2000, i certificati medici e sanitari non possono essere sostituiti da autocertificazione.

Le esperienze professionali e di studio del candidato verranno desunte da quanto dichiarato dallo stesso nelle apposite voci della domanda di iscrizione e, pertanto, il candidato dovrà allegare solamente la documentazione elencata nei punti sopra riportati.

ASSISTENZA APPLICATIVO

È consultabile e scaricabile, nella piattaforma telematica di iscrizione, il “manuale d’uso” contenente ulteriori informazioni specifiche oltre a quelle presenti nella fase di compilazione.

Per informazioni o assistenza tecnica relative alla compilazione della domanda è possibile utilizzare la chat cliccando sul tasto “contattaci” oppure inviare una mail agli indirizzi “concorsismart@dromedian.com” o “assistenza@concorsismart.it”: gli operatori saranno disponibili dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 14:00 alle ore 18:00 (le richieste pervenute fuori dall’orario lavorativo saranno evase il prima possibile).

L’U.O.C. Gestione Risorse Umane – Ufficio Concorsi di Azienda Zero potrà essere contattata telefonicamente, il lunedì ed il giovedì, dalle ore 10:00 alle ore 12:00, ai seguenti numeri: 049.8778126 – 8191 – 8312 – 8170 – 8324 – 8439 – 8314 – 8175 – 8437 – 8115 – 8231 – 8442 (sarà data risposta esclusivamente alle richieste di informazioni inerenti la procedura di selezione e non relative alla compilazione della domanda).

CONTRIBUTO SPESE PER LA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO


Entro il termine di scadenza per la presentazione delle domande, il candidato deve obbligatoriamente procedere al pagamento di un contributo spese, non rimborsabile in nessun caso, per la copertura dei costi della procedura pari ad € 15,00 a favore di Azienda Zero, da effettuarsi seguendo le istruzioni operative contenute nella sezione dedicata alla procedura del sito istituzionale di Azienda Zero.

PRESELEZIONE


Azienda Zero, in base al numero delle domande pervenute, si riserva la facoltà di effettuare una preselezione con l’eventuale ausilio di aziende specializzate nella preselezione del personale.

La preselezione non è una prova d’esame e, pertanto, il punteggio ottenuto non concorrerà in alcun modo alla valutazione finale del candidato riportata nella graduatoria di merito.

I candidati che hanno presentato la domanda con le modalità previste nella sezione “presentazione candidature” saranno convocati a sostenere l’eventuale preselezione indipendentemente dalla verifica del possesso dei requisiti di ammissione previsti dal presente bando: Azienda Zero si riserva di procedere successivamente all’accertamento di tali requisiti.

Il candidato che si trovi nella condizione di cui all’art. 20, c. 2-bis, della L. n. 104/1992, il quale stabilisce che la persona affetta da invalidità uguale o superiore all’80% non sia tenuta a sostenere la preselezione, deve necessariamente allegare idonea certificazione di cui di cui all’art. 4 della L. n. 104/1992 comprovante il suddetto stato di invalidità: accertata la sussistenza del diritto e successivamente alla verifica del possesso dei requisiti generali e specifici, il candidato sarà ammesso direttamente alla prima prova d’esame.

La data, la sede, l’orario, i contenuti e le modalità di svolgimento dell’eventuale preselezione, saranno pubblicati nella sezione dedicata alla procedura del sito istituzionale di Azienda Zero non prima di 15 giorni successivi alla scadenza della presentazione delle domande e, comunque, con un preavviso di almeno 7 giorni.

Tale pubblicazione avrà valore di notifica a tutti gli effetti: pertanto, i candidati dovranno controllare frequentemente il sito istituzionale di Azienda Zero.

Nell’ipotesi di un elevato numero di partecipanti, Azienda Zero si riserva la facoltà di organizzare la preselezione con le modalità logistiche ritenute più opportune, anche contemporaneamente in più sedi: in tal caso non sarà possibile sostenere la preselezione in una sede diversa da quella assegnata.

L’ingresso dei candidati presso la sede di svolgimento della preselezione è subordinato al loro riconoscimento mediante esibizione di un valido documento di identità personale.

I candidati che non si presenteranno a sostenere la preselezione nel giorno, nell’ora e nella sede stabilita, saranno considerati rinunciatari, qualunque sia la causa dell’assenza, anche se non imputabile alla volontà dei singoli concorrenti.

In caso di preselezione saranno ammessi a sostenere la prima prova d’esame un numero di candidati pari a cinque volte il numero dei posti ricercati. Saranno ammessi, altresì, tutti i candidati che abbiano conseguito nella prova preselettiva un punteggio pari a quello del candidato collocato nell’ultima posizione utile.

L’esito della preselezione sarà comunicato ai candidati mediante pubblicazione nella sezione dedicata alla procedura del sito istituzionale di Azienda Zero mediante il codice identificativo personale.

I candidati, che avranno superato la preselezione e che risulteranno in possesso dei requisiti di ammissione, saranno convocati alla prima prova d’esame.

AMMISSIONE ED ESCLUSIONE


L’ammissione e l’esclusione dei candidati saranno disposte con Deliberazione del Direttore Generale.

L’elenco dei candidati ammessi ed esclusi sarà comunicato esclusivamente mediante pubblicazione nella sezione dedicata alla procedura del sito istituzionale di Azienda Zero tramite il codice identificativo personale: pertanto, i candidati dovranno controllare frequentemente il sito istituzionale di Azienda Zero.

La predetta pubblicazione, inoltre, a seguito dell’esito delle procedure di cui all’art. 34-bis del D.Lgs. n. 165/2001, confermerà ai candidati che hanno richiesto di concorrere per le Aziende Ulss n. 3 Serenissima, Ulss n. 4 Veneto Orientale, Ulss n. 7 Pedemontana, Ulss n. 9 Scaligera e per l’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata Verona la partecipazione per le stesse o per l’azienda indicata come seconda opzione.

L’esclusione dalla partecipazione alla procedura sarà altresì notificata singolarmente ai candidati non ammessi tramite P.E.C. o raccomandata con avviso di ricevimento entro 30 giorni dalla pubblicazione del provvedimento di esclusione.

COMMISSIONE ESAMINATRICE


La Commissione Esaminatrice sarà nominata con Deliberazione del Direttore Generale e la stessa sarà costituita in conformità alle disposizioni di cui al D.Lgs. n. 165/2001, al D.P.R. n. 483/1997 e al Reg. R. n. 3/2017.

Ai sensi dell’art. 5, c. 3, del D.P.R. n. 483/1997, ove i candidati presenti alla prova scritta siano in numero superiore a mille, potranno essere nominate una o più sottocommissioni.

CONVOCAZIONE


Il diario delle prove e la sede di espletamento delle stesse verranno comunicati ai candidati esclusivamente mediante pubblicazione nella sezione dedicata alla procedura del sito istituzionale di Azienda Zero almeno 15 giorni prima della prova scritta e 20 giorni prima delle prove pratica e orale: pertanto, i candidati dovranno controllare frequentemente il sito istituzionale di Azienda Zero.

I candidati che, per qualsiasi motivo, non si presenteranno a sostenere le prove nei giorni, nell'ora e nella sede stabilita, saranno considerati rinunciatari qualunque sia la causa dell’assenza, anche se non dipendente dalla volontà degli stessi.

PROVE D’ESAME


I candidati dovranno sostenere tre prove d’esame consequenziali, le quali seguiranno il seguente ordine di svolgimento:

  1. prova scritta;
     
  2. prova pratica;
     
  3. prova orale.

L’ingresso dei candidati nella sede di svolgimento di ogni prova d’esame sarà subordinato al loro riconoscimento mediante esibizione di un valido documento di identità personale.

Il risultato di ogni prova d’esame e l’eventuale convocazione alla successiva prova saranno pubblicati nella sezione dedicata alla procedura del sito istituzionale di Azienda Zero utilizzando il codice identificativo personale di ciascun candidato.

La Commissione Esaminatrice avrà a disposizione un massimo di 80 punti totali per la valutazione delle prove.

PROVA SCRITTA

La prova scritta consisterà in una relazione su un caso clinico simulato o su argomenti inerenti alla disciplina messa a concorso, ovvero nella soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa.

Il punteggio massimo attribuibile alla prova scritta sarà di 30 punti ed il suo superamento sarà subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza pari ad almeno 21 punti: l'ammissione alla successiva prova pratica sarà subordinata, almeno, al raggiungimento del punteggio minimo previsto.

PROVA PRATICA

La prova pratica verterà su tecniche e manualità peculiari della disciplina messa a concorso: tale prova, comunque, deve essere anche illustrata schematicamente per iscritto.

Il punteggio massimo attribuibile alla prova pratica sarà di 30 punti ed il suo superamento sarà subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza pari ad almeno 21 punti: l'ammissione alla successiva prova orale sarà subordinata, almeno, al raggiungimento del punteggio minimo previsto.

PROVA ORALE

La prova orale si svolgerà in un’aula aperta al pubblico e verterà sulle materie inerenti alla disciplina a concorso, nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire.

Nell'ambito della prova orale sarà accertata la conoscenza della lingua inglese e la conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse: del giudizio conclusivo di tale verifica si terrà conto ai fini della determinazione del voto relativo alla prova orale.

La Commissione Esaminatrice potrà essere integrata da membri aggiunti per l’accertamento della conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse, nonché per l’accertamento della conoscenza della lingua inglese.

Il punteggio massimo attribuibile alla prova orale sarà di 20 punti ed il suo superamento è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza pari ad almeno 14 punti.

Al termine dello svolgimento della prova orale, la Commissione Esaminatrice formulerà gli elenchi dei candidati risultati idonei con la relativa indicazione delle votazioni riportate in ogni prova d’esame.

TITOLI


I titoli saranno valutati dalla Commissione Esaminatrice in conformità alle disposizioni di cui al D.P.R. n. 483/1997, al Reg. R. n. 3/2017 e all’art. 12, c. 4, del D.L. n. 34/2023 successivamente allo svolgimento della prova orale ed esclusivamente per coloro che avranno superato tutte le prove d’esame.

La Commissione Esaminatrice avrà a disposizione un massimo di 20 punti per la valutazione dei titoli, con la seguente ripartizione:

  • titoli di carriera: massimo 10 punti;
     
  • titoli accademici e di studio: massimo 3 punti;
     
  • pubblicazioni e titoli scientifici: massimo 3 punti;
     
  • curriculum formativo e professionale: massimo 4 punti.

Per la valutazione dei servizi e dei titoli di studio in discipline equipollenti si farà riferimento al D.M. del 30/1/1998.

In conformità a quanto disposto dall’art. 11, c. 1, lett. b), del D.P.R. n. 483/1997, le pubblicazioni saranno valutate solamente se allegate alla domanda ed edite a stampa: nelle stesse dovrà comparire necessariamente il nominativo del candidato tra gli autori (nel caso di mancanza del nominativo del candidato tra gli autori, la pubblicazione non sarà valutata).

Ai sensi dell’art. 23 del D.P.R. n. 483/1997, per quanto concerne la valutazione dei servizi svolti all’estero, i candidati dovranno allegare idonea documentazione attestante il relativo riconoscimento in conformità della normativa attualmente vigente, diversamente gli stessi non saranno valutati.

GRADUATORIE


In conformità a quanto disposto dall’art. 12, c. 1, del Reg. R. n. 3/2017, la Commissione Esaminatrice, successivamente all’espletamento delle prove d’esame e al termine della valutazione dei titoli, formulerà, esclusivamente sulla base delle prove sostenute e dei titoli in possesso del candidato, le graduatorie di merito per ogni azienda partecipante alla procedura e nelle quali risulteranno presenti candidati vincitori o idonei.

In conformità a quanto disposto dall’art. 1, c. 547, della L. n. 145/2018, gli eventuali specializzandi che supereranno tutte le prove d’esame saranno collocati, per ogni singola azienda partecipante alla procedura, in graduatorie separate rispetto a quelle predisposte per gli specialisti.

Le graduatorie di merito riporteranno il punteggio complessivo ottenuto da ciascun candidato e, relativamente all’applicazione delle preferenze, a parità di titoli e di merito, si farà riferimento alla normativa vigente.

Ai sensi dell’art. 18 del D.P.R. n. 483/1997 e dell’art. 12, c 2, del Reg. R. 3/2017, il Direttore Generale di Azienda Zero, con propria Deliberazione, prenderà atto dei verbali rimessi dalla Commissione Esaminatrice, approverà le graduatorie di merito suddivise tra specialisti e specializzandi (ciascuna con riferimento alle aziende per i quali è stato indetto il concorso) e dichiarerà i vincitori nei limiti dei posti richiesti e messi a bando.

Ai sensi dell’art. 12, c. 3, del Reg. R. 3/2017, Azienda Zero provvederà alla pubblicazione delle graduatorie di merito nel B.U.R. della Regione del Veneto, comprensive dei vincitori e degli idonei, e le trasmetterà altresì alle aziende partecipanti alla procedura. Queste, a loro volta, provvederanno alla loro pubblicazione nei rispettivi siti istituzionali.

Le comunicazioni in ordine all’esito della procedura saranno rese ai candidati esclusivamente mediante la pubblicazione delle graduatorie di merito nella sezione dedicata alla procedura del sito istituzionale di Azienda Zero: tale pubblicazione avverrà mediante il cognome e il nome del candidato unitamente al punteggio complessivo conseguito.

In conformità e nei limiti di quanto disposto dalla lett. E) dell’Allegato “A” della D.G.R.V. n. 22/2024, una volta soddisfatto il fabbisogno delle aziende interessate, le graduatorie di merito saranno rese disponibili anche alle altre aziende del S.S.R. della Regione del Veneto.

Ai sensi dell’art. 35, c. 5-ter, del D.Lgs. n. 165/2001, le graduatorie di merito rimangono efficaci per un termine di due anni dalla data della loro approvazione per eventuali coperture di posti inerenti il profilo per il quale il concorso è stato bandito e che, successivamente ed entro tale data, dovessero rendersi disponibili.

Informazioni in merito all’utilizzo e allo scorrimento delle graduatorie di merito potranno essere fornite esclusivamente dall’azienda per la quale le stesse sono state formulate.

ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO

Ai sensi dell’art. 35, c. 5-bis, del D.Lgs. n. 165/2001, l’assunzione in servizio a tempo indeterminato comporta l’obbligo di permanenza alle dipendenze dell’azienda di prima assunzione per un periodo di almeno 5 anni anche nel caso di utilizzo della graduatoria da parte di altre aziende del S.S.R. della Regione del Veneto.

Qualora un candidato, vincitore o idoneo, utilmente collocato in una graduatoria di merito, dovesse rinunciare alla proposta di assunzione a tempo indeterminato avanzata nei termini e alle condizioni proposte dalla stessa azienda nella cui graduatoria egli è utilmente collocato, il suo nominativo verrà immediatamente depennato dalla graduatoria e tale candidato non potrà più essere chiamato per qualsiasi ulteriore proposta in relazione all’utilizzo della medesima: in tal caso, si procederà con lo scorrimento della stessa per verificare la disponibilità all’assunzione degli eventuali ulteriori vincitori o idonei.

Ai sensi dell’art. 13, c. 2, del Reg. R. n. 3/2017, il candidato utilmente collocato in una graduatoria di merito a cui venga proposta l’assunzione a tempo indeterminato da aziende diverse rispetto a quella per la quale ha concorso, non decade dalla graduatoria in caso di rinuncia a tale proposta: qualora invece il candidato dovesse accettare la proposta di assunzione a tempo indeterminato, il suo nominativo verrà immediatamente depennato dalla graduatoria e tale candidato non potrà più essere chiamato per qualsiasi ulteriore proposta in relazione all’utilizzo della medesima (nemmeno da parte dell’azienda per la quale il candidato ha concorso).

Ai sensi dell’art. 1, c. 548, della L. n. 145/2018, l’eventuale assunzione a tempo indeterminato degli specializzandi risultati idonei e utilmente collocati nelle relative graduatorie è subordinata al conseguimento del titolo di specializzazione e all’esaurimento della pertinente graduatoria dei medesimi professionisti già specialisti alla data di scadenza del bando.


ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Ai sensi dell’art. 1, c. 548-bis, della L. n. 145/2018, in conformità e nei limiti delle disposizioni vigenti, le aziende possono procedere all’assunzione degli specializzandi utilmente collocati nelle graduatorie di merito mediante contratto di lavoro subordinato e a tempo determinato: a decorrere dalla data del conseguimento del relativo titolo di formazione specialistica, coloro che sono assunti ai sensi del presente comma sono inquadrati a tempo indeterminato nell’ambito dei ruoli della dirigenza del S.S.N. ai sensi dell’art. 1, c. 548, della L. n. 145/2018.

Ai sensi dell’art. 36, c. 2, del D.Lgs. n. 165/2001 e dell’art. 13, c. 3, del Reg. R. n. 3/2017, le graduatorie di concorsi a tempo indeterminato possono essere utilizzate per assunzioni a tempo determinato, ferma restando la posizione del candidato nella graduatoria a tempo indeterminato: la rinuncia all’assunzione a tempo determinato da parte dei candidati collocati nelle graduatorie di concorso per assunzione a tempo indeterminato non comporta la decadenza dalla stessa.

VARIAZIONE DEL DOMICILIO O DEL RECAPITO


Successivamente al termine di scadenza per la presentazione delle domande, il candidato dovrà comunicare le eventuali variazioni del domicilio o del recapito (che si verifichino durante l’espletamento della procedura e fino all'approvazione delle rispettive graduatorie di merito) esclusivamente all’indirizzo mail “concorsi@azero.veneto.it” o all’indirizzo P.E.C. “protocollo.azero@pecveneto.it”, precisando altresì gli estremi della procedura interessata.

Eventuali variazioni successive all’approvazione delle graduatorie dovranno essere comunicate dal candidato all’azienda per la quale ha partecipato.

Azienda Zero declina sin d'ora ogni responsabilità per dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte degli aspiranti, o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, o per eventuali disguidi non imputabili a colpa dell'Amministrazione stessa o comunque imputabili al fatto di terzi, al caso fortuito o a forza maggiore.

DISPOSIZIONI FINALI


Con la partecipazione alla presente procedura è implicita, da parte dei concorrenti, l’accettazione senza riserve di tutte le prescrizioni e precisazioni contenute nel presente bando, nonché di quelle che disciplinano o disciplineranno lo stato giuridico ed economico del personale delle aziende del S.S.N. e del S.S.R. della Regione del Veneto.

Ai sensi del Reg. U.E. n. 679/2016 e del D.Lgs. n. 196/2003 (limitatamente alle disposizioni ancora vigenti), i dati personali forniti dai candidati nella domanda di iscrizione saranno raccolti da Azienda Zero per le finalità di gestione della procedura e saranno trattati presso una banca dati automatizzata: il conferimento di tali dati è indispensabile per lo svolgimento delle procedura stessa e, pertanto, la presentazione della domanda autorizza Azienda Zero al trattamento degli stessi.

Ai sensi della L. n. 241/1990, l'accesso agli atti è consentito in conformità alle disposizioni di cui al vigente regolamento aziendale: a tal fine il candidato deve compilare il modello disponibile nel sito istituzionale di Azienda Zero e trasmetterlo tramite P.E.C. o raccomandata con avviso di ricevimento.

Ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. n. 445/2000, Azienda Zero procederà, come previsto dall’art. 16 del Reg. R. n. 3/2017, ad effettuare i controlli sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese dal candidato nella domanda, fermo restando che spetta all’azienda interessata provvedere autonomamente a porre in essere tutti gli atti e le verifiche funzionali alle assunzioni: qualora dai suddetti controlli emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni rese dal candidato, il dichiarante decadrà dai benefici eventualmente conseguiti.

Azienda Zero si riserva la possibilità di riapertura dei termini in caso di domande insufficienti a coprire il fabbisogno delle aziende o enti richiedenti partecipanti alla procedura, o per ragioni di pubblico interesse, ferme restando le condizioni e i requisiti previsti dal presente bando.

Azienda Zero ha la facoltà, in regime di autotutela, di sospendere, revocare o modificare la presente procedura per ragioni di pubblico interesse o per disposizioni di legge sopravvenute.

Il Direttore Generale Dott. Roberto Toniolo

Torna indietro