Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Avviso

Bur n. 16 del 31 gennaio 2024


REGIONE DEL VENETO

Avviso n. 8 del 30 gennaio 2024. Proposte di candidatura per la nomina dei componenti del Consiglio di Amministrazione della Società Ospedale riabilitativo di Alta Specializzazione ORAS S.p.A. di Motta di Livenza (TV) di competenza della Giunta regionale (L.R. 22 ottobre 2014, n. 33).

IL PRESIDENTE

PREMESSO che con DGR n. 1142 del 17 maggio 2001 e con DGR n. 3223 dell’8 novembre 2002 è stato approvato il progetto di “Riconversione del presidio ospedaliero di Motta di Livenza dell’Azienda ULSS n. 9 della Regione Veneto in Ospedale riabilitativo di alta specializzazione mediante partnership pubblico-privato”;

RILEVATO che la Legge regionale 22 ottobre 2014, n. 33 ad oggetto “Disposizioni in ordine alle sperimentazioni gestionali di Motta di Livenza, Cavarzere e disposizioni transitorie relative all’Ospedale specialistico interregionale Codivilla-Putti di Cortina d’Ampezzo” all'art. 1 ha disposto la sperimentazione gestionale dell’Ospedale riabilitativo di Alta Specializzazione di Motta di Livenza (TV) e successivamente con la DGR n. 2090 del 30 dicembre 2015 è stata autorizzata l'allora Azienda Ulss 9 di Treviso, attualmente Azienda Ulss 2 Marca Trevigiana, al mantenimento di una società a capitale interamente pubblico, con compiti di assistenza e di ricerca nel campo della riabilitazione, disponendo la conseguente liquidazione del socio privato, secondo i criteri per la formulazione della proposta di acquisto per l’acquisizione delle relative partecipazioni;

CONSIDERATO che in data 25 maggio 2017 Rep. n. 337.336 del notaio Paolo Valvo è stato registrato il nuovo Statuto di ORAS S.p.A. il quale, prevede, all’art. 19, che la Società sia amministrata da un Consiglio di Amministrazione nel quale il Comune di Motta di Livenza (TV) abbia diritto di essere rappresentato da un proprio componente;

PREMESSO che la Giunta regionale con DGR n. 954 del 13 luglio 2021, a seguito di procedura pubblica di selezione, ha nominato i componenti del Consiglio di Amministrazione della Società Ospedale riabilitativo di Alta Specializzazione ORAS S.p.A. di Motta di Livenza (TV), determinando in cinque il numero dei predetti componenti;

RILEVATO che, ai sensi dell’art. 20 dello Statuto della Società ORAS S.p.A., i componenti del Consiglio di Amministrazione durano in carica tre esercizi e scadono alla data dell’assemblea convocata per l’approvazione del bilancio relativo al terzo esercizio della loro carica;

RILEVATA la necessità di procedere alla nomina dei componenti del Consiglio di Amministrazione della Società Ospedale riabilitativo di Alta Specializzazione ORAS S.p.A. di Motta di Livenza (TV) in scadenza alla data della convocazione dell’Assemblea per l’approvazione del bilancio 2023;

DATO ATTO che l’art. 19 dello Statuto summenzionato prevede siano rispettate le previsioni sulla parità di genere ai sensi della Legge 12 luglio 2011, n. 120;

PRESO ATTO che la L.R. n. 33/2014, all’art. 3, stabilisce che la nomina dei componenti del Consiglio di Amministrazione della Società ORAS S.p.A. è di competenza della Giunta regionale del Veneto in conformità a quanto stabilito dalla L.R. n. 43/2012, art. 3, comma 2;

VISTA la Legge regionale 22 luglio 1997, n. 27 e s.m.i., che disciplina le nomine di competenza regionale;

VISTO in particolare l’art. 5, comma 3, della L.R. n. 27/1997 che stabilisce che il Presidente della Regione dia adeguata informazione delle nomine e designazioni da effettuarsi anche attraverso avviso da pubblicarsi nel Bollettino ufficiale della Regione del Veneto;

RITENUTO di dover quindi provvedere alla pubblicazione dell’avviso per la proposizione delle candidature da parte dei soggetti interessati,

RENDE NOTO

  1. che la Giunta regionale deve provvedere alla nomina dei componenti del Consiglio di Amministrazione della Società Ospedale riabilitativo di Alta Specializzazione ORAS S.p.A. di Motta di Livenza (TV) ai sensi della L.R. n. 33/2014 e dell’art. 19 dello Statuto;
  1. che possono presentare proposta di candidatura al Presidente della Giunta regionale entro il sessantesimo giorno antecedente il termine entro cui deve essere effettuata la nomina, e cioè entro il 1° marzo 2024 i soggetti indicati nell’art. 6, commi 6 e 7 della Legge regionale 22 luglio 1997, n. 27;
  1. che il Consiglio di Amministrazione è titolare dei poteri stabiliti dallo Statuto e pertanto possono presentare la propria candidatura i soggetti muniti di esperienza in linea con il profilo da ricoprire;
  1. che le proposte di candidatura vanno indirizzate al Presidente della Giunta regionale e possono essere inviate all’indirizzo di posta elettronica certificata della Regione Veneto: area.sanitasociale@pec.regione.veneto.it con le seguenti modalità:
  1. trasmesse in allegato da casella e-mail non certificata, qualora risultino sottoscritte mediante firma digitale o firma elettronica qualificata, il cui certificato sia rilasciato da un certificatore accreditato;
  2. trasmesse in allegato da casella e-mail non certificata, qualora l’autore del documento sia identificato dal sistema informatico con l’uso della carta di identità elettronica o con la carta nazionale dei servizi;
  3. trasmesse in allegato da casella e-mail non certificata, a seguito di processo di scansione dell’istanza/documento sottoscritto in forma autografa, unitamente ad una copia del documento d’identità del sottoscrittore;
  4. trasmesse dall’autore mediante la propria casella di posta elettronica certificata, cosiddetta PEC-ID, per la quale le credenziali di accesso siano state rilasciate previa identificazione del titolare, e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel messaggio o in un suo allegato.

I documenti allegati al messaggio, dovranno essere trasmessi in uno dei formati file ammessi (.pdf, .pdf/A, .odf, .txt, .jpg, .gif, .tiff, .xml.). L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità in ordine alla mancata ricezione di messaggi non conformi a quanto sopra o alle caratteristiche pubbliche nel sito internet www.regione.veneto.it. In alternativa, è comunque possibile recapitare le proposte all’indirizzo dell’Area Sanità e Sociale - S. Polo, 2513 - 30121 Venezia:

  • tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento (a tal fine farà fede il timbro dell’ufficio postale accettante);
  • tramite consegna a mano nei seguenti orari: dal lunedì al giovedì 10.00-13.00/14.30-16.00, venerdì 10.00-13.00;
  1. che le proposte di candidatura devono essere redatte in carta libera in conformità a quanto previsto dall’art. 6, commi 3 e 4, della L.R. n. 27/1997, contenenti le dichiarazioni e informazioni rese dall’interessato sotto la propria responsabilità ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR n. 445/2000, debitamente sottoscritte e dovranno riportare i seguenti elementi:
  1. i dati anagrafici e la residenza del candidato;
  2. il titolo di studio;
  3. un curriculum attestante la professione o l’occupazione abituale, il possesso di eventuali requisiti richiesti da leggi, regolamenti o convenzioni agli effetti della nomina, nonché contenente l’elenco delle cariche pubbliche o presso società a partecipazione pubblica ricoperte attualmente o precedentemente;
  1. che alla proposta di candidatura va allegata copia fotostatica non autenticata di un documento di identità in corso di validità, ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445;
  1. che alle proposte di candidatura va allegata una dichiarazione riportante la posizione del candidato al momento della presentazione delle stesse nei confronti delle cause di inconferibilità ed incompatibilità previste dal D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39;
  1. che l’efficacia della nomina è condizionata alla presentazione, al momento dell’accettazione dell’incarico da parte dell’interessato, della dichiarazione di insussistenza di una delle cause di inconferibilità ed incompatibilità previste dal D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39;
  1. che le proposte di candidatura devono contenere la dichiarazione di non versare nelle condizioni di ineleggibilità previste dall’art. 7 del D.Lgs. 31 dicembre 2012, n. 235 o di ineleggibilità specifica all’incarico;
     
  2. che, ai sensi di quanto previsto dall’art. 9 bis della L.R. n. 27/1997, le candidature ritenute idonee restano valide fino alla scadenza del mandato per il quale sono state istruite, ma comunque non oltre la fine della legislatura, solo per sostituzioni che dovessero rendersi necessarie;
     
  3. che il responsabile del procedimento è il Direttore dell’Area Sanità e Sociale;
     
  4. che, ai sensi dell’art. 13 del Regolamento 2016/679/UE - GDPR, i dati personali raccolti saranno trattati dai competenti Uffici regionali, anche tramite strumenti informatici e telematici, per le finalità previste dalla L.R. n. 27/1997, nonché dal Decreto Legislativo 8 aprile 2013, n. 39, secondo i principi previsti dall’art. 5 del GDPR e nei limiti necessari al perseguimento delle finalità predette o connesse alle pubbliche funzioni esercitate, ivi incluse le finalità di archiviazione, di ricerca storica e di analisi per scopi statistici. Il conferimento dei dati è necessario per valutare i requisiti di partecipazione e il possesso dei titoli e la loro mancata indicazione può precludere tale valutazione. I dati forniti possono essere comunicati ad altre amministrazioni pubbliche a fini di verifica di quanto dichiarato ed essere diffusi nei limiti previsti dalla vigente normativa. I dati non saranno trasferiti presso un paese esterno allo Spazio Economico Europeo e non sono sottoposti ad alcun processo decisionale automatizzato.
    I dati raccolti saranno conservati in conformità alle norme sulla conservazione della documentazione amministrativa.
    Il Titolare del trattamento dei dati è la Giunta regionale, con sede a Palazzo Balbi – Dorsoduro, 3901 – 30123 Venezia. Il delegato al trattamento dei dati è il Direttore della Struttura responsabile del procedimento. Gli interessati hanno il diritto di chiedere l’accesso ai dati personali e la rettifica o, ricorrendone gli estremi, la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (art. 15 e ss. del Regolamento); l’apposita istanza è presentata contattando il succitato delegato al trattamento dei dati. Il Responsabile della protezione dei dati (Data Protection Officer) presso la Giunta regionale del Veneto ha sede a Palazzo Sceriman, Cannaregio 168, 30121 Venezia (indirizzo e-mail: dpo@regione.veneto.it, PEC: dpo@pec.regione.veneto.it). Gli interessati, ricorrendone i presupposti, hanno, altresì, il diritto di proporre reclamo al Garante per la Protezione dei dati personali, con sede in Piazza Venezia, 11 - 00187 Roma, o di adire le opportune sedi giudiziarie;
  1. che eventuali informazioni possono essere richieste all’Area Sanità e Sociale – UO Legislazione sanitaria e contenzioso e-mail legislazionesanitaria@regione.veneto.it.

Il Presidente Dott. Luca Zaia

(seguono allegati)

avviso_8_facsimile_proposta_candidatura_522254.pdf
avviso_8_modello_dich_inconf-incompat_522254.pdf

Torna indietro