Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Avviso

Bur n. 11 del 23 gennaio 2024


REGIONE DEL VENETO

Area Sanità e Sociale. Formazione degli elenchi di nominativi di soggetti idonei all'incarico di direttore sanitario delle Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Regionale. D.Lgs. n. 171/2016.

IL DIRETTORE GENERALE
DELL’AREA SANITA’ E SOCIALE

PREMESSO che il Decreto Legislativo 4 agosto 2016, n. 171 "Attuazione della delega di cui all'art. 11, comma 1, lettera p), della Legge 7 agosto 2015, n. 124 in materia di dirigenza sanitaria" all’art. 3 detta disposizioni per il conferimento dell’incarico di direttore sanitario, amministrativo, e ove previsto dalle leggi regionali, di direttore dei servizi socio-sanitari delle aziende ed enti del servizio sanitario nazionale, prevedendo elenchi regionali, da aggiornare con cadenza biennale, degli idonei costituiti previo avviso pubblico e selezione per titoli e colloquio effettuata da una commissione nominata dalla Regione, secondo criteri definiti, entro 120 giorni dall’entrata in vigore del suddetto decreto legislativo, con Accordo in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano, fermi restando i requisiti previsti dall’art. 3, comma 7 e 3 bis, comma 9 del D.Lgs. n. 502/1992.

VISTO il successivo art. 5 del D.Lgs. n. 171/2016, il quale dispone che fino alla costituzione degli elenchi regionali di cui all’art. 3, per il conferimento degli incarichi di direttore amministrativo, sanitario e dei servizi socio-sanitari delle Aziende e Enti del Servizio Sanitario Nazionale e per la valutazione degli stessi, si seguono le procedure vigenti alla data di entrata in vigore del decreto stesso.

CONSIDERATO che l’art. 3 del citato D.Lgs. n. 171/2016 stabilisce che l’elenco regionale di idonei sia aggiornato con cadenza biennale e che l’art. 8 bis del Decreto-Legge n. 75 del 22 giugno 2023, convertito dalla Legge 10 agosto 2023, n. 112, stabilisce che 1. In ragione del perdurare delle necessità organizzative e funzionali conseguenti alla cessata emergenza epidemiologica da COVID-19, nonché dell'esigenza di garantire il raggiungimento degli obiettivi del PNRR, anche al fine di non disperdere le competenze e le professionalità acquisite, fino al 31 dicembre 2025 il limite anagrafico per l'accesso all'elenco nazionale di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 4 agosto 2016, n. 171, e per l'accesso agli elenchi regionali di cui all'articolo 3 del medesimo decreto legislativo n. 171 del 2016 è elevato a sessantotto anni. Fino al termine di validità degli elenchi pubblicati ai sensi del presente articolo, non si applicano i limiti anagrafici previsti dall'articolo 3, comma 7, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, con DGR n. 20 del 16 gennaio 2024 si è dato avvio alla selezione per la formazione degli elenchi di nominativi di soggetti idonei all’incarico di direttore amministrativo, direttore sanitario, direttore dei servizi socio-sanitari delle Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Regionale, tenendo conto della disposizione relativa all’innalzamento del limite anagrafico di cui al D.L. n. 75/2023, la cui efficacia è temporalmente delimitata al 31 dicembre 2025, e precisando che gli elenchi degli idonei saranno approvati con Decreto del Direttore Generale dell’Area Sanità e Sociale.  

ATTESO che la DGR n. 20 del 16 gennaio 2024 ha precisato che, contestualmente all’approvazione dei nuovi elenchi degli idonei cesseranno di avere efficacia gli elenchi approvati con i Decreti del Direttore Generale dell’Area Sanità e Sociale n. 114/2019, n. 16/2021 e n. 57/2021 e che, conseguentemente, coloro che sono attualmente inseriti negli elenchi vigenti, dovranno presentare una nuova candidatura, qualora in possesso dei requisiti più sotto indicati.

PRESO ATTO che la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano non ha ancora definito i criteri da indicare nell’avviso pubblico per la valutazione dei titoli formativi e professionali, scientifici e di carriera dei candidati, come richiesto dal menzionato art. 3 del D.Lgs. n. 171/2016, per la formazione dei nuovi elenchi sarà seguita la procedura già definita con la DGR n. 571/2019, ai sensi della quale, in armonia con i principi dettati dal D.Lgs n. 171/2016, sarà costituita una commissione per la valutazione degli idonei composta da esperti di qualificate istituzioni scientifiche indipendenti che non si trovino in conflitto di interessi, di comprovata professionalità e competenza nelle materie oggetto degli incarichi di cui uno designato dalla Regione, commissione che procederà alla valutazione dei requisiti e alla caratterizzazione della preparazione ed esperienza acquisita dai candidati, in linea con il ruolo direzionale di cui al presente avviso.

DATO ATTO che i nuovi elenchi di nominativi saranno formalizzati con successivo Decreto del Direttore dell’Area Sanità e Sociale, prevedendone la messa a disposizione, a cura della medesima struttura, ai direttori generali delle Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Regionale, e che in considerazione di quanto disposto dell’art. 8 bis del Decreto-Legge n. 75 del 2023 gli elenchi che saranno formati ad esito della selezione avviata con il presente provvedimento avranno validità fino al 31 dicembre 2025.

ATTESO che possono presentare candidatura i soggetti in possesso dei seguenti requisiti:

- età inferiore a 68 anni;

- laurea in medicina e chirurgia;

- esperienza almeno quinquennale di qualificata attività di direzione tecnico-sanitaria svolta nei sette anni precedenti il conferimento dell’incarico in enti o strutture sanitarie, pubbliche o private di media o grande dimensione;

- possesso dell’attestato rilasciato all’esito del corso di formazione in materia di sanità pubblica e di organizzazione e gestione sanitaria (D.Lgs.171/2016), oppure dell’attestato di formazione manageriale rilasciato ai sensi degli articoli 15 e 16-quinquies del D.Lgs. n. 502/1992 e del DPR 484/1997 come previsto anche dalla DGR n. 774/2020;

RITENUTO di dover quindi provvedere alla pubblicazione dell’avviso per la proposizione delle candidature da parte dei soggetti interessati;

RENDE NOTO

  1. che i soggetti interessati possono presentare proposta di candidatura alla Direzione generale dell’Area Sanità e Sociale della Regione del Veneto entro il trentesimo giorno dalla pubblicazione del presente avviso nel Bollettino ufficiale della Regione Veneto, e cioè entro il 22 febbraio 2024;
     
  2. che le proposte di candidatura vanno indirizzate al Direttore generale dell’Area Sanità e Sociale e possono essere inviate:
  •  all’indirizzo di posta elettronica certificata di Area: area.sanitasociale@pec.regione.veneto.it con le seguenti modalità:
    1. trasmesse in allegato da casella e-mail non certificata, qualora risultino sottoscritte mediante firma digitale o firma elettronica qualificata, il cui certificato sia rilasciato da un certificatore accreditato;
    2. trasmesse in allegato da casella e-mail non certificata, qualora l’autore del documento sia identificato dal sistema informatico con l’uso della carta di identità elettronica o con la carta nazionale dei servizi;
    3. trasmesse in allegato da casella e-mail non certificata, a seguito di processo di scansione dell’istanza/documento sottoscritto in forma autografa, unitamente ad una copia del documento d’identità del sottoscrittore;
    4. trasmesse dall’autore mediante la propria casella di posta elettronica certificata, cosiddetta PEC-ID, per la quale le credenziali di accesso siano state rilasciate previa identificazione del titolare, e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel messaggio o in un suo allegato.

I documenti allegati al messaggio, dovranno essere trasmessi in uno dei formati file ammessi (.pdf, .pdf/A, .odf, .txt, .jpg, .gif, .tiff, .xml.). L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità in ordine alla mancata ricezione di messaggi non conformi a quanto sopra o alle caratteristiche pubbliche nel sito internet www.regione.veneto.it.;

  • tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento (a tal fine farà fede il timbro dell’ufficio postale accettante);
  1. che le proposte di candidatura devono essere redatte in carta libera e che alla proposta di candidatura va allegata copia fotostatica non autenticata di un documento di identità in corso di validità, ai sensi dell’art. 38 del DPR 28 dicembre 2000, n. 445;
     
  2. che alla proposta di candidatura andrà allegato il curriculum vitae nel formato europeo e la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà sull’assenza di cause di inconferibilità e incompatibilità;
     
  3. che le proposte di candidatura devono contenere la dichiarazione di non versare nelle cause ostative di cui all’articolo 3, comma 11, del D.Lgs. n. 502/1992;
     
  4. che il responsabile del procedimento è il Direttore generale dell’Area Sanità e Sociale;
     
  5. che, ai sensi dell’art. 13 del Regolamento 2016/679/UE - GDPR, i dati personali raccolti saranno trattati dai competenti Uffici regionali, anche in forma automatizzata, per le finalità previste dal Decreto Legislativo 8 aprile 2013, n. 39. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e il mancato conferimento non consente l’espletamento dell’istruttoria della candidatura. I dati sono oggetto di comunicazione e di diffusione nei limiti previsti dalla vigente normativa; i dati sono raccolti e saranno conservati in conformità alle norme sulla conservazione della documentazione amministrativa.

    Il Titolare del trattamento dei dati è la Giunta regionale, con sede a Palazzo Balbi – Dorsoduro, 3901 – 30123 Venezia. Il delegato al trattamento dei dati è il Direttore della Struttura responsabile del procedimento. Gli interessati hanno il diritto di chiedere l’accesso ai dati personali e la rettifica o, ricorrendone gli estremi, la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (art. 15 e ss. del Regolamento); l’apposita istanza è presentata contattando il succitato delegato al trattamento dei dati. Il Responsabile della protezione dei dati (Data Protection Officer) presso la Giunta regionale del Veneto ha sede a Palazzo Sceriman, Cannaregio 168, 30121 Venezia (indirizzo pec: dpo@pec.regione.veneto.it). Gli interessati, ricorrendone i presupposti, hanno, altresì, il diritto di proporre reclamo al Garante per la Protezione dei dati personali, con sede in Piazza Venezia, 11 – 00187 Roma;
  1. che eventuali informazioni possono essere richieste all’Area Sanità e Sociale e-mail:
    area.sanitasociale@regione.veneto.it.

Il Direttore generale Massimo Annicchiarico

(La deliberazione della Giunta regionale n. 20 del 16 gennaio 2024 è pubblicata in parte seconda - sezione seconda del presente Bollettino, ndr)

(seguono allegati)

1_modello_candidatura_DS_521593.pdf
2_dichiaraz_incom_521593.pdf

Torna indietro