Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Avviso

Bur n. 3 del 05 gennaio 2024


REGIONE DEL VENETO

Avviso n. 1 del 5 gennaio 2024. Proposte di candidatura per la nomina a Consigliere in rappresentanza della Regione del Veneto nell'Assemblea del Consorzio di bonifica Acque Risorgive in sostituzione del rappresentante regionale dimissionario (L.R. 8 maggio 2009, n. 12).

IL PRESIDENTE

VISTA la Legge regionale 8 maggio 2009, n. 12 “Nuove norme per la bonifica e la tutela del territorio” e s.m.i.;

VISTO in particolare, l’art. 6, comma 1, lett. b) della citata L.R. n. 12/2009 che attribuisce alla Giunta regionale la competenza della nomina di un rappresentante regionale in seno all’Assemblea dei Consorzi di bonifica;

VISTA la DGR n. 177 del 14 febbraio 2020, con la quale è stata disposta la nomina dei Consiglieri in rappresentanza della Regione del Veneto nelle Assemblee e nei Consigli di Amministrazione dei Consorzi di bonifica del territorio regionale;

CONSIDERATO che il rappresentante regionale nell’Assemblea del Consorzio di bonifica Acque Risorgive originariamente nominato con la DGR n. 177 del 14 febbraio 2020 sopra richiamata, ha provveduto a comunicare al Consorzio le proprie dimissioni dall’incarico di Consigliere con nota prot. n. 15553 del 23/11/2022, prot. regionale n. 542681 del 24/11/2022;

VALUTATA pertanto la necessità di dare avvio all’iter istruttorio per l’individuazione del nuovo rappresentante regionale nell’Assemblea del Consorzio di bonifica Acque Risorgive, in sostituzione del rappresentante regionale dimissionario;

DATO atto che l’art. 5, comma 2 della L.R. n. 12/2009 stabilisce che «gli organi del consorzio durano in carica cinque anni e, alla scadenza del termine, rimangono in carica per la gestione del consorzio fino all’insediamento dei rispettivi nuovi organi»;

DATO atto altresì che l’Assemblea del Consorzio di bonifica Acque Risorgive scadrà il 14 dicembre 2024 e che le elezioni consortili si terranno nel mese di dicembre 2024;

VISTA la Legge regionale 22 luglio 1997, n. 27, che disciplina le nomine di competenza regionale e, in particolare, l’art. 5, comma 2 e l’art. 9 bis, comma 1 della medesima;

VISTO altresì in particolare l’art. 5, comma 3, della L.R. n. 27/1997, che stabilisce che il Presidente della Regione dia adeguata informazione delle nomine e designazioni da effettuarsi anche attraverso avviso da pubblicarsi nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto;

RITENUTO di dover quindi provvedere alla pubblicazione dell’avviso per la proposizione delle candidature da parte dei soggetti interessati,

RENDE NOTO

  1. che la Giunta regionale deve provvedere alla nomina di un rappresentante regionale in seno all’Assemblea del Consorzio di bonifica Acque Risorgive, in sostituzione del rappresentante dimissionario originariamente nominato con DGR n. 177 del 14 febbraio 2020, ai sensi dell’art. 6, comma 1, lett. b), della Legge regionale 8 maggio 2009, n. 12, che sarà in carica per il periodo fino all’insediamento della nuova assemblea del Consorzio di bonifica;
  1. che possono presentare proposta di candidatura al Presidente della Giunta regionale entro il trentesimo giorno dalla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto e cioè entro il 4/02/2024, i soggetti indicati nell’art. 6, commi 6 e 7 della Legge regionale 22 luglio 1997, n. 27;
  1. che le proposte di candidatura vanno indirizzate al Presidente della Giunta regionale e possono essere inviate all’indirizzo di posta elettronica certificata della Regione Veneto: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it con le seguenti modalità:
    1. trasmesse in allegato da casella e-mail non certificata, qualora risultino sottoscritte mediante firma digitale o firma elettronica qualificata, il cui certificato sia rilasciato da un certificatore accreditato;
    2. trasmesse in allegato da casella e-mail non certificata, qualora l’autore del documento sia identificato dal sistema informatico con l’uso della carta di identità elettronica o con la carta nazionale dei servizi;
    3. trasmesse in allegato da casella e-mail non certificata, a seguito di processo di scansione dell’istanza/documento sottoscritto in forma autografa, unitamente ad una copia del documento d’identità del sottoscrittore;
    4. trasmesse dall’autore mediante la propria casella di posta elettronica certificata, cosiddetta PEC-ID, per la quale le credenziali di accesso siano state rilasciate previa identificazione del titolare, e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel messaggio o in un suo allegato.

I documenti allegati al messaggio, dovranno essere trasmessi in uno dei formati file ammessi (.pdf, .pdf/A, .odf, .txt, .jpg, .gif, .tiff, .xml.). L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità in ordine alla mancata ricezione di messaggi non conformi a quanto sopra o alle caratteristiche pubblicate nel sito internet www.regione.veneto.it. In alternativa, è comunque possibile recapitare le proposte all’indirizzo del Presidente della Giunta regionale – Protocollo Generale, Palazzo Grandi Stazioni, Fondamenta S. Lucia, Cannaregio, 23 - 30121 Venezia:

  • tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento (a tal fine farà fede il timbro dell’ufficio postale accettante);
  • tramite consegna a mano nei seguenti orari: dal lunedì al giovedì 10.00-13.00/14.30-16.00, venerdì 10.00-13.00;
  1. che le proposte di candidatura devono essere redatte in carta libera in conformità a quanto previsto dall’art. 6, commi 3 e 4, della L.R. n. 27/1997 e dell’art. 10, comma 1, lett. b), della Legge regionale 8 maggio 2009, n. 12;
  1. che alla proposta di candidatura va allegata copia fotostatica non autenticata di un documento di identità in corso di validità, ai sensi dell’art. 38 del DPR 28 dicembre 2000, n. 445;
  1. che alle proposte di candidatura va allegata una dichiarazione riportante la posizione del candidato al momento della presentazione delle stesse nei confronti delle cause di inconferibilità ed incompatibilità previste dal D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39;
  1. che l’efficacia della nomina è condizionata alla presentazione, al momento dell’accettazione dell’incarico da parte dell’interessato, della dichiarazione di insussistenza di una delle cause di inconferibilità ed incompatibilità previste dal D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39;
  1. che le proposte di candidatura devono contenere la dichiarazione di non versare nelle condizioni di ineleggibilità previste dall’art. 7 del D.Lgs. 31 dicembre 2012, n. 235 o di ineleggibilità specifica all’incarico;
  1. che il responsabile del procedimento è il Direttore della Direzione Adg FEASR bonifica e irrigazione;
  1. che, ai sensi dell’art. 13 del Regolamento 2016/679/UE - GDPR, i dati personali raccolti saranno trattati dai competenti Uffici regionali, anche in forma automatizzata, per le finalità previste dalla L.R. n. 27/1997, nonché dal Decreto Legislativo 8 aprile 2013, n. 39. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e il mancato conferimento non consente l’espletamento dell’istruttoria della candidatura. I dati sono oggetto di comunicazione e di diffusione nei limiti previsti dalla vigente normativa; i dati sono raccolti e saranno conservati in conformità alle norme sulla conservazione della documentazione amministrativa.

    Il Titolare del trattamento dei dati è la Giunta regionale, con sede a Palazzo Balbi – Dorsoduro, 3901 – 30123 Venezia. Il delegato al trattamento dei dati è il Direttore della Struttura responsabile del procedimento. Gli interessati hanno il diritto di chiedere l’accesso ai dati personali e la rettifica o, ricorrendone gli estremi, la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (art. 15 e ss. del Regolamento); l’apposita istanza è presentata contattando il succitato delegato al trattamento dei dati. Il Responsabile della protezione dei dati (Data Protection Officer) presso la Giunta regionale del Veneto ha sede a Palazzo Sceriman, Cannaregio 168, 30121 Venezia (indirizzo e-mail: dpo@regione.veneto.it ). Gli interessati, ricorrendone i presupposti, hanno, altresì, il diritto di proporre reclamo al Garante per la Protezione dei dati personali, con sede in Piazza di Monte Citorio n. 121 - 00186 Roma;
  1. che eventuali informazioni possono essere richieste alla Direzione Adg FEASR bonifica e irrigazione tel. 041/279.5253, fax  041/279.5492, e-mail: adgfeasr@pec.regione.veneto.it.

IL PRESIDENTE Dott. Luca Zaia

(seguono allegati)

1_facsimile_proposta_candidatura_520323.pdf
1_mod_dichiaraz_inconferibilita_incompatibilita_520323.pdf

Torna indietro