Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 175 del 20/11/2020
Scarica la versione firmata del BUR n. 175 del 20/11/2020
Scarica versione stampabile Atto di Enti Vari

Bur n. 175 del 20 novembre 2020


Materia: Protezione civile e calamità naturali

COMMISSARIO DELEGATO PRIMI INTERVENTI URGENTI DI PROTEZIONE CIVILE IN CONSEGUENZA DEGLI ECCEZIONALI EVENTI METEOROLOGICI CHE HANNO INTERESSATO IL TERRITORIO DELLA REGIONE VENETO, DAL 27 OTTOBRE AL 5 NOVEMBRE 2018

Decreto n. 879 del 26 giugno 2020

OCDPC n. 558/2018. Piano degli interventi a valere sulle assegnazione di risorse finanziarie di cui al D.P.C.M. del 27/02/2019, relativo allo stanziamento disposto ai sensi dell'art. 1, comma 1028 della L. n. 145/2018, annualità 2020. O.C. 4 del 21/04/2020. Int. LN145-2020-558-BL-304 (VENSTR-12-2020) - Aumento della resilienza dei collegamenti intervallivi. S.R.48 "delle Dolomiti" - Adeguamento idraulico dei ponti in loc. Rio Gere e Lago Scin in comune di Cortina d'Ampezzo - CUP J47H20000260001. Importo Complessivo Euro 3.500.000,00. Approvazione progetto definitivo ai sensi del Decreto Legislativo 50/2016, e s.m.i., art. 27 e del D.P.R. 8 giugno 2001 n. 327 art. 12, c. 1, lett. a).

IL SOGGETTO ATTUATORE PER IL SETTORE VIABILITA’

PREMESSO che nei mesi di ottobre e novembre 2018 il territorio della Regione del Veneto è stato colpito da particolari eventi meteorologici che hanno causato gravi danni al patrimonio boschivo nonché al patrimonio pubblico e privato nelle aree montane, costiere e in prossimità dei grandi fiumi con forti venti, mareggiate, frane e smottamenti;

PREMESSO che con Decreto del Presidente della Regione del Veneto n. 135 del 27 ottobre 2018, pubblicato sul BUR n. 114 del 16 novembre 2018, è stata attivata e convocata l'Unità di Crisi Regionale U.C.R. ai sensi del "Protocollo operativo per la gestione delle Emergenze" nell'ambito del Sistema Regionale di Protezione Civile (D.G.R. n. 103 dell'11 febbraio 2013);

PREMESSO che con Decreto del Presidente della Regione del Veneto n. 136 del 28 ottobre 2018, integrato da successivo decreto n. 139 del 29 ottobre 2018, pubblicati sul BUR n. 114 del 16 novembre 2018, a seguito delle criticità riscontrate è stato dichiarato lo “stato di crisi” ai sensi dell’art. 106, comma 1 lett. a) della L.R. n. 11/2001;

PREMESSO che con Decreto del 29 ottobre 2018, pubblicato nella G.U. n. 253 del 30 ottobre 2018, il Presidente del Consiglio dei Ministri, ai sensi dell’art. 23, comma 1 del D.Lgs. n. 1/2018, ha disposto la mobilitazione straordinaria del Servizio Nazionale di Protezione Civile a supporto della Regione Veneto al fine di favorire le operazioni di soccorso nei territori colpiti dagli eccezionali eventi;

PREMESSO che con Delibera del Consiglio dei Ministri dell’8 novembre 2018, pubblicata nella G.U. n. 266 del 15 novembre 2018, in esito alle attività di cui al predetto decreto, ai sensi dell’art. 7, comma 1 lett. c) e dell’art. 24 del D.Lgs. n. 1/2018, è stato deliberato, per 12 mesi a far data dal provvedimento medesimo, lo “stato di emergenza” nei territori colpiti dall’evento, ad oggi prorogato di ulteriori 12 mesi con D.C.M. del 21/11/2019;

PREMESSO che il medesimo provvedimento prevede che, per l’attuazione degli interventi da effettuare nella vigenza dello “stato di emergenza”, ai sensi dell’art. 25, del D.Lgs. n. 1/2018, si provvede con ordinanze, emanate dal Capo del Dipartimento della Protezione civile, acquisita l’intesa della regione e delle province autonome interessate, in deroga a ogni disposizione vigente e nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento giuridico;

VISTA l’Ordinanza del Capo Dipartimento Protezione Civile n. 558 del 15 novembre 2018 che ha nominato il Presidente della Regione del Veneto Commissario Delegato per i primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno interessato il territorio della Regione Veneto dal 27 ottobre al 5 novembre 2018;

VISTA l’Ordinanza del Commissario Delegato n. 1 del 23 novembre 2018 che ha individuato e nominato l’Ing. Silvano Vernizzi, Direttore Generale della Società Veneto Strade S.p.A. quale Soggetto Attuatore per il Settore Viabilità per tutti gli interventi ricadenti nella competenza della Società Veneto Strade S.p.A.;

VISTA la nota commissariale n. 55586 del 08 febbraio 2019 dalla quale si evince che il Soggetto Attuatore potrà espletare anche le funzioni di Responsabile Unico del Procedimento o individuare, in avvalimento presso la propria struttura il R.U.P.;

VISTO l’art. 4 dell’O.C.D.P.C. 558/2018 comma 1 che autorizza i Commissari Delegati e/o i soggetti attuatori a provvedere in deroga a leggi e specifiche disposizioni statali e regionali, sulla base di apposita motivazione, per la realizzazione delle attività urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno interessato il territorio della Regione del Veneto a partire dal mese di ottobre 2018;

VISTE le note commissariali n. 62230 del 10/02/2020, 107499 del 06/03/2020 e n. 129848 del 23/03/2020 con le quali è stato tramesso al Dipartimento della Protezione Civile per la relativa autorizzazione, il Piano degli interventi, annualità 2020;

VISTE le note dipartimentali n. POST/16615 del 26/03/2020, n. POST/19008 del 03/04/2020 e n. POST/20670 del 9/04/2020 con le quali il Capo Dipartimento della Protezione civile ha approvato il suddetto Piano degli interventi, annualità 2020;

CONSIDERATO che con Ordinanza  del Commissario Delegato n. 4 del 21 aprile 2020 sono stati approvati gli elenchi del Piano degli interventi di cui all’art 1, comma 1028, della L. n. 145/2018, annualità 2020;

CONSIDERATO che negli elenchi di cui sopra, nell’allegato B, è inserito anche l’intervento LN145-2020-558-BL-304 (VENSTR-12-2020) - Aumento della resilienza dei collegamenti intervallivi. S.R.48 “delle Dolomiti” - Adeguamento idraulico dei ponti in loc. Rio Gere e Lago Scin in comune di Cortina d’Ampezzo, dell’importo complessivo di € 3.500.000,00.*;

CONSIDERATO che la Società Veneto Strade S.p.A. a seguito degli atti di concessione stipulati con la Regione Veneto e le Province del Veneto è altresì concessionaria della strada oggetto di intervento;

CONSIDERATO che con la stessa Ordinanza del Commissario Delegato n. 4 del 21 aprile 2020 per gli interventi di cui al sopracitato allegato B è stata impegnata la somma complessiva di € 212.504.778,79.* sulla contabilità speciale n. 6108, intestata a “C.D.PRES.REG.VENETO – O.558-18”;

CONSIDERATO che è stato redatto, a cura del raggruppamento temporaneo tra A.I. progetti, architettura.ingegneria s.c. e G & T S.r.l., il progetto definitivo in epigrafe, costituito dai seguenti elaborati:

Ponte sul Rio Gere

RTG  RELAZIONE TECNICA GENERALE

RCS  RELAZIONE CALCOLO STRUTTURALE

RTM RELAZIONE GEOLOGICO GEOTECNICA

RPA  RELAZIONE PAESAGGISTICA

CSA  DISCIPLINARE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE DEGLI ELEMENTI TECNICI

QE    QUADRO ECONOMICO DI PROGETTO

CME COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

EPU  ELENCO PREZZI UNITARI

PSC   PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO

FC01 FASI COSTRUTTIVE - FASE 1

FC02 FASI COSTRUTTIVE - FASE 2

CRP  CRONOPROGRAMMA

A01   INQUADRAMENTO GENERALE ED URBANISTICO

A02   INQUADRAMENTO FOTOGRAFICO

A03   PLANIMETRIA GENERALE STATO DEI LUOGHI

A04   PLANIMETRIA GENERALE DI PROGETTO

A05   SEZIONI TIPOLOGICHE

A06   PROFILO LONGITUDINALE

A07   COMPARAZIONE STATO DI FATTO - STATO DI PROGETTO

A08   FOTOINSERIMENTI E SEZIONE SU CONTESTO

A09   LIBRETTO DELLE SEZIONI

S01   FONDAZIONI

S02   SPALLE E APPOGGI

S03   SEZIONI

S04   PIANTE

S05   IMPALCATO

G01   PLANIMETRIA GENERALE E SEZIONI TPOLOGICHE DIFESA SPONDALE PONTE RIO GERE

I01    PLANIMETRIA SMISTAMENTO ACQUE

E01    PLANIMETRIA PARTICELLARE D'ESPROPRIO E OCCUPAZIONE PONTE DI RIO GERE

E02   STIMA ECONOMICA ESPROPRI

         DICHIARAZIONE DI NON NECESSITA’ DI VALUTAZIONE DI INCIDENZA

 

Ponte Lago Scin

RTG  RELAZIONE TECNICA GENERALE

RCS  RELAZIONE CALCOLO STRUTTURALE

RTM RELAZIONE GEOLOGICO GEOTECNICA

RPA  RELAZIONE PAESAGGISTICA

CSA  DISCIPLINARE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE DEGLI ELEMENTI TECNICI

QE    QUADRO ECONOMICO DI PROGETTO

CME COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

EPU  ELENCO PREZZI UNITARI

PSC   PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO

FC     FASI COSTRUTTIVE

CRP  CRONOPROGRAMMA

A01   INQUADRAMENTO GENERALE ED URBANISTICO

A02   INQUADRAMENTO FOTOGRAFICO

A03   PLANIMETRIA GENERALE STATO DEI LUOGHI

A04   PLANIMETRIA GENERALE DI PROGETTO

A05   SEZIONI TIPOLOGICHE E PROFILO LONGITUDINALE

A06   COMPARAZIONE STATO DI FATTO - STATO DI PROGETTO

A07   FOTOINSERIMENTO E SEZIONE SU CONTESTO

S01   FONDAZIONI

S02   SPALLE E APPOGGI

S03   SEZIONI

S04   IMPALCATO

G01   PLANIMETRIA GENERALE E SEZIONI TPOLOGICHE DIFESA SPONDALE PONTE LAGO SCIN

E01    PLANIMETRIA PARTICELLARE D'ESPROPRIO E OCCUPAZIONE PONTE LAGO SCIN

E02   STIMA ECONOMICA ESPROPRI

         DICHIARAZIONE DI NON NECESSITA’ DI VALUTAZIONE DI INCIDENZA

 

PRECISATO che tale progetto include opere, quali il ponte in loc. Lago Scin, che sono però escluse dalla successiva procedura di appalto;

CONSIDERATO che per il progetto definitivo sopramenzionato si evidenzia una spesa complessiva di € 4.550.000,00.* così ripartita:

 

A

LAVORI

 

 

A1

Lavori soggetti a ribasso d’asta

3.445.033,94

 

A2

Oneri di sicurezza

59.267,10

 

 

TOTALE LAVORI A.Q.

 

3.504.301,04

B

SOMME A DISPOSIZIONE DELL’AMMINISTRAZIONE

 

B1

Lavori in economia esclusi dall’appalto

3.607,16

 

B7

Spese tecniche

 

 

 

a) progettazione, validazione, attività preliminari, CSP, CSE,
Direzione lavori, assistenza giornaliera, contabilità, collaudo

150.000,00

 

 

b) altro (2% finanziamento)

70.000,00

 

B10

Spese per versamento contributo ANAC

600,00

 

B11

Spese per accertamenti di laboratorio e collaudi

1.000,00

 

B12

IVA 22% (su A+B)

820.491,80

 

 

TOTALE SOMME A DISPOSIZIONE

 

1.045.698,96

 

TOTALE PROGETTO

4.550.000,00

 

 

PRECISATO che nella successiva fase di progettazione esecutiva si procederà allo stralcio di alcune lavorazioni secondarie, portando il quadro economico di progetto esecutivo alla spesa complessiva di  € 3.500.000,00.*, pari a finanziamento concesso per l’intervento in oggetto;

RILEVATO che con nota prot. 128557 del 20/03/2020 il Soggetto Attuatore per il Settore Viabilità ha indetto la Conferenza dei Servizi decisoria, in forma semplificata ed in modalità asincrona, ex art. 14-bis, Legge n. 241/1990 e s.m.i., finalizzata all’acquisizione dei pareri, intese, concerti, nulla osta o altri atti di assenso, comunque denominati, da parte delle Amministrazioni competenti;

CONSIDERATO che con Decreto n. 802 del 17/06/2020 il Soggetto Attuatore per il Settore Viabilità ha decretato la positiva Determinazione conclusiva della Conferenza dei Servizi decisoria sopra richiamata;

CONSIDERATO inoltre che l’intervento in oggetto è dichiarato urgente, indifferibile e di pubblica utilità, e pertanto ai sensi dell’art. 1 comma 7 dell’O.C.D.P.C. 558/2018 costituisce variante agli strumenti urbanistici vigenti;

VISTO il D.Lgs. 18/04/2016 n. 50 e s.m.i.;

VISTO il D.P.R. n. 207/2011 e s.m.i.;

VISTO il D.P.R. n. 327/2001 e s.m.i.;

VISTA l’O.C.D.P.C. n. 558/2018;

VISTA l’Ordinanza n. 1 del 23/11/2018 del Commissario Delegato;

ACCERTATA la regolarità degli atti presentati;

DECRETA

1.         di dare atto che quanto riportato in premessa costituisce parte integrante del presente provvedimento;

2.         di approvare in linea tecnica ed economica il progetto definitivo, a cura del raggruppamento temporaneo tra A.I. progetti, architettura.ingegneria s.c. e G & T S.r.l., relativo all’intervento LN145-2020-558-BL-304 (VENSTR-12-2020) - Aumento della resilienza dei collegamenti intervallivi. S.R.48 “delle Dolomiti” - Adeguamento idraulico dei ponti in loc. Rio Gere e Lago Scin in comune di Cortina d’Ampezzo, anche ai fini della pubblica utilità che viene qui dichiarata ai sensi del Decreto Legislativo 32/2019, e s.m.i., art. 27 e del D.P.R. 8 giugno 2001 n. 327 art.12, c. 1, lett. a);

3.         di prendere atto che il progetto di cui sopra si compone degli elaborati elencati nelle premesse;

4.         di dare atto che l’intervento in oggetto è urgente, indifferibile e di pubblica utilità, e pertanto ai sensi dell’art. 1 comma 7 dell’O.C.D.P.C. 558/2018 costituisce variante agli strumenti urbanistici vigenti;

5.         di dare atto che le funzioni di R.U.P. di cui all’art. 31 del D.Lgs. n. 50/2016 sono svolte dall’Ing. Silvano Vernizzi, in qualità di Soggetto Attuatore del Settore Ripristino Viabilità;

6.         che in qualità di Responsabile Unico del Procedimento metterà in atto tutto quanto necessario per il proseguimento della fase di progettazione esecutiva;

7.         il presente Decreto è pubblicato sul sito internet di Veneto Strade Spa nell’apposita sezione Piattaforma Gare e Albo Fornitori e sul sito internet della Regione del Veneto nell’apposita sezione Sicurezza del Territorio dedicata alla Gestione Commissariali e Post Emergenziali.

IL SOGGETTO ATTUATORE PER IL SETTORE VIABILITA' Ing. Silvano Vernizzi

Torna indietro