Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 175 del 20/11/2020
Scarica la versione firmata del BUR n. 175 del 20/11/2020
Scarica versione stampabile Atto di Enti Vari

Bur n. 175 del 20 novembre 2020


Materia: Protezione civile e calamità naturali

COMMISSARIO DELEGATO PRIMI INTERVENTI URGENTI DI PROTEZIONE CIVILE IN CONSEGUENZA DEGLI ECCEZIONALI EVENTI METEOROLOGICI CHE HANNO INTERESSATO IL TERRITORIO DELLA REGIONE VENETO, DAL 27 OTTOBRE AL 5 NOVEMBRE 2018

Decreto n. 1261 del 12 agosto 2020

OCDPC n. 558/2018 - Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno interessato il territorio delle regioni Calabria, Emilia Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Toscana, Sardegna, Siciliana, Veneto e delle Province autonome di Trento e Bolzano, colpito dagli eccezionali eventi meteorologici verificatisi a partire dal mese di ottobre 2018. Ordinanza Commissariale n. 4 del 21/04/2020 - Allegato B) - Piano Interventi - annualità 2020 - Cod. Univoco Int. LN145-2020-558-PD-245 Lavori di ripristino e ristrutturazione interna delle canne delle botti a sifone di Conche di Codevigo e Corte di Piove di Sacco - Primo stralcio (ID 014-20) CUP J53H20000410001. Soggetto attuatore - Ing. Francesco Veronese. SNB Service srl Indagine relativa al rischio bellico residuo (VRB) CIG: ZA72D177B6. Liquidazione di Euro 7.015,00 (IVA compresa) Relativi al sando finale.

IL SOGGETTO ATTUATORE SETTORE IDROGEOLOGICO

Premesso che:

- con Delibera del Consiglio dei Ministri del 8/11/2018 è stato dichiarato lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno interessato il territorio del Veneto e di altre regioni verificatesi a partire dal mese di ottobre 2018;

- con Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n. 558 del 15/11/2018, recante “Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno interessato il territorio delle regioni Calabria, Emilia Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Toscana, Sardegna, Siciliana, Veneto e delle Province autonome di Trento e Bolzano, colpito dagli eccezionali eventi meteorologici verificatisi a partire dal mese di ottobre 2018.”, è stato nominato il Presidente della Regione del Veneto Commissario quale delegato per i primi interventi urgenti di protezione civile;

- con ordinanza n. 4 del 21 aprile 2020 il Commissario Delegato ha individuato l’Ing. Francesco Veronese, Direttore del Consorzio di Bonifica Bacchiglione, quale Soggetto Attuatore per l’intervento in oggetto;

Considerato che il Commissario Delegato con l'Ordinanza n.° 4 del 21.04.2020:

  • ha approvato, come autorizzato dal Dipartimento della Protezione Civile con le note n. POST/16615 del 26/03/2020, n. POST/19008 del 03/04/2020 e n. POST/20670 del 09/04/2020, l’elenco costituente il Piano degli interventi relativi all’annualità 2020 (Allegato B all’ordinanza), al cui interno è previsto l’intervento per i “Lavori di ripristino e ristrutturazione interna delle canne delle botti a sifone di Conche di Codevigo e Corte di Piove di Sacco - Primo stralcio”, per l’importo complessivo di € 1.000.000,00, distinto in oggetto;
  • ha individuato, in relazione al Piano degli interventi di cui al punto precedente, i relativi Soggetti Attuatori come dettagliato nel medesimo allegato B, colonna H, in attuazione dell’art. 1, comma 6, della O.C.D.P.C. n. 558/2018;
  • ha impegnato la somma complessiva di Euro 212.504.778,79 a valere sulla quota di Euro 255.315.249,92 di cui allo stanziamento ai sensi dell’art. 1, comma 1028, della L. n. 145/2018, annualità 2020, come indicato nell’Allegato A – Quadro economico della Contabilità commissariale n. 6108 (riga 2, colonna 2), che forma parte integrante e sostanziale del suddetto provvedimento;

Considerato altresì che:

  • l' art. 1 comma 7 dell’Ordinanza n. 558/2018 stabilisce che: "Gli interventi di cui alla presente ordinanza sono dichiarati urgenti, indifferibili e di pubblica utilità ed, ove occorra, costituiscono variante agli strumenti urbanistici vigenti";
  • in considerazione dell’urgenza dei lavori si prevede che l’aggiudicazione definitiva dei lavori a base d’asta avvenga entro il 30 settembre 2020;

Vista l’ordinanza presidenziale del Consorzio di bonifica Bacchiglione n. 16 del 20 maggio 2020;

Preso atto che, il Soggetto Attuatore ha provveduto, con determina prot. n. 2020/0012496 del 20.05.2020, alla nomina dell’Ing. Michele Marchiori, Capo Settore Tecnico Interventi Innovativi del Consorzio di bonifica Bacchiglione, quale Responsabile unico del procedimento per l’intervento di cui al Cod. Univoco Int. LN145-2020-558-PD-245 - Lavori di ripristino e ristrutturazione interna delle canne delle botti a sifone di Conche di Codevigo e Corte di Piove di Sacco - Primo stralcio – CUP J53H20000410001, attribuendogli tutte le funzioni, i poteri e le facoltà previste dall’art. 31 del D. Lgs. n.50/2016, tenuto anche conto delle Linee guida n. 3 dell’A.N.A.C. approvate con deliberazione n. 1096/2016 e aggiornate al D. Lgs. n. 56/2017 con deliberazione n. 1007/2017 e del Comunicato del Presidente della medesima Autorità in data 14 dicembre 2016;

Rilevato che, in considerazione dell’urgenza, si rende necessario l’affidamento dei servizi di seguito indicati, nelle more della definizione delle modalità di gestione del finanziamento di Euro 1.000.000,00= di cui all’ Ordinanza n. 4/2020, il Soggetto Attuatore ha acquisito da professionisti di comprovata esperienza e professionalità, esecutori con esito positivo di analoghe attività professionali riferite a pregressi interventi, i preventivi per lo svolgimento delle attività di

  • Progettazione definitiva-esecutiva (comprensiva di relazioni specialistiche ambientali, paesaggistica e geologica), Direzione Lavori, Coordinamento della Sicurezza in fase di Progettazione ed Esecuzione;
  • Indagine propedeutica alla redazione del progetto distinta in:
    • Rilievi topografici, a monte e valle delle botti;
    • Rilievi batimetrici dell’alveo del fiume Brenta in corrispondenza delle botti;
    • Indagine relativa al rischio bellico residuo (VRB), ai fini delle valutazione del rischio bellico da parte del CSP;
    • Analisi ambientali sulle terre e rocce di scavo, geotecniche e sismiche;

visti

- l’incarico per le attività di “Indagine relativa al rischio bellico residuo (VRB), ai fini delle valutazione del rischio bellico da parte del CSP” affidato alla ditta SNB Service srl con sede in Padova, Via Giovanni Boccaccio, 34Q, per  l’importo complessivo di Euro 7.015,00 - CIG ZA72D177B6, come da lettera di affidamento prot. n. 12955 del 03.06.20202 conseguente al decreto di affidamento repertoriato dalla struttura commissariale in data 01.06.20202 al n. 653;

- la condizione necessaria per il pagamento: restituzione degli esiti delle indagini strumentali con valutazione del rischio bellico residuo a supporto delle valutazioni del CSP per la maturazione del pagamento in unica soluzione del correspettivo previsto dalle condizioni di pagamento di cui al punto 5 della lettera di affidamento;

- la trasmissione da parte ditta SNB Service srl degli esiti della indagini strumentali condotte di cui al punto precedente determinando la completata e regolare esecuzione del servizio affidato e la mutazione del diritto al pagamento a saldo delle attività;

- la fattura n. FPA 90/20 datata 04.08.2020 ditta SNB Service srl di € 5.750,00 per l’importo complessivo di € 7.015,00 (IVA compresa);

- la tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi della L. 136/2010 e schede dati anagrafici,

- il D.U.R.C. in corso di validità;

Ritenuto pertanto, per le motivazioni sopra esposte, di provvedere:

- alla liquidazione alla ditta SNB Service srl con sede in Padova, Via Giovanni Boccaccio, 34Q dell’importo di € 5.750,00 pari all’imponibile IVA, mediante pagamento sul c/c bancario indicato in fattura;

- di versare all’Erario l’IVA pari ad € 1.265,00, in applicazione delle disposizioni in materia di scissione di pagamenti.

Visti

- l’ OCDPC n. 558 del 15 novembre 2018;

- l’Ordinanza n. 4/2020 del Commissario delegato per i primi interventi urgenti  di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno interessato il territorio della Regione Veneto, a partire dal mese di ottobre 2018;

- il D.Lgs. n. 50 del 18 aprile 2016 e successive modifiche ed integrazioni;

DECRETA

  1. di dare atto che le premesse formano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di quantificare in € 7.015,00 (IVA compresa) la somma necessaria per il pagamento ditta SNB Service srl con sede in Padova, Via Giovanni Boccaccio, 34Q,  P.IVA e C.F. 04549280289, del SALDO per l’Indagine relativa al rischio bellico residuo (VRB), ai fini delle valutazione del rischio bellico da parte del CSP nell’ambito della progettazione dei “Lavori di ripristino e ristrutturazione interna delle canne delle botti a sifone di Conche di Codevigo e Corte di Piove di Sacco - Primo stralcio” di cui all’Ordinanza Commissariale n.4/2020;
  3. di liquidare la fattura della ditta SNB Service srl FPA 90/20 datata 04.08.2020 dell’importo complessivo di € 7.015,00 mediante la predisposizione dei seguenti ordinativi di pagamento di:

- € 5.750,00 a favore della ditta SNB Service srl con sede in Padova, Via Giovanni Boccaccio, 34Q,  P.IVA e C.F. 04549280289, per la quota relativa all’imponibile;

- € 1.265,00 a favore dell’Erario, per la quota relativa all’IVA;

  1. di dare atto che alla spesa suindicata si fa fronte con i fondi impegnati a carico della Contabilità Speciale n. 6108, intestata a “C.D.PRES.REG.VENETO-O.558-18”;
  2. di trasmettere all’Ufficio di supporto al Commissario delegato, il presente provvedimento per la predisposizione degli ordinativi di pagamento, relativi alle somme di cui al punto 3), attraverso la procedura informatica MEF denominata GEOCOS, subordinatamente alle verifiche previste dalla normativa vigente;
  3. di pubblicare il presente Decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione e sul sito internet della Regione del Veneto nell’apposita sezione Sicurezza del Territorio dedicata alle Gestioni Commissariali e Post Emergenziali.

IL SOGGETTO ATTUATORE PER IL SETTORE IDROGEOLOGICO Ing. Francesco Veronese

Torna indietro