Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 175 del 20/11/2020
Scarica la versione firmata del BUR n. 175 del 20/11/2020
Scarica versione stampabile Atto di Enti Vari

Bur n. 175 del 20 novembre 2020


Materia: Protezione civile e calamità naturali

COMMISSARIO DELEGATO PRIMI INTERVENTI URGENTI DI PROTEZIONE CIVILE IN CONSEGUENZA DEGLI ECCEZIONALI EVENTI METEOROLOGICI CHE HANNO INTERESSATO IL TERRITORIO DELLA REGIONE VENETO, DAL 27 OTTOBRE AL 5 NOVEMBRE 2018

Decreto n. 1254 del 12 agosto 2020

Ocdpc n. 558 del 15/11/2018 - o. c. n. 4 del 21/04/2020 - all' art. 1 comma 1028 della l. 145/2018. Progetto uofe-52-2020 opere idrauliche di consolidamento e trattenuta a salvaguardia infrastrutture e abitati, Ru de Forzelas in comune di Rocca Pietore (BL) - importo Euro 600.000,00 cup: j53h20000320001 Approvazione progetto esecutivo e decreto a contrarre.

IL SOGGETTO ATTUATORE SETTORE RIPRISTINO AMBIENTALE E FORESTALE RILIEVO E OPERE AGRICOLO-FORESTALI

PREMESSO che:

  • nei mesi di ottobre e novembre 2018 il territorio della Regione del Veneto è stato colpito da particolari eventi meteorologici che hanno causato gravi danni al patrimonio boschivo nonché al patrimonio pubblico e privato nelle aree montane, costiere e in prossimità dei grandi fiumi con forti venti, mareggiate, frane e smottamenti;
  • con Decreto del 29 ottobre 2018, pubblicato nella G.U. n. 253 del 30 ottobre 2018, il Presidente del Consiglio dei Ministri, ai sensi dell’art. 23, co. 1 del D.Lgs 2 gennaio 2018 n. 1, ha disposto la mobilitazione straordinaria del Servizio Nazionale di protezione civile a supporto della Regione del Veneto al fine di favorire le operazioni di soccorso nei territori colpiti dagli eccezionali eventi;
  • con successiva Ordinanza n. 558 del 15 novembre 2018, pubblicata nella G.U. n. 270 del 20 novembre 2018, il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, d’intesa con la Regione del Veneto, ha nominato il Presidente della Regione, Commissario delegato, per fronteggiare l’emergenza derivante dagli eventi calamitosi di cui trattasi;
  • con il medesimo provvedimento sono state dettate disposizioni per la realizzazione delle iniziative finalizzate al superamento dell’emergenza, in particolare l’art. 1 comma 3, prevede che il Commissario delegato predisponga entro venti giorni dalla pubblicazione dell’O.C.D.P.C., un Piano degli interventi da sottoporre all’approvazione del Capo del Dipartimento della Protezione Civile;
  • il Commissario delegato, con nota prot. n. 511689 del 14 dicembre 2018, ha trasmesso al Capo del Dipartimento della Protezione Civile il Piano degli interventi di cui all’art. 1, comma 3 dell’O.C.D.P.C. n. 558/2018, successivamente approvato;
  • con propria Ordinanza n. 1 del 23 novembre 2018 il Commissario delegato per i primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno interessato il territorio della Regione Veneto a partire dal mese di ottobre 2018, ha provveduto alla nomina di Soggetti Attuatori, individuati tra i dirigenti e funzionari delle Amministrazioni pubbliche coinvolte, di comprovata professionalità ed esperienza a cui affidare specifici settori di intervento;
  • la sopraccitata Ordinanza Commissariale n. 1/2018 ha individuato il dott. Gianmaria Sommavilla, direttore dell’U. O. Forestale, quale Soggetto Attuatore per il Settore Ripristino Ambientale e Forestale;
  • con ordinanza n. 9 del 28/05/2020 a firma del Commissario Delegato le attribuzioni affidate, con ordinanza di cui sopra, sono state così modificate: SOGGETTO ATTUATORE RIPRISTINO AMBIENTALE E FORESTALE RILIEVO E OPERE AGRICOLO-FORESTALI;

VISTA la nota commissariale n. 55586 del 08 febbraio 2019 dalla quale si evince che il Soggetto Attuatore potrà  espletare  anche  le  funzioni  di  Responsabile  Unico  del  Procedimento  o  individuare,  in  avvalimento presso la propria struttura il R.U.P.;

VISTA l’Ordinanza Commissariale n. 4 in data 21/04/2020 che ha approvato il Piano degli interventi di cui al D.P.C.M. del 27.02.2019 a valere sulle assegnazioni relative all’art. 1, comma 1028 della L. 145/2018 per investimenti immediati di messa in sicurezza e ripristino di strutture e infrastrutture danneggiate a seguito degli eventi in argomento, nonché per altri investimenti urgenti nei settori dell’edilizia pubblica, rete viaria e dissesto idrogeologico di cui alla O.C.D.P.C. n. 558/2018;

CHE con la medesima ordinanza viene impegnata la spesa per l’effettuazione degli interventi di cui sopra e che nella stessa rientra nell’elenco di cui all’Allegato B, l’intervento UOFE-52-2020 relativo all’intervento di Opere idrauliche di consolidamento e trattenuta a salvaguardia infrastrutture e abitati, Ru de Forzelas in comune di Rocca Pietore (BL) - Importo € 600.000,00

VISTO il progetto definitivo-esecutivo UOFE-52-2020 di luglio 2020 redatto dalla società di ingegneria Parcianello & Partners Engineering srl con sede in Alpago (BL) per i lavori di Opere idrauliche di consolidamento e trattenuta a salvaguardia infrastrutture e abitati, Ru de Forzelas in comune di Rocca Pietore (BL) - Importo € 600.000,00

- composto dai seguenti elaborati:

Tav. 1

Inquadramento

Tav. 2

Stato di fatto

Tav. 3

Progetto: planimetria, profilo, particolari

Tav. 4

Progetto: sezioni

Tav. 5

Relazione tecnica generale - Quadro economico

Tav. 6

Relazione idraulica integrativa

Tav. 7

Relazione paesaggistica

Tav. 8

Elenco prezzi

Tav. 9

Computo metrico estimativo

Tav .10

Piano di manutenzione dell'opera

Tav. 11

Piano di sicurezza e coordinamento

Tav. 12

Fascicolo dell'opera

Tav. 13

Capitolato speciale d'appalto

Tav. 14

Usta delle lavorazioni

RG

Relazione Geologica

 

DATO ATTO che per il progetto sopra menzionato si evidenzia una spesa complessiva di EURO 600.000,00 così ripartita:

(A)    Importo a base d’asta

 

LAVORI

 

lavori soggetti a ribasso

€ 402.000,00

Oneri per la sicurezza (non soggetti a ribasso)

€ 8.000,00

di cui Oneri per la sicurezza emergenza Covid-19

€ 1.500,00

SOMMANO

€ 410.000,00

(A)    Somme a disposizione dell’Amministrazione

 

Iva 22% sui lavori

€ 90.200,00

Spese tecniche esterne (oneri compresi)

€ 69.156,44

Art. 113,  comma 3 D. Lgs. 50/2016

€ 8.200,00

Oneri per procedure di gara

€ 14.640,00

Imprevisti

€ 7.803,56

(B)  SOMMANO

€ 190.000,00

TOTALE

€ 600.000,00

 

CONSIDERATO che la spesa per i lavori in oggetto è coperta con i fondi impegnati con O.C. n. 4 del 21.04.2020 sulla contabilità speciale n. 6108 intestata a “C.D.PRES.REG.VENETO – O.558 – 18”

CONSIDERATO che l’esecuzione dei lavori previsti nel progetto riveste carattere di urgenza in considerazione della necessità di ripristino delle condizioni di sicurezza per la pubblica e privata incolumità;

VISTO l’atto di verifica e validazione del progetto in data 07/08/2020;

DATO ATTO che i suddetti lavori sono riconducibili, in base alle disposizioni del D.P.R. 207/10, alla seguente categoria prevalente OG8 - Opere fluviali, di difesa, di sistemazione idraulica e di bonifica;

CONSIDERATO che l’articolo 36, comma 2, lett. c bis) del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, consente di provvedere all’affidamento degli appalti di importo complessivo pari o superiore a 350.000 euro e inferiore a 1.000.000,00 euro, mediante procedura negoziata con consultazione di almeno quindici operatori economici, ove esistenti, nel rispetto del criterio di rotazione degli inviti, individuati tramite l’elenco degli operatori economici pubblicato nel sito Regione;

VISTO che per l’affidamento dell’appalto dei lavori in oggetto ci si avvale nello specifico dell’articolo 4 comma 5 dell’O.C.D.P.C. 558/2018 che cita “Fermo restando quanto previsto dal comma 3, ai fini dell’acquisizione dei lavori, beni e servizi, strettamente connessi alle attività di cui alla presente ordinanza i soggetti di cui all’articolo 1 provvedono, mediante la procedure di cui all’articolo 36 e 63, anche non espletate contestualmente, previa selezione, ove possibile e qualora richiesto dalla normativa, di almeno cinque operatori economici, effettuando le verifiche circa il possesso dei requisiti, secondo le modalità descritte all’articolo 163, comma 7 del decreto legislativo n. 50/2016”;

VISTO inoltre che l’art. 4 comma 3 dell’O.C.D.P.C. 558/2018 prevede la possibilità di deroga all’art. 63 comma 2 lettera c del D.Lgs 50/16 relativamente alla possibilità di consentire lo svolgimento di procedure negoziate senza previa pubblicazione del bando, al fine di accelerare la procedura di scelta del contraente e avviare, per ragioni di estrema urgenza a tutela della salute e dell’ambiente, gli interventi infrastrutturali di cui all’ordinanza stessa;

VISTO l’art. 4 comma 3 dell’O.C.D.P.C. 558/2018 che prevede la possibilità di deroga all’art. 95 del D.Lgs 50/16 relativamente alla possibilità di adottare il criterio di aggiudicazione con il prezzo più basso anche al di fuori dell’ipotesi previste dalla norma;

RITENUTO di dover applicare tutte le deroghe sopra richiamate, perdurando il rischio idrogeologico e l’urgente esigenza di tutela della pubblica e privata incolumità mediante la messa in sicurezza di situazioni di rischio elevato;

VISTO il decreto del Commissario Delegato n. 109 del 25/06/2019 con il quale è stata approvata la Convenzione tra il Commissario Delegato stesso e Veneto Strade S.p.A. nella qualità di soggetto attuatore tra l’altro anche per l’indizione e gestione delle procedure di aggiudicazione diverse da quelle stradali;

CONSIDERATO che lo scrivente intende avvalersi di Veneto Strade S.p.A. come stazione appaltante ai sensi della convenzione sopra citata;

VISTO l’art. 13 della Convenzione di cui sopra, che prevede il rimborso a Veneto Strade S.p.A. per “oneri per procedure di gara” nel limite del 2 % del quadro economico di progetto;

CONSIDERATO che tale somma è stata inserita nel quadro economico di progetto;

RITENUTO di poter procedere all’approvazione del progetto esecutivo in argomento;

DATO ATTO che la procedura di affidamento in oggetto sarà svolta dalla Direzione Servizio Gare Auditing Economale di Veneto Strade Spa, che provvederà pertanto ai successivi adempimenti di competenza;

VISTO:

  • il R. D. 25.07.1904, n. 523 e s. m. i.
  • il R. D. 30.12.1923, n. 3267 e s.m.i.,
  • il D. Lgs. 2 gennaio 2018, n. 1 e successive modifiche ed integrazioni;
  • il D. Lgs. 18 aprile 2016, n. 50 e successive modifiche ed integrazioni;
  • il D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e successive modifiche ed integrazioni;
  • il D. Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42 e successive modifiche ed integrazioni;
  • il D.P.R. 13/02/2017 n. 31;
  • il D.P.R. 5/10/2010 n. 207;
  • il D.M. n. 49 del 2008;
  • il D. Lgs. 09.04.2008 n. 81 e s.m.i.
  • l’OCDPC 558/2018;
  • le Ordinanze Commissariali n. 1 in data 23/11/2018 - n. 4 in data 21/04/2020 - n. 9 in data 29/05/2020;
  • il Decreto del Commissario Delegato n. 109 del 25/06/2019;

DECRETA

  1. di dare atto che le premesse formano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di approvare in linea tecnica ed economica il progetto UOFE-52-2020 di luglio 2020 redatto dalla società di ingegneria Parcianello & Partners Engineering srl con sede in Alpago (BL) per i lavori di Opere idrauliche di consolidamento e trattenuta a salvaguardia infrastrutture e abitati, Ru de Forzelas in comune di Rocca Pietore (BL) - Importo € 600.000,00, il cui quadro economico risulta articolato come in premessa;
  3. di prendere atto che il progetto in argomento si compone degli elaborati elencati nelle premesse;
  4. di dare atto che la spesa prevista in € 600.000,00 trova copertura finanziaria con i fondi stanziati a valere sulla contabilità speciale n. 6108 intestata a “C. D. PRES. REG. VENETO – O. 558 – 18”;
  5. che sia indetta la gara di appalto per i lavori in oggetto;
  6. di avvalersi delle deroghe previste all’art. 4 dell’O.C.D.P.C. 558/2018 come in premessa specificate;
  7. che all’appalto dei lavori si provvederà mediante procedura negoziata, ai sensi dell’art. 36, comma 2, lett. c-bis) del D.Lgs. 50/2016, con invito di un congruo numero di operatori economici in possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente, ove esistenti e, che, l'aggiudicazione avverrà con il criterio del minor prezzo, determinato mediante offerta a prezzi unitari, ai sensi dell'art. 36, comma 9 bis) del D.Lgs. 50/2016 (con obbligo dell’esclusione automatica delle offerte di cui all’art. 97 c.8 del D.Lgs 50/2016 e s.m.i.);
  8. di confermare l’avvalimento del Soggetto Attuatore Veneto Strade S.p.A. per le funzioni di indizione e gestione della gara d’appalto dei lavori in oggetto, ivi compresi gli adempimenti connessi alla pubblicità legale e quant’altro necessario
  9. di provvedere all’aggiudicazione dei lavori anche in presenza di una sola offerta valida;
  10. che il contratto per la realizzazione dell’intervento dovrà essere stipulato a misura, a mezzo scrittura privata, resa in modalità digitale, firmata dall’offerente e dal Soggetto Attuatore del Settore Ripristino Ambientale e Forestale Rilievo e Opere Agricolo-Forestali ;
  11. che le clausole essenziali del contratto sono contenute nella lettera d’invito, nel capitolato speciale d’appalto;
  12. di pubblicare integralmente il presente decreto sul BUR della Regione del Veneto ai sensi art. 42 del D. Lgs 33/2013, nonché sul sito internet della Regione del Veneto nell’apposita sezione Sicurezza del Territorio dedicata alla Gestione Commissariali e Post Emergenziali.

IL SOGGETTO ATTUATORE SETTORE RIPRISTINO AMBIENTALE E FORESTALE RILIEVO E OPERE AGRICOLO-FORESTALI Dott. Gianmaria Sommavilla

Torna indietro