Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 175 del 20/11/2020
Scarica la versione firmata del BUR n. 175 del 20/11/2020
Scarica versione stampabile Atto di Enti Vari

Bur n. 175 del 20 novembre 2020


Materia: Protezione civile e calamità naturali

COMMISSARIO DELEGATO PRIMI INTERVENTI URGENTI DI PROTEZIONE CIVILE IN CONSEGUENZA DEGLI ECCEZIONALI EVENTI METEOROLOGICI CHE HANNO INTERESSATO IL TERRITORIO DELLA REGIONE VENETO, DAL 27 OTTOBRE AL 5 NOVEMBRE 2018

Decreto n. 1258 del 12 agosto 2020

Ordinanza del capo del dipartimento della protezione civile n. 558 del 15/11/2018 - art. 24 quater del dl 119/2018, convertito, con modificazioni, dalla l 136/2018 - d.p.c.m. 4 aprile 2019 - Ordinanza Commissariale n. 9 del 22 maggio 2019. cod. int. cbdp_n01 - interventi di ripristino della funzionalità delle strutture danneggiate della barriera antisale situata alla foce del fiume Adige e miglioramento del sistema di deflusso della corrente da monte verso valle mediante profilatura delle pile per migliorare l'effetto idrodinamico. cup j93h19000330001. Affidamento diretto ex art. 36, c. 2, lett. a), d.lgs. 50/2016 per esecuzione di interventi per lo smontaggio, la movimentazione a terra dei moduli dello sbarramento antisale alla foce del fiume Adige. cig zee2df3c06 importo affidamento Euro 15.860,00 compresa i.v.a.

IL SOGGETTO ATTUATORE PER IL SETTORE RIPRISTINO IDRAULICO E IDROGEOLOGICO - CONSORZIO DI BONIFICA DELTA DEL PO

PREMESSO che nei mesi di ottobre e novembre 2018 il territorio della Regione del Veneto è stato colpito da particolari eventi meteorologici che hanno causato gravi danni al patrimonio boschivo nonché al patrimonio pubblico e privato nelle aree montane, costiere e in prossimità dei grandi fiumi con forti venti, mareggiate, frane e smottamenti;

VISTA l’Ordinanza del Capo Dipartimento Protezione Civile n.558 del 15/11/2018 che ha nominato il Presidente della Regione del Veneto Commissario Delegato per i primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno interessato il territorio della Regione Veneto dal 27 ottobre al 5 novembre 2018;

VISTO l’art. 24 – quater del decreto legge 23 ottobre 2018, n. 119, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2018, n. 136;

VISTO il D.P.C.M. 4 aprile 2019 (GU n. 115 del 18 maggio 2019) recante “Assegnazione di risorse finanziarie di cui all’articolo 24 - quater del decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2018, n. 136;

VISTA l’Ordinanza del Commissario Delegato n. 5 del 2 aprile 2019 che ha individuato e nominato il Dr. Ing. Giancarlo Mantovani, Direttore del Consorzio di Bonifica Delta del Po quale Soggetto Attuatore per il SETTORE RIPRISTINO IDRAULICO E IDROGEOLOGICO - CONSORZIO DI BONIFICA DELTA DEL PO;

VISTA la ricognizione degli interventi volti a garantire i soccorsi e per salvaguardare la pubblica e privata incolumità della popolazione, nonché di riduzione del rischio residuo ai sensi degli art 1, comma 3 e art 3, comma, 1 della O.C.D.P.C. n. 558/2018 con specifico riferimento all’art 25, comma 2, lettere a)  b)  e d) del D.Lgs n. 1/2018 e circolare dipartimentale del 16/11/2018 – Quadro A;

CONSIDERATO che con l’Ordinanza del Commissario Delegato n. 9 del 22 maggio 2019 sono stati approvati gli elenchi del Piano degli interventi di cui al D.P.C.M. del 4 aprile 2019, a valere sull’assegnazione di cui all’art. 24 quater del Decreto Legge 23 ottobre 2018, n. 119, convertito, con modificazioni, dalla Legge 17 dicembre 2018, n. 136;

CONSIDERATO che negli elenchi di cui sopra nell’allegato B – Interventi per il Settore Idrogeologico - Forestale, sono inseriti gli interventi urgenti ed indifferibili da realizzare ad alta ed altissima priorità tra i quali con Cod. Int. CBDP_N01 il progetto “Interventi di ripristino della funzionalità delle strutture danneggiate della barriera antisale situata alla foce del fiume Adige e miglioramento del sistema di deflusso della corrente da monte verso valle mediante profilatura delle pile per migliorare l’effetto idrodinamico” dell’importo complessivo di € 1.250.000,00;

PRESO ATTO che il Soggetto Attuatore per il Settore Idrogeologico ha provveduto con nota prot. n. 3853 del 29 maggio 2019 a nominare l’Ing. LAURENTI Rodolfo, Assistente del Settore Progetti Esercizio Macchine e Impianti del Consorzio di bonifica Delta del Po, quale Responsabile Unico del procedimento per l’intervento: Cod. Int. CBDP_N01 “Interventi di ripristino della funzionalità delle strutture danneggiate della barriera antisale situata alla foce del fiume Adige e miglioramento del sistema di deflusso della corrente da monte verso valle mediante profilatura delle pile per migliorare l’effetto idrodinamico”;

DATO che l’art. 7 dell’Ordinanza n. 9/2019 prevede in capo ai Soggetti Attuatori le deroghe previste dall’art. 4 dell’OCDPC n. 558/2018 e che, pertanto risulta possibile procedere in deroga, tra gli altri ai seguenti art. del D.Lgs. n. 50/2016:

  • art. 21 in materia di programmazione degli acquisti e di programmazione dei lavori pubblici, allo scopo di autorizzare le procedure di affidamento anche in assenza della delibera di programmazione;
  • artt. 32 e 33 in materia di fasi delle procedure di affidamento, allo scopo di consentire la semplificazione delle procedure di affidamento e l’adeguamento della relativa tempistica alle esigenze del contesto emergenziale;
  • art. 36, c.2, lett. a) in materia di contratti sotto soglia, con possibilità di deroga fino a 200.000 €;
  • artt. 70, 72, 73, 76 e 98 in materia di pubblicazioni ed avvisi;
  • artt. 40 e 52 in materia di mezzi di comunicazione, allo scopo di ammettere mezzi di comunicazione differenti da quelli elettronici, ove le condizioni determinate dal contesto emergenziale lo richiedono;
  • artt. 81 e 85 in materia di documentazione di gara e di documento di gara unico europeo (DGUE) allo scopo di semplificare e accelerare le procedure per la scelta del contraente;

VISTO il decreto n. 152 del 4 luglio 2019 con il quale è stato approvato il progetto esecutivo relativo agli “Interventi di ripristino della funzionalità delle strutture danneggiate della barriera antisale situata alla foce del fiume Adige e miglioramento del sistema di deflusso della corrente da monte verso valle mediante profilatura delle pile per migliorare l’effetto idrodinamico” Cod. Int. CBDP_N01 dell’importo complessivo di € 1.250.000,00;

CONSIDERATO che tra le SOMME A DISPOSIZIONE nel quadro economico del progetto sopra detto è prevista l’attività di rimozione e varo delle paratoie mobili e che per tale intervento è stato acquisito al protocollo al n. 5343 del 6 agosto 2019, il preventivo in data 5 agosto 2019 inviato dalla Ditta CO.GE.AD. S.r.l., con sede in Via G. Rossini, 33 - Taglio di Po (RO) - C.F./P.Iva 00973170293 per l’esecuzione di interventi per lo smontaggio, la movimentazione a terra dei moduli dello sbarramento antisale alla foce del fiume Adige formulato a misura per l’importo di  € 13.000,00, oltre a € 2.860,00 per IVA 22%, pari a un totale complessivo di € 15.860,00;

CONSIDERATO che l’ipotesi di spesa quantificata dalla Ditta CO.GE.AD. S.r.l., con sede in Via G. Rossini, 33 - Taglio di Po (RO), risulta congrua sia dal punto di vista tecnico, sia dal punto di vista economico finanziario;

VERIFICATO che la Ditta CO.GE.AD. S.r.l. ha attestato il possesso dei requisiti di ordine generale, di cui all’art. 80 del D.Lgs. 50/2016, con autodichiarazione in data 10 agosto 2020;

Vista la Delibera del Consiglio dei Ministri dell’8 novembre 2018;

Vista l’Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n.558 del 15/11/2018;

Visto l’art. 24 quater del decreto legge 23 ottobre 2018, n. 119, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2018, n. 136;

Visto il D.P.C.M. 4 aprile 2019 (GU n. 115 del 18 maggio 2019);

Vista l’Ordinanza del Commissario Delegato per il Veneto n.5 del 2 aprile 2019;

Vista l’Ordinanza del Commissario Delegato per il Veneto n.9 del 22 maggio 2019;

Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del Consorzio di Bonifica Delta del Po n. 711/CDA/2274 del 18 aprile 2019;

Vista la deliberazione presidenziale n. 108/P/2298 del 27 maggio 2019;

Visto il D.Lgs 50/2016 e s.m.i. oltre alle norme ad esso correlate e le pertinenti Linee guida dell’ANAC;

ACCERTATA la regolarità degli atti presentati;

DECRETA

  1. le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di affidare ex art. 36, c.2, lett. a), del D.Lgs. n. 50/2016 alla Ditta CO.GE.AD. S.r.l. con sede in Via G. Rossini, 33 - Taglio di Po (RO) - C.F./P.Iva 00973170293 l’effettuazione degli interventi per lo smontaggio, la movimentazione a terra dei moduli dello sbarramento antisale alla foce del fiume Adige, previsti nelle SOMME A DISPOSIZIONE del progetto Cod. Int. CBDP_N01 “Interventi di ripristino della funzionalità delle strutture danneggiate della barriera antisale situata alla foce del fiume Adige e miglioramento del sistema di deflusso della corrente da monte verso valle mediante profilatura delle pile per migliorare l’effetto idrodinamico” - CUP J93H19000330001 – CIG ZEE2DF3C06;
  3. di dare atto che il corrispettivo per la realizzazione dell’attività meglio evidenziata al precedente punto 2) viene quantificata nell’importo di € 13.000,00, oltre a € 2.860,00 per IVA 22%, pari a un totale complessivo di € 15.860,00, spesa che risulta congrua dal punto di vista tecnico- economico-finanziario;
  4. di dare atto che le funzioni di R.U.P.,di cui all’art. 31 del D.Lgs. n. 50/2016, sono svolte dall’Ing. Rodolfo LAURENTI, Assistente Settore Progetti Esercizio Macchine e Impianti del Consorzio di bonifica Delta del Po;
  5. di dare atto che la spesa di € 15.860,00, comprensivi di oneri fiscali, trova copertura finanziaria con i fondi stanziati a valere sulla contabilità speciale n. 6108 intestata a “C.D. PRES. REG. VENETO – O.558-18”, Ordinanza Commissariale n.9 del del 22 maggio 2019;
  6. di procedere alla stipula del relativo contratto mediante scambio di lettere commerciali;
  7. che il presente decreto sarà pubblicato sul BUR della Regione del Veneto, sul sito internet del Consorzio di Bonifica Delta del Po nell’apposita sezione Soggetto Attuatore OCDPC 558/18 e sul sito internet della Regione del Veneto nell’apposita sezione Sicurezza del Territorio dedicata alla Gestione Commissariali e Post Emergenziali.

IL SOGGETTO ATTUATORE Ing. Giancarlo MANTOVANI

Torna indietro