Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 24 del 03/03/2017
Scarica la versione firmata del BUR n. 24 del 03/03/2017
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 24 del 03 marzo 2017


Materia: Caccia e pesca

Deliberazione della Giunta Regionale n. 213 del 28 febbraio 2017

Interventi nel settore della pesca e dell'acquacoltura cofinanziati dal Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP). Apertura dei termini di presentazione delle domande di contributo per le misure di intervento previste al Capo I "Sviluppo sostenibile della pesca", Capo II "Sviluppo sostenibile dell'acquacoltura" e Capo IV "Misure connesse alla commercializzazione e alla trasformazione" del Reg. (UE) n. 508/2014, relativo al FEAMP. Programma Operativo FEAMP Italia 2014-2020. Deliberazione/CR n. 4 del 31 gennaio 2017.

Note per la trasparenza

Il provvedimento dispone, in attuazione al Programma Operativo FEAMP Italia 2014-2020, l’apertura dei termini di presentazione delle domande di contributo relative alle misure di intervento previste al Capo I “Sviluppo sostenibile della pesca”, Capo II “Sviluppo sostenibile dell’acquacoltura” e Capo IV “Misure connesse alla commercializzazione e alla trasformazione” di cui al Reg. (UE) n. 508/2014.

L'assessore Giuseppe Pan riferisce quanto segue.

Il presente provvedimento propone di approvare, conformemente alle norme generali di cui al Reg. (UE) n. 1303/2013 relativo ai Fondi Strutturali e di Investimento Europei (di seguito SIE), alle norme specifiche di cui al Reg. (UE) n. 508/2014 relativo al Fondo Europeo per gli Affari Marittimi (FEAMP), nonché in esecuzione al Programma Operativo FEAMP Italia 2014-2020 (PO FEAMP), approvato in data 25 novembre 2015 dalla Commissione Europea con Decisione n. C (2015) 8452, i bandi relativi alle seguenti misure di intervento al fine di perseguire gli obiettivi e utilizzare le risorse finanziarie afferenti ai Capi I, II e IV del richiamato Reg. (UE) n. 508/2014:

Capo I “Sviluppo sostenibile della pesca”, così articolato:

  • Misura 1.32 - Salute e sicurezza – ai sensi dell’art. 32 del Reg. (UE) n. 508/2014. La misura è finalizzata a migliorare le condizioni igieniche, di sicurezza e di lavoro dei pescatori;
  • Misura 1.38 - Limitazione dell’impatto della pesca e adeguamento della pesca alla protezione della specie – ai sensi dell’art. 38 del Reg. (UE) n. 508/2014. La misura è finalizzata a diminuire gli impatti della pesca sugli ecosistemi marini;
  • Misura 1.41 - Efficienza energetica e mitigazione dei cambiamenti climatici – ai sensi dell’art. 41 par. 1, lett. a), b) e c) del Reg. (UE) n. 508/2014. La misura è finalizzata ad attenuare gli effetti dei cambiamenti climatici e migliorare l’efficienza energetica dei pescherecci;
  • Misura 1.43 - Porti, luoghi di sbarco, sale per la vendita all’asta e ripari di pesca - ai sensi dell’art. 43 del Reg. (UE) n. 508/2014. La misura è finalizzata a migliorare la qualità, il controllo e la tracciabilità dei prodotti ittici nonchè la sicurezza e le condizioni di lavoro dei pescatori;
  • Misura 1.44 - Pesca nelle acque interne e fauna e flora nelle acque interne/Partenariati tra esperti scientifici e pescatori - ai sensi dell’art. 28 e art. 44, par. 3, del Reg. (UE) n. 508/2014. La misura è finalizzata a migliorare la competitività delle PMI attraverso l’agevolazione degli scambi di informazioni in particolare tra le imprese;
  • Misura 1.44 - Pesca nelle acque interne e fauna e flora nelle acque interne/Diversificazione e nuove forme di reddito - ai sensi dell’art. 30 e art. 44, par. 4, del Reg. (UE) n. 508/2014. La misura è finalizzata alla diversificazione del reddito dei pescatori dediti alla pesca nelle acque interne tramite lo sviluppo di attività complementari;
  • Misura 1.44 - Pesca nelle acque interne e fauna e flora nelle acque interne/Salute e sicurezza - ai sensi dell’art. 32 e art. 44, par. 1, del Reg. (UE) n. 508/2014. La misura è finalizzata a migliorare le condizioni igieniche, di sicurezza e di lavoro dei pescatori che operano nelle acque interne;
  • Misura 1.44 - Pesca nelle acque interne e fauna e flora nelle acque interne/Innovazione connessa alla conservazione delle risorse biologiche - ai sensi dell’art. 39 e art. 44, par. 1 lett. c) del Reg. (UE) n. 508/2014. La misura è finalizzata alla conservazione delle risorse biologiche e alla limitazione dell’impatto sugli ecosistemi acquatici delle acque interne attraverso sistemi di gestione innovativi che prevedono la collaborazione tra esperti scientifici e pescatori;

Capo II “Sviluppo sostenibile dell’acquacoltura”, così articolato:

  • Misura 2.47 – Innovazione - ai sensi dell’art. 47 del Reg. (UE) n. 508/2014. La misura è finalizzata ad ottimizzare i processi produttivi delle imprese, creare nuove opportunità di mercato attraverso l’allevamento di specie acquicole autoctone e l’adeguamento tecnologico delle avannotterie esistenti;
  • Misura 2.48 - Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura – ai sensi dell’art. 48, par.1, lett. a), b), c), d), f), g), h) del Reg. (UE) n. 508/2014. La misura è finalizzata ad ampliare le prospettive di sviluppo dell’acquacoltura;
  • Misura 2.48 - Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura – ai sensi dell’art. 48, par. 1, lett. e), i), j) del Reg. (UE) n. 508/2014. La misura è finalizzata a favorire una migliore integrazione della acquacoltura con l’ambiente circostante attraverso l’efficienza produttiva e l’uso sostenibile delle risorse;
  • Misura 2.48 - Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura - ai sensi dell’art. 48 par. 1, lett. k) del Reg. (UE) n. 508/2014. La misura è finalizzata a migliorare l’efficienza energetica delle imprese;
  • Misura 2.50 - Promozione del capitale umano e del collegamento in rete - di cui all’art. 50 del Reg. (UE) n. 508/2014. La misura è finalizzata a favorire il collegamento in rete e lo scambio di esperienze nel settore acquacoltura;

Capo IV “Misure connesse alla commercializzazione e alla trasformazione” così articolato:

  • Misura 5.68 - misure a favore della commercializzazione - ai sensi dell’art. 68 del Reg. (UE) n. 508/2014. La misura è finalizzata ad accrescere la competitività delle imprese che operano nel comparto della lavorazione, trasformazione e commercializzazione di prodotti ittici;
  • Misura 5.69 - trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura - ai sensi dell’art. 69 del Reg. (UE) n. 508/2014. La misura è finalizzata ad accrescere la competitività dei settori pesca e acquacoltura attraverso interventi di investimento volti a migliorare e garantire una maggiore trasparenza e tracciabilità dei prodotti ittici nonché di migliorare le condizioni di igiene e di sicurezza di lavoro degli operatori.

Le disposizioni attuative generali e specifiche delle sopracitate Misure di intervento sono state approvate in occasione del “Tavolo Istituzionale FEAMP” nella seduta del 6 dicembre 2016.
In particolare, il documento “Disposizioni attuative generali di misura”, parte integrante del presente provvedimento quale Allegato A, riporta la documentazione, valida per tutte le misure, che il soggetto richiedente il contributo deve presentare per accedere ai finanziamenti di cui trattasi.
Ciò premesso, con il presente provvedimento la Giunta Regionale dispone l’approvazione degli allegati bandi, parti integranti del presente provvedimento, Allegati B, C, D, E, F, G, H ed I, afferenti al Capo I; Allegati L, M, N, O e P, afferenti al Capo II; Allegati Q e R, afferenti al Capo IV e la contestuale apertura dei termini per la presentazione delle pertinenti domande di contributo.

La Terza Commissione consiliare nella seduta del 15 febbraio 2017 ha esaminato la deliberazione/CR n. 4 del 31 gennaio 2017, ed ha espresso, ad unanimità, il parere favorevole n. 167.
Per quanto attiene il testo dei bandi la competente Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca ha provveduto ad apportare alcune rettifiche rese necessarie al fine di correggere alcuni refusi non rilevanti ai fini delle disposizioni e finalità dei richiamati bandi che si propone di recepire con il presente provvedimento.
L’importo complessivo a bando disposto dal presente provvedimento risulta pari ad Euro 7.219.427,00= (di cui quota 50% FEAMP pari ad Euro 3.609.713,50=; quota 35% nazionale (FdR) pari ad Euro 2.526.799,45=; cofinanziamento regionale 15% pari ad Euro 1.082.914,05=), così come previsto nel Piano Finanziario FEAMP della Regione del Veneto, parte integrante del richiamato Programma Operativo FEAMP 2014-2020. Il dettaglio delle somme per ciascun Capo/Misura di intervento sono specificati nell’Allegato S, parte integrante del presente provvedimento.

Per ciascuna misura di intervento il relativo bando fissa le modalità e i tempi per la presentazione delle istanze di contributo, le risorse economiche disponibili, i criteri di valutazione delle istanze medesime, nonché i termini temporali inderogabili per la realizzazione e la rendicontazione delle iniziative ammesse a beneficio.
Si dà atto che competono alla Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca, in qualità di Autorità di Gestione (AdG) dell’Organismo Intermedio (O.I.) Regione del Veneto, così come disposto dalla DGR n. 1641/2016, le procedure istruttorie relative alla valutazione delle domande di contributo e la predisposizione delle pertinenti graduatorie alla cui approvazione provvederà, con proprio provvedimento, il Direttore della medesima Direzione in qualità di Referente dell’AdG stessa.
Ai fini della valutazione delle domande di contributo, la richiamata Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca applicherà gli indirizzi procedurali generali di cui al “Manuale delle Procedure e dei Controlli” approvati in sede di Tavolo Istituzionale FEAMP ed i criteri di selezione e di ammissibilità delle spese di cui alle “Linee Guida” approvate in sede di Comitato di Sorveglianza (CdS) FEAMP.
Si dà atto, altresì, che il Direttore della Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca provvederà con propri atti all’assunzione dei pertinenti impegni di spesa e alle relative liquidazioni a valere sui competenti capitoli dei Bilanci di previsione annuali della Regione del Veneto, conformemente alle disposizioni di bilancio della Direzione Bilancio e Ragioneria.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTO l’art. 2 comma 2 della legge regionale n. 54 del 31 dicembre 2012;

VISTO il Reg. (UE) n. 1303 del 17 dicembre 2013, del Parlamento Europeo e del Consiglio relativo al regolamento generale sui Fondi Strutturali e di Investimento Europei (SIE);

VISTO il Reg. (UE) n. 508 del 15 maggio 2014, relativo al Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP);

VISTO l’Accordo di Partenariato per l’Italia sull’uso dei Fondi SIE per la crescita e l’occupazione nel periodo 2014-2020 trasmesso alla Commissione Europea il 22 aprile 2014 e adottato dalla stessa, a chiusura del negoziato formale, in data 29 ottobre 2014 con Decisione di Esecuzione n. C(2014) 8021;

VISTO il Programma Operativo FEAMP 2014-2020 approvato dalla Commissione Europea in data 25 novembre 2015 con Decisione di Esecuzione n. C(2015) 8452;

VISTA l’Intesa sulla proposta di riparto degli stanziamenti provenienti dal Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP) 2014-2020 del 3 marzo 2016, con cui la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome ha sancito l’accordo sul riparto della quota FEAMP tra le Regioni, le Province autonome e i programmi nazionali;

VISTI i criteri di ammissibilità e selezione delle misure di intervento approvati dal Comitato di Sorveglianza (CdS) FEAMP in data 25 maggio 2016;

DATO ATTO dell’Accordo Multiregionale del 9 giugno 2016 ai fini dell’attuazione coordinata degli interventi cofinanziati dal FEAMP nell’ambito del Programma Operativo FEAMP 2014-2020;

VISTA la DGR del 25 marzo 2013, n. 410 che definisce il percorso della programmazione unitaria regionale;

VISTA la DGR del 13 marzo 2014, n. 657 che approva il “Rapporto di sintesi della strategia regionale unitaria 2014-2020”;

VISTA la DGR del 21 ottobre 2016, n. 1641 che individua, nell’ambito del Programma Operativo FEAMP 2014-2020, la Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca l’Autorità di Gestione (AdG) dell’Organismo Intermedio (O.I.) Regione Veneto e il Direttore della stessa il Referente dell’AdG medesima;

DATO ATTO della Convenzione relativa all’attuazione della programmazione FEAMP 2014-2020, sottoscritta, in data 9 novembre 2016, dal Direttore della Direzione Generale della Pesca Marittima e dell’Acquacoltura del MiPAAF e dal Direttore della Direzione regionale Agroambiente, Caccia e Pesca in qualità di Referente dell’AdG dell’O.I. Regione Veneto;

DATO ATTO delle disposizioni attuative generali e specifiche delle Misure di intervento di cui al presente bando approvate dal “Tavolo Istituzionale FEAMP” nella seduta del 6 dicembre 2016;

VISTA la Deliberazione/CR della Giunta Regionale n. 4 del 31 gennaio 2017;

VISTO il parere favorevole n. 167 espresso ad unanimità, nella seduta del 15 febbraio 2017, sulla richiamta Deliberazione/CR n. 4/2017 dalla competente Terza Commissione consiliare permanente così come previsto dall’art. 37, comma 2, della Legge regionale 8 gennaio 1991, n.1, e successive integrazioni e modifiche;

PRESO ATTO che per quanto attiene il testo dei bandi la competente Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca ha provveduto ad apportare alcune rettifiche rese necessarie al fine di correggere alcuni refusi non rilevanti ai fini delle disposizioni e finalità dei richiamati bandi;

CONSIDERATO che l’importo complessivo a bando proposto dal presente provvedimento risulta pari ad Euro 7.219.427,00= a valere sulle risorse previste nel Piano Finanziario FEAMP 20104-2020 della Regione del Veneto;

RIASSUNTE le considerazioni esposte in premessa, che formano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

RAVVISATA l’opportunità di accogliere la proposta del relatore facendo proprio quanto esposto in premessa

delibera

  1. di approvare le premesse che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di disporre, in attuazione al Programma Operativo FEAMP Italia 2014-2020 e sulla base degli esiti del “Tavolo Istituzionale FEAMP” del 6 dicembre 2016 che ha approvato il documento “Disposizioni attuative generali di misura” di cui all’Allegato A, parte integrante del presente provvedimento, l’approvazione degli allegati bandi e, a seguito della loro pubblicazione, l’apertura dei termini di presentazione delle domande di contributo per le seguenti misure di intervento, al fine di perseguire gli obiettivi afferenti ai Capi I, II e IV di cui al Reg. (UE) n. 508/2014:

    Capo I “Sviluppo sostenibile della pesca”, così articolato:
  • Misure 1.32; 1.38; 1.41; 1.43 e 1.44, che fanno riferimento agli Allegati B, C, D, E, F, G, H ed I, parti integranti del presente provvedimento;

    Capo II “Sviluppo sostenibile dell’acquacoltura”, così articolato:
  • Misure 2.47; 2.48 e 2.50, che fanno riferimento agli Allegati L, M, N, O e P, parti integranti del presente provvedimento;

    Capo IV “Misure connesse alla commercializzazione e alla trasformazione” così articolato:
  • Misure 5.68 e 5.69, che fanno riferimento agli Allegati Q e R, parti integranti del presente provvedimento;
  1. di dare atto che le “Disposizioni attuative specifiche di misura” relative alle misure di intervento di cui al punto 2 sono state approvate dal “Tavolo Istituzionale FEAMP” nella seduta del 6 dicembre 2016;
  2. di fissare in Euro 7.219.427,00= l’importo complessivo messo a bando a valere sul Piano Finanziario FEAMP della Regione del Veneto. Il dettaglio delle somme per ciascun Capo/Misura di cui al punto 2 sono specificati nell’Allegato S, parte integrante del presente provvedimento;
  3. di stabilire che la Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca, in qualità di Autorità di Gestione (AdG) dell’Organismo Intermedio (O.I.) Regione del Veneto, così come disposto dalla DGR n. 1641/2016, applicherà ai fini della selezione delle domande, dell’ammissibilità delle spese, del controllo e della realizzazione e pubblicità degli interventi, gli indirizzi procedurali generali di cui al “Manuale delle Procedure e dei Controlli” approvati in sede di Tavolo Istituzionale FEAMP ed i criteri di selezione e di ammissibilità delle spese di cui alle “Linee Guida” approvate in sede di Comitato di Sorveglianza (CdS) FEAMP;
  4. di autorizzare il Direttore della Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca, a provvedere con propri atti all’approvazione delle graduatorie e all’assunzione dei pertinenti impegni di spesa nonché alla imputazione annuale delle corrispondenti spese e alle relative liquidazioni, a valere sui competenti capitoli dei Bilanci di previsione annuale della Regione del Veneto, conformemente alle disposizioni di bilancio della Direzione Bilancio e Ragioneria;
  5. di dare atto che la concessione degli aiuti di cui trattasi per complessivi Euro 7.219.427,00= potrà essere perfezionata solo successivamente all’effettiva assegnazione, da parte della competente Autorità Centrale, delle risorse finanziarie FEAMP (pari ad Euro 3.609.713,50= quota 50%) e delle risorse nazionali (pari ad Euro 2.526.799,45= quota 35%) alla Regione del Veneto, nonché allo stanziamento nel pertinente capitolo di spesa del cofinanziamento regionale (pari ad Euro 1.082.914,05= quota 15%);
  6. di stabilire pertanto che la concessione e l’erogazione degli aiuti sono subordinati allo stanziamento delle risorse finanziarie di cui al punto 7 nei pertinenti capitoli di entrata e di spesa del Bilancio di previsione e del Bilancio pluriennale regionale;
  7. di stabilire che all’atto di presentazione della domanda, i richiedenti dichiarino in modo esplicito di accettare quanto previsto ai punti 7 ed 8;
  8. di determinare in Euro 7.219.427,00= l’importo massimo delle obbligazioni di spesa alla cui assunzione provvederà, con propri atti il Direttore della Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca, ad avvenuta assegnazione da parte della competente Autorità Centrale delle risorse finanziarie comunitarie e nazionali alla Regione del Veneto e alla loro disponibilità nei competenti capitoli del Bilancio di previsione regionale;
  9. di incaricare la Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca dell'esecuzione del presente atto;
  10. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’articolo 26 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;
  11. di pubblicare il presente atto nel Bollettino ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

213_AllegatoA_340773.pdf
213_AllegatoB_340773.pdf
213_AllegatoC_340773.pdf
213_AllegatoD_340773.pdf
213_AllegatoE_340773.pdf
213_AllegatoF_340773.pdf
213_AllegatoG_340773.pdf
213_AllegatoH_340773.pdf
213_AllegatoI_340773.pdf
213_AllegatoL_340773.pdf
213_AllegatoM_340773.pdf
213_AllegatoN_340773.pdf
213_AllegatoO_340773.pdf
213_AllegatoP_340773.pdf
213_AllegatoQ_340773.pdf
213_AllegatoR_340773.pdf
213_AllegatoS_340773.pdf

Torna indietro