Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 66 del 08 luglio 2014


Materia: Ambiente e beni ambientali

Deliberazione della Giunta Regionale n. 992 del 17 giugno 2014

SIED S.p.A. - Rinnovo di concessione di derivazione d'acqua della centrale idroelettrica di Oliero - Comuni di localizzazione: Valstagna e Campolongo sul Brenta (VI) - Procedura di V.I.A. ai sensi del D.Lgs. 152/2006 e ss.mm.ii. e della D.G.R. n. 1539/2011.

Note per la trasparenza

Il provvedimento esprime giudizio favorevole di compatibilità ambientale ai sensi del D.Lgs 152/2006 e ss.mm.ii. e della DGR n. 1539/2011 per la richiesta di rinnovo della concessione di derivazione d'acqua della centrale idroelettrica di Oliero.

L'Assessore Maurizio Conte riferisce quanto segue.

In data 09/07/2012 la società SIED S.p.A. ha presentato domanda di procedura di Valutazione d'Impatto Ambientale, ai sensi del D.Lgs. 152/2006 e ss.mm.ii. e di quanto disposto dalla D.G.R.V. n. 1539/2011, acquisita con prot. n. 320036 E.410.01.1 del 11/07/2012.

Sul progetto era già stata eseguita procedura di screening in relazione alla precedente richiesta del proponente, acquisita con prot. n. 622742/45.06 del 30/10/2006, sulla quale la struttura competente per la VIA, a seguito del parere espresso dalla Commissione V.I.A. nella seduta del 22/11/2006, si è pronunciata con Decreto n. 21 del 13/12/2006.

Sul medesimo progetto, in relazione alla successiva richiesta del proponente del 26/05/2008 era stata eseguita anche procedura di scoping, sulla quale la Commissione Regionale V.I.A. ha espresso parere in data 16/07/2008.

Contestualmente alla domanda è stato depositato, presso l'Unità Complessa V.I.A. della Regione Veneto, il progetto definitivo e il relativo studio di impatto ambientale.

Il proponente ha provveduto a pubblicare, in data 10/07/2012, sul quotidiano "Il Giornale di Vicenza", l'annuncio di avvenuto deposito del progetto e del SIA, con il relativo riassunto non tecnico, presso la Regione del Veneto, la Provincia di Vicenza ed i Comuni di Valstagna e Campolongo sul Brenta (VI). Il proponente ha provveduto alla presentazione al pubblico dei contenuti del progetto e del SIA in data 18/07/2012 presso la sala comunale del Municipio di Valstagna.

Dal momento che nell'annuncio non era stato indicato i termini entro i quali era possibile presentare osservazioni, il proponente ha provveduto ad effettuare una nuova pubblicazione, in data 23/08/2012, sul quotidiano "Il Giornale di Vicenza". Il proponente ha, inoltre, provveduto alla presentazione al pubblico dei contenuti del progetto e del SIA in data 27/08/2012 presso la sala comunale del Municipio di Valstagna.

Entro e fuori i termini non sono pervenute pareri ed osservazioni, di cui al D.Lgs. 152/2006 e ss.mm.ii., tese a fornire elementi conoscitivi e valutativi concernenti i possibili effetti dell'intervento.

Con nota prot. 419008 del 18/09/2012 gli uffici dell'UC VIA hanno inviato alla società SIED la nota di avvio del procedimento amministrativo.

Con nota prot. n. 472037 del 18/10/2012 gli uffici dell'Unità Complessa VIA hanno trasmesso copia della relazione paesaggistica alla Direzione Regionale Urbanistica e Paesaggio al fine di acquisire un parere in merito e con prot. n. 239592 del 05/06/2013 la Direzione Urbanistica e Paesaggio ha espresso il proprio parere favorevole.

In data 18/12/2012 il gruppo istruttorio della Commissione Regionale V.I.A., incaricato dell'esame del progetto, al fine dell'espletamento della procedura valutativa, ha effettuato un sopralluogo nell'area in cui è previsto l'intervento.

Il Presidente della Commissione nella riunione del 16/01/2013 ha disposto, ai sensi dell'art. 26 del D.Lgs. 152/2006 e ss.mm.ii., la proroga di 60 giorni per l'espressione del parere sul progetto in esame.

Con nota prot. n. 228087 del 29/05/2013 gli uffici dell'Unità Complessa VIA hanno trasmesso la relazione d'Incidenza ambientale aggiornata, all'Unità di Progetto Coordinamento Commissioni - Servizio Pianificazione Ambientale -, al fine di acquisire un parere in merito e, con protocollo n. 318288 del 26/07/2013, il Servizio Pianificazione Ambientale ha trasmesso la propria richiesta d'integrazioni.

Con nota prot. n. 1001/B.5.11/2 del 03/07/2013 l'Autorità di Bacino dei Fiumi Isonzo, Tagliamento, Livenza, Piave, Brenta-Bacchiglione ha trasmesso il proprio parere non favorevole.

Con nota prot. n.403086 del 23/09/2013 il Servizio Forestale Regionale di Vicenza ha trasmesso il proprio parere favorevole.

La Commissione Regionale V.I.A. ha richiesto al proponente, con nota prot. n. 433111 del 10/10/2013, documentazione integrativa, acquisita con nota prot. n. 530862 del 04/12/2013.

Sulla base della suddetta documentazione integrativa l'Autorità di Bacino dei Fiumi Isonzo, Tagliamento, Livenza, Piave, Brenta-Bacchiglione ha espresso il proprio parere favorevole con prescrizioni (prot. n. 3343/B.5.11/2-2013 del 31/01/2014).

Con nota prot. n. 563753 del 23/12/2013 gli uffici dell'Unità Complessa VIA hanno trasmesso la relazione d'Incidenza ambientale integrata a seguito della richiesta della Commissione Regionale VIA, all'Unità di Progetto Coordinamento Commissioni - Servizio Pianificazione Ambientale -, al fine di acquisire un parere in merito e, con protocollo n. 54210 del 06/02/2014, il Dipartimento Territorio - Sezione Coordinamento Commissioni (VAS VINCA NUVV) (ex Servizio Pianificazione Ambientale) ha trasmesso il proprio parere favorevole con prescrizioni.

Conclusa l'istruttoria tecnica, con parere n. 456 del 12/03/2014 Allegato A al presente provvedimento, la Commissione Regionale VIA ha espresso, all'unanimità dei presenti, parere favorevole al rilascio del giudizio favorevole di compatibilità ambientale sul progetto, subordinatamente al rispetto delle prescrizioni indicate nel parere di cui sopra.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura proponente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;

VISTO il D.Lgs. n. 152/2006 e ss.mm.ii.;

VISTA la L.R. n. 10/1999 e ss.mm.ii.;

VISTO l'art. 2 co. 2 della legge regionale n.54 del 31 dicembre 2012;

VISTA la D.G.R.V. n. 1539/2011;

VISTO il parere della Commissione Regionale Valutazione Impatto Ambientale n. 456 espresso nella seduta del 12/03/2014, Allegato A del presente provvedimento;

delibera

1.   di prendere atto, facendolo proprio, del parere n. 456 espresso dalla Commissione Regionale V.I.A. nella seduta del 12/03/2014, Allegato A del presente provvedimento di cui forma parte integrante, ai fini del rilascio del giudizio di compatibilità ambientale "Rinnovo di concessione di derivazione d'acqua della centrale idroelettrica di Oliero";

2.   di esprimere, ai sensi del D.Lgs. n. 152 del 03/04/2006 e ss.mm.ii., giudizio favorevole di compatibilità ambientale per il progetto in oggetto, ed in ordine al relativo studio per la Valutazione di Incidenza Ambientale, secondo le prescrizioni di cui all'allegato parere, Allegato A;

3.   di prendere atto che il presente provvedimento costituisce adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione Europea;

4.   di dare atto che, ai sensi di quanto stabilito dall'art. 26, comma 6 del D.Lgs. n. 152/2006, ess.mm.ii. l'intervento dovrà essere realizzato entro cinque anni dalla pubblicazione del presente provvedimento. Trascorso detto periodo, salvo proroga concessa su istanza del proponente, dall'autorità che ha emanato il provvedimento, la procedura di valutazione dell'impatto ambientale dovrà essere reiterata;

5.    di stabilire che il mancato rispetto di quanto previsto dal presente provvedimento potrebbe comportare la revoca del medesimo provvedimento, con riserva di richiesta degli eventuali danni;

6.    di comunicare il presente provvedimento alla società SIED S.p.A. con sede legale in Torino, Piazza Crimea n.7, nonché di comunicare l'avvenuta adozione dello stesso, al Comune di Valstagna, al Comune di Campolongo sul Brenta, all'Area Tecnico-Scientifica della Direzione Generale dell'ARPAV, al Dipartimento Provinciale ARPAV di Vicenza, al Dipartimento Territorio Sezione Coordinamento Commissioni (VAS-VINCA-NUV), alla Sezione bacino idrografico Piave Livenza - Sezione di Belluno, alla Sezione Energia ed all'Autorità di Bacino dei Fiumi Isonzo, Tagliamento, Livenza, Piave, Brenta-Bacchiglione;

7.    di dare atto che avverso il presente provvedimento, è ammesso ricorso giurisdizionale all'Autorità Giudiziaria competente oppure in via alternativa al Presidente della Repubblica, nei termini e nelle modalità previste dal Decreto Legislativo n° 104/2010;

8.    di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;

9.    di incaricare la Sezione Coordinamento Attività Operative dell'esecuzione del presente atto;

10.di pubblicare il presente provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto.

(seguono allegati)

992_AllegatoA_276460.pdf

Torna indietro