Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 95 del 20 novembre 2012


Materia: Ambiente e beni ambientali

Deliberazione della Giunta Regionale n. 2221 del 06 novembre 2012

Consorzio di Bonifica Acque Risorgive ( Ex Dese Sile ) - Interventi strutturali in rete minore di bonifica. Ricalibrazione e sostegni su sottobacini del fiume Zero -II° stralcio - Scolo Rusteghin. Comune di Mogliano Veneto (TV) - Procedura di approvazione definitiva ed autorizzazione ai sensi dell'art. 19 bis della L.R. 10/99, delle DGRV n. 308 del 10/02/09 e DGRV n. 327 del 17/02/09, con contestuale rilascio all'autorizzazione in materia di tutela dei Beni Paesaggistici ai sensi del D.Lgs. 42/04.

Note per la trasparenza:

Con DGR n. 794 del 09/04/2002 la Giunta Regionale Veneto ha rilasciato il giudizio di compatibilità ambientale favorevole in merito al progetto preliminare dell'intervento relativo ad interventi strutturali in rete minore di bonifica, ricalibrazione e sostegni su sottobacini del Dese e Zero (II° Stralcio. Scolo Rusteghin) presentato dal Consorzio di Bonifica Acque Risorgive ( Ex Dese Sile ).Il presente provvedimento approva ed autorizza l'intervento, ai sensi dell'art. 19 bis della L.R. 10/99 e ss.mm.ii., rilasciando contestualmente la relativa autorizzazione in materia di tutela dei Beni Paesaggistici ai sensi del D.Lgs. n. 42/04

L'Assessore Maurizio Conte, di concerto con l'Assessore Renato Chisso, riferisce quanto segue.

Con Delibera della Giunta Regionale n. 794 del 09/04/2002 è stato assentito al Consorzio di Bonifica Acque Risorgive ( Ex Dese Sile) un finanziamento per un importo complessivo di Euro 1.291.142,25, in attuazione del disposto della scheda progetto 2.f relativa al disinquinamento e risanamento ambientale della Laguna di Venezia, avente per oggetto: - "Interventi strutturali in rete minore di bonifica. Ricalibrazione e sostegni su sottobacini del Dese e Zero. II Stralcio. Scolo Rusteghin".

In data 13/07/2005 è stata presentata dal Consorzio di Bonifica Dese Sile ( ora Acque Risorgive) per l'intervento in oggetto domanda di procedura di Valutazione d'Impatto Ambientale ai sensi dell'art. 10 della L.R. n. 10/99, acquisita con prot. n. 507347/46.01 con allegata documentazione consistente nel progetto preliminare degli interventi corredato del relativo studio di impatto ambientale.

Il progetto preliminare è stato definitivamente approvato con DGR n. 3366 del 07 /11/2006, a seguito del parere della Commissione V.I.A. Regionale n. 143 del 13/09/2006 con cui è stato espresso giudizio favorevole di conformità ambientale con prescrizioni.

Successivamente il proponente Consorzio di Bonifica Acque Risorgive ( Ex Dese Sile ) ha dato seguito a dette prescrizioni con l'elaborazione del progetto definitivo consegnato con "Domanda di approvazione definitiva ed autorizzazione del progetto" in data 04/03/2011 prot. n.1851, acquisito nella medesima data dagli Uffici V.I.A. con prot. n. 110059/63.01.07/ EU10.011.

In data 30/11/2010 con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 107 il Comune di Mogliano Veneto (TV) ha espresso parere favorevole alla Variante Parziale al PRG n. 78 per gli interventi del Consorzio di Bonifica Acque Risorgive.

In data 29/06/2011 con protocollo n. 309883/6200020200, è stata inoltrata da parte dei competenti uffici VINCA, U.P. Coordinamento Commissioni (VAS-VINCA-NUVV), una richiesta di integrazioni in merito alla Valutazione di Incidenza.

In data 29/11/2011 il proponente Consorzio di Bonifica Acque Risorgive ha trasmesso alla Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici per le province di Venezia, Belluno, Padova e Treviso elaborati di progetto quali le relazioni descrittive, lo studio d'impatto ambientale e la relazione paesaggistica di cui al D.P.C.M 12/12/2005, notiziando della medesima comunicazione gli Uffici dell'Unità Complessa V.I.A.

In data 16/02/2012 la Direzione Regionale del Ministero per i beni culturali e paesaggistici del Veneto, tramite nota acquisita con n. 76418/63.01.07/E.410.01.1 al protocollo degli Uffici dell'Unità Complessa V.I.A., ha trasmesso il proprio parere favorevole all'intervento con prescrizioni.

In data 04/03/2012, con nota acquisita con n. 110059/E.410.01.1 al protocollo degli Uffici dell'Unità Complessa V.I.A., il proponente ha trasmesso le integrazioni richieste da parte dei competenti uffici VINCA, U.P. Coordinamento Commissioni (VAS-VINCA-NUVV).

In data 21/03/2012 il Servizio Pianificazione Ambientale dell'U.P. Coordinamento Commissioni (VAS-VINCA-NUVV), con la Relazione Istruttoria n. 48/2012 ha preso atto della dichiarazione di non necessità di procedura di valutazione d'incidenza, ai sensi della Dgr 3173 del 10/10/2006.

In seguito il proponente ha presentato documentazioni integrative, acquisite dagli Uffici V.I.A. rispettivamente in data 22/05/2012 con prot. n. 234526/63.01.07 ed in data 30/05/2012 con prot. n. 256776/63.01.07.

In data 19/06/2012 gli Uffici dell'U.C. V.I.A. hanno acquisito con prot. n. 283655/63.01.07 ulteriori elaborati progettuali integrativi trasmessi dal proponente.

In data 20/06/2012 la Commissione Regionale V.I.A., integrata ai sensi dell'art. 19bis della L.R. n. 10/99, con Determina n.1, Allegato A al presente provvedimento, ha espresso parere favorevole con prescrizioni all'approvazione del progetto definitivo ed all'autorizzazione alla realizzazione dell'intervento.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta Regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, incaricato della istruzione dell'argomento in questione ai sensi dell'art. 53, quarto comma dello Statuto, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione regionale e statale;

VISTO il D.Lgs. n. 42/2004 e succ. mod. e integr.;

VISTO il D.Lgs. n. 04/2008 e succ. mod. e integr.;

VISTA la L.R. n. 10/1999;

VISTA la DGR n. 3366/2006;

VISTA la DGR n. 308/2009;

VISTA la DGR n. 327/2009;

VISTA la Deliberazione del Consiglio Comunale di Mogliano Veneto ( TV) n. 107 del 30/11/2010;

VISTA la Determina n. 1 del 20/06/2012 dalla Commissione Regionale V.I.A., parte integrante del presente provvedimento;

delibera

1.         di prendere atto, facendolo proprio, del parereespresso dalla Commissione Regionale VIA nella seduta del 20/06/2012, con Determina n. 1 Allegato A al presente provvedimento, ai fini dell'autorizzazione e dell'approvazione del progetto per "Interventi strutturali in rete minore di bonifica. Ricalibrazione e sostegni su sottobacini del fiume Zero -II° stralcio - Scolo Rusteghin. Comune di Mogliano Veneto (TV)";

2.         di esprimere, ai sensi dell'art. 19 bis della L.R. n. 10/1999, parere favorevole all'autorizzazione ed all'approvazione del progetto, secondo le prescrizioni e le raccomandazioni di cui alla citata Determina, Allegato A al presente provvedimento, fatta salva l'acquisizione di ulteriori pareri e/o visti e/o autorizzazioni che dovranno essere acquisiti da altri Enti;

3.         di rilasciare Autorizzazione in materia di tutela dei Beni Paesaggistici, ai sensi dell'art. 146 del D.Lgs. n. 42/2004 e succ. mod. e integr.;

4.       di trasmettere il presente provvedimento al Consorzio di Bonifica Acque Risorgive, con sede in Comune di Mirano (Ve), via Marconi n.11, e di comunicare l'avvenuta adozione dello stesso alla Provincia di Treviso, al Comune di Mogliano Veneto (TV), all'Area Tecnico-Scientifica della Direzione Generale dell'ARPAV, al Dipartimento Provinciale ARPAV di Treviso, alla Direzione Regionale Difesa del Suolo, alla Direzione Regionale Progetto Venezia, all'Unità di Progetto Genio Civile di Treviso, alla Direzione Regionale del Ministero per i beni architettonici e paesaggistici, alla Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici per le province di Venezia, Treviso, Padova e Belluno, alla Soprintendenza ai Beni Archeologici del Veneto;

5.       di dare atto che avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) oppure in via alternativa al Presidente della Repubblica, nei termini e con le modalità previste dal Decreto Legislativo n. 104/2010;

6.       di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;

7.       di incaricare la Direzione Tutela Ambiente - Unità Complessa V.I.A. dell'esecuzione del presente atto;

8.       di pubblicare il presente provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto.

(seguono allegati)

2221_AllegatoA_243710.pdf

Torna indietro