Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 79 del 08 settembre 2006


Materia: Sanità e igiene pubblica

Deliberazione della Giunta Regionale n. 2667 del 07 agosto 2006

ACCORDO REGIONALE IN ATTUAZIONE DELL'ACN RESO ESECUTIVO IN DATA 15 DICEMBRE 2005, MEDIANTE INTESA NELLA CONFERENZA STATO - REGIONI, PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI CON I MEDICI PEDIATRI DI LIBERA SCELTA.

L'Assessore alle Politiche Sanitarie, Flavio Tosi, riferisce quanto segue.

Il 15 marzo 2006, a seguito della convocazione con nota regionale del 7 marzo 2006, n. 150445, è stata avviata la negoziazione per l'Accordo regionale della Pediatria di Libera Scelta.

La Parte pubblica è composta dal gruppo di lavoro della "Cabina di Regia" ex DGR n. 1008 del 16/04/2004.

Le OO.SS., aventi titolo, sono le seguenti:

  • FIMP
  • CIPe.

Le trattative si sono svolte attraverso incontri periodici fino alla riunione conclusiva del 18 luglio 2006, nell'ambito del Comitato regionale per la PLS, nella quale le parti hanno concordato, a livello tecnico, la proposta di Accordo regionale che, in sintesi, prevede:

  • l'importanza di un sistema delle Cure Primarie integrato, fondato dunque sull'interazione tra i professionisti e sulla promozione delle sinergie tra i diversi poli della rete socio-assistenziale;
  • la necessità di realizzare nel territorio la continuità dell'assistenza nel concetto più ampio di presa in carico globale dell'assistito;
  • la conferma della validità del programma di prevenzione primaria che deve essere esteso a tutta la popolazione infantile del Veneto con particolare attenzione all'intercettazione dei deficit sensoriali visivi ed uditivi ed ai corretti stili di vita;
  • un adeguato sviluppo del Sistema di raccolta dei flussi informativi riguardo ai dati clinico epidemiologici rilevanti sia per programmare correttamente lo sviluppo dei processi assistenziali, sia per monitorare gli esiti attesi degli interventi operati in termini di obiettivi di salute;
  • la strategicità di implementazione di modelli a responsabilità condivisa nelle scelte di politica sanitaria e di governo clinico, volti a garantire il perseguimento di obiettivi di salute.

Sono stati individuati, pertanto, come strumenti attuativi dei suddetti obiettivi strategici, da un lato i Patti, finalizzati alla declinazione a livello aziendale delle linee programmatiche ed alla definizione di ulteriori obiettivi contestuali. In quest'ottica lo strumento del Patto costituisce parte integrante dei sistemi di pianificazione e di programmazione aziendale, in relazione agli obiettivi di salute individuati ed attuabili tramite la messa a punto di processi di "presa in carico dei bisogni" e di stili che qualificano il rapporto tra Pediatra-Bambino-Famiglia. Dall'altro lato le forme associative della Pediatria di Libera Scelta rappresentano lo strumento atto a promuovere modalità di lavoro integrato tra i Medici e di responsabilizzazione su obiettivi di equità e compatibilità economica del sistema; esse inoltre favoriscono la continuità dell'assistenza che è all'apice degli obiettivi dell'organizzazione dei servizi.

L'Accordo regionale intende dunque valorizzare:

  • la valenza strategica del Patto;
  • gli strumenti gestionali delle forme associative con particolare attenzione alle forme evolute e complesse (UTAP ed Equipe territoriali) che dovranno costituire il fulcro dell'assistenza pediatrica primaria in un contesto distrettuale organizzato ed integrato con il settore ospedaliero;
  • la conferma e la valorizzazione del progetto "Salute Infanzia" come livello essenziale ed uniforme di prevenzione in ambito regionale;
  • la conferma e lo sviluppo del progetto "Cure Primarie", quale espressione dell'appropriatezza diagnostico prescrittiva e del governo clinico delle patologie a maggior incidenza ed importanza sociale.

Risorse economiche

Fondo per i Patti aziendali per l'Area in oggetto di cui alla DGR n. 3731 del 26/11/2004 "Indirizzi per la definizione dei Patti aziendali per l'esercizio 2005, per la Medicina Convenzionata di assistenza primaria e disposizioni collegate. DGR n. 3889 del 31/12/2001.", a carico del bilancio delle Aziende Sanitarie.

La proposta di Accordo regionale è stata presentata, in data 11 luglio 2006, ai Direttori Generali delle Aziende Sanitarie che fanno parte della "Cabina di Regia" per la Medicina convenzionata.

È opportuno richiamare, nel presente atto, sia quanto disposto dall'articolo 4, comma 1 dell'ACN per la PLS: "Le Regioni e le Organizzazioni Sindacali si impegnano a definire, entro e non oltre i sei mesi successivi all'entrata in vigore dell'Accordo collettivo nazionale, le intese regionali contemplate nel presente accordo per la definizione dei seguenti aspetti specifici (¿)", sia quanto disposto dall'art. 19, comma 1, lettera g) dello stesso ACN per la PLS: "Il rapporto tra le Aziende e i medici pediatri di libera scelta cessa (¿) per accertato e contestato mancato rispetto degli obblighi e dei compiti previsti dalla convenzione e dai relativi accordi integrativi regionali e aziendali, sulla base delle procedure di cui all'articolo 30", al fine di individuare e definire le rispettive responsabilità in merito alla materia oggetto della presente deliberazione.

Con il presente provvedimento si propone di recepire l'Accordo regionale di cui sopra, in attuazione dell'ACN reso esecutivo in data 15 dicembre 2005, mediante intesa nella conferenza Stato - Regioni, per la disciplina dei rapporti con i medici pediatri di libera scelta, nel testo che viene allegato, sotto la voce A, al presente atto per costituirne parte integrante ed essenziale.

Il relatore conclude la propria relazione e sottopone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

-    UDITO il relatore incaricato dell'istruzione dell'argomento in questione ai sensi dell'art. 33, comma 2 dello Statuto, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la legislazione regionale e statale.
-    VISTO l'ACN reso esecutivo in data 15 dicembre 2005, mediante intesa nella conferenza Stato - Regioni, per la disciplina dei rapporti con i medici pediatri di libera scelta.
-    VISTO la proposta di Accordo regionale definita, in data 18 luglio 2006, nel Comitato regionale per la Pediatria di Libera Scelta.

delibera

1. Di recepire l'Accordo regionale definito il 18 luglio 2006, in attuazione dell'ACN reso esecutivo in data 15 dicembre 2005, mediante intesa nella conferenza Stato - Regioni, per la disciplina dei rapporti con i medici pediatri di libera scelta, nel testo che viene allegato, sotto la voce A, al presente atto per costituirne parte integrante ed essenziale.
2. Di trasmettere il presente provvedimento alle Aziende Sanitarie per gli atti di competenza.

(seguono allegati)

2667_AllegatoA_191469.pdf

Torna indietro