Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 90 del 29/07/2022
Scarica la versione firmata del BUR n. 90 del 29/07/2022
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 90 del 29 luglio 2022


Materia: Turismo

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE TURISMO n. 176 del 22 luglio 2022

Avvio procedura di raccolta di manifestazione di interesse per l'affidamento del servizio finalizzato alla "Revisione cartografica degli habitat e degli habitat di specie di alcuni siti della Rete Natura 2000 della provincia di Vicenza e Verona e sviluppo banca dati", finanziato dal Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2020 ai sensi del Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio. Misura 20 Assistenza tecnica 2014-2020. Programma operativo PO.4 - DGR n. 1394 del 1 ottobre 2019" modificata dalla DGR n. 75 del 25/01/2021. D.G.R. n. 1066 del 17 aprile 2007. Decisione di esecuzione della Commissione C (2011) 4892 dell'11 luglio 2011. CUP H29B22000070008.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento la U.O Strategia regionale della Biodiversità e dei Parchi intende indire una procedura di raccolta di manifestazione di interesse per procedere all'affidamento del servizio finalizzato alla revisione cartografica degli habitat e degli habitat di specie di alcuni siti della Rete Natura 2000 della provincia di Vicenza e Verona secondo le specifiche tecniche definite con D.G.R. n. 1066 del 17 aprile 2007 e all' aggiornamento dei relativi Formulari Standard così come indicato nella Decisione di esecuzione della Commissione 2011/484/UE dell'11 luglio 2011 e nella nota del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare prot. PNM-2012-0001641 del 25 gennaio 2012.

Il Direttore

PREMESSO CHE:

la Direttiva 79/409/CEE, detta “Uccelli”, ora sostituita integralmente dalla versione codificata della Direttiva 2009/147/CE, e la Direttiva 92/43/CEE, detta “Habitat”, sono gli strumenti individuati dalla Commissione europea per assicurare la salvaguardia della diversità biologica in Europa attraverso, rispettivamente, la conservazione degli uccelli selvatici e la conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche;

per realizzare gli obiettivi di conservazione della biodiversità in Europa la Commissione europea ha assegnato agli Stati membri non solo il dovere di garantire lo stato di conservazione degli habitat e delle specie elencate negli allegati alle due direttive, anche attraverso la costituzione di una rete ecologica europea coerente di zone speciali di conservazione, denominata “Natura 2000”, ma anche di monitorare periodicamente lo stato di salute di specie e habitat, per poi trasmetterne i dati relativi in un report completo, ogni sei anni, alla stessa Commissione europea;

dal 2003 sono stati avviati progetti per censire gli habitat "Natura 2000" e gli habitat di specie nei siti della Rete Natura 2000 del Veneto sviluppando un programma di realizzazione della cartografia degli habitat e habitat di specie dei siti di Rete Natura 2000 che si è conclusa permettendo di costituire un dataset conforme alle specifiche tecniche di acquisizione dati, approvate con D.G.R. 1066 del 17 aprile 2007, che rappresenta il primo contributo alla conoscenza della distribuzione e della verifica dello stato di conservazione degli habitat e habitat di specie nei siti Natura 2000 del Veneto;

la Giunta regionale ha provveduto, in fasi successive, all’approvazione e aggiornamento della cartografia degli habitat dei siti di Rete Natura 2000, tra i quali quelli per i quali ora si intende provvedere alla revisione, come segue:

  • con DGR n. 4240/2008: IT3210021 Monte Pastello, IT3210004 Monte Luppia e P.ta San Vigilio; IT3210007 Monte Baldo: Val dei Mulini, Senge di Marciaga, Rocca di Garda;
  • con DGR n. 4240/2008, in seguito integrata con DGR n. 1083/2014: IT3220037 Colli Berici;
  • con DGR 2816/2009: IT3210002 Monti Lessini: Cascate di Molina, IT 3210006 Monti Lessini: Ponte di Veja, Vaio della Marciora, IT 3210043 Fiume Adige tra Belluno Veronese e Verona Ovest;

per una corretta gestione dei Siti di Rete Natura 2000, l’applicazione delle misure di conservazione per le ZPS e ZSC nonché l’approvazione di piani e pareri di Valutazione di Incidenza è necessario che la cartografia rappresenti la situazione evolutiva degli habitat e degli habitat di specie aggiornata;

PRESO ATTO CHE:

la situazione rilevata con i citati provvedimenti del 2008 e 2009 ha subìto una modificazione, in quanto gli habitat e habitat di specie a causa di fattori di pressione antropica (sfruttamento delle risorse, inquinamento, urbanizzazione), dinamiche naturali ed effetti dovuti ai cambiamenti climatici hanno mutato la loro estensione (riduzione, frammentazione) e le loro caratteristiche fitosociologiche;

pertanto attualmente il dataset cartografico presenta inesattezze dei dati rappresentati, dovute ad imprecisioni di tipo interpretativo, che ad oggi una analisi tecnica di maggior dettaglio, con l’utilizzo di strumentazioni innovative permetterebbe di risolvere, confermando o rettificando in maniera più accurata il dataset cartografico;

RILEVATO CHE alcuni ambiti di tali siti sono interessati da interventi del PSR, e che risulta quindi prioritario effettuare una serie di rilievi faunistici e floristici puntuali al fine di monitorare l’evoluzione dei sistemi naturali e seminaturali;

PRESO ATTO CHE:

si rileva l’esigenza di procedere ad una revisione della cartografia e del database associato, secondo le specifiche tecniche di cui alla DGR n. 1066/2007, degli habitat e degli habitat di specie dei seguenti siti:

  • IT3210002 Monti Lessini: Cascate di Molina;
  • IT3210004 Monte Luppia e P.ta San Vigilio;
  • IT 3210006 Monti Lessini: Ponte di Veja, Vaio della Marciora;
  • IT 3210007 Monte Baldo: Val dei Mulini, Senge di Marciaga, Rocca di Garda;
  • IT 3210021 Monte Pastello;
  • IT 3210043 Fiume Adige tra Belluno Veronese e Verona Ovest;
  • IT 3220037 Colli Berici.

affinché associazioni agricole, strutture regionali competenti e l’Agenzia Veneta per i Pagamenti (AVEPA) possano effettuare attività di verifica, controllo e monitoraggio ai fini della sorveglianza degli interventi del PSR, oltre ad incrementare la conoscenza e consapevolezza delle problematiche connesse all'interazione tra Rete Natura 2000 ed attività agricola;

sulla base delle informazioni rilevate con la revisione in argomento è necessario aggiornare i relativi Formulari Standard che costituiranno la banca dati, secondo quanto previsto dalla Decisione di esecuzione della Commissione 2011/484/UE dell’11 luglio 2011 e nella nota del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare prot. PNM-2012-0001641 del 25 gennaio 2012.

PREMESSO CHE:

il Regolamento (UE) n. 1305 del 17 dicembre 2013 stabilisce norme generali a disciplina del sostegno dell’Unione a favore dello sviluppo rurale, finanziato dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (“FEASR”) e istituito dal Regolamento (UE) n. 1306/2013;

con Decisione di Esecuzione C(2015) 3482 del 26 maggio 2015 la Commissione Europea ha approvato il Programma di sviluppo rurale della Regione del Veneto per il 2014-2020 (PSR 2014-2020) e ha concesso il sostegno da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR);

con DGR n. 947 del 28 luglio 2015 la Giunta regionale ha approvato in via definitiva il testo del Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2020 ai sensi del Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio;

con DGR n. 685 del 28 maggio 2019 la Giunta regionale ha approvato l’ultima versione del testo del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) per il Veneto 2014-2020 ai sensi del Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio;

il PSR 2014-2020 prevede l’attivazione della Misura 20 – Assistenza tecnica con l’obiettivo di rafforzare la capacità gestionale e amministrativa dell’Autorità di Gestione (AdG) e, in generale, delle strutture coinvolte nell’attuazione del Programma, sia a livello regionale che locale, ai fini di migliorare e semplificare l’azione amministrativa, sostenere le dinamiche del partenariato e promuovere un’adeguata informazione, migliorare le scelte dell’amministrazione per quanto riguarda la selezione degli interventi e determinare un quadro conoscitivo adeguato del contesto sociale ed economico della Regione;

con DGR n. 993 del 29 giugno 2016 la Giunta regionale ha approvato il Piano di attività che provvede a declinare le azioni di Assistenza tecnica nonché i relativi interventi che si intendono attivare nel periodo di programmazione 2014-2020, oltre ad individuare i soggetti interessati, le risorse impegnate e le relative modalità attuative, sulla base di un’articolazione sviluppata attraverso appositi Programmi operativi approvati dalla Giunta regionale;

con DGR n. 1394 del 01.10.2019 e ss.mm.ii. la Giunta Regionale, ha approvato il Programma Operativo (PO.4), in relazione agli ulteriori fabbisogni rilevati ed in continuità con le iniziative approvate con il PO.1-2016;

con DGR n. 75 del 26.01.2021 la Giunta Regionale, ha approvato le modifiche ai Programmi Operativi PO.1, PO.2 e PO.4. e l’integrazione di ulteriori interventi che prevede, nell’azione 3 – ID 47, la revisione della cartografia degli habitat e degli habitat di specie di alcuni siti della Rete Natura 2000 della provincia di Vicenza e Verona e sviluppo di una banca dati, identificando la U.O Strategia regionale della Biodiversità e dei Parchi, afferente alla Direzione Turismo, quale struttura responsabile che ne assume la titolarità e responsabilità applicativa;

con Decreto del Direttore della Direzione AdG FEASR e Foreste n. 77 del 29 ottobre 2019 è stata impegnata a favore di AVEPA – Agenzia Veneta per i Pagamenti in Agricoltura – la quota di cofinanziamento regionale al Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2020 necessaria per dare corso alle attività di Assistenza tecnica previste dal Programma Operativo n. 4 approvato con la DGR n.  1394 del 01/10/2019;

CONSIDERATO CHE:

la “Revisione cartografica degli habitat e degli habitat di specie di alcuni siti della Rete Natura 2000 della provincia di Vicenza e Verona e sviluppo banca dati” - Azione 3, intervento F, ID 47 del PO. 4, Misura 20, Assistenza tecnica, è stata attribuita alla U.O. Strategia Regionale della Biodiversità e dei Parchi;

con nota n. 300015 del 05.07.2022, la U.O. Strategia Regionale della Biodiversità e dei Parchi ha richiesto alla Direzione AdG FEASR Bonifica e Irrigazione l’autorizzazione per procedere all’affidamento del servizio oggetto del presente provvedimento, come previsto dall’Allegato A alla DGR n. 993/2016;

con nota n. 306164 del 11.07.2022, la Direzione AdG FEASR Bonifica e Irrigazione ha autorizzato l’attivazione dell’iniziativa ID 47 – PO. 4 di cui alla proposta della U.O. Strategia Regionale della Biodiversità e dei Parchi, essendo verificata la coerenza rispetto al PO. 4;

PRESO ATTO che per lo svolgimento della suddetta attività ad alto tasso di specializzazione, non è possibile in questa fase avvalersi dell’apporto delle strutture e del personale regionale di ruolo e quindi si ritiene opportuno procedere all'affidamento esterno di dette attività;

PRESO ATTO che con la DGR n. 239 del 15 marzo 2022 “Approvazione della prima variazione del Programma biennale degli acquisti di Forniture e Servizi 2022-2023 dell'Amministrazione Regione del Veneto. D. Lgs 18.04.2016, n. 50, art. 21 e DM 16 gennaio 2018, n. 14, art. 7.”, la Giunta regionale ha approvato l’acquisto del servizio “PSR Veneto 2014-2020. Misura 20. Assistenza tecnica. P.O.4 Azione 3 ID 47 - Revisione della cartografia degli habitat e degli habitat di specie di alcuni siti della Rete Natura 2000 della Provincia di Vicenza e Verona e sviluppo banca dati” assegnando il CUI S80007580279202200119 e CPV 71356000-8, per un importo di euro 200.000,00;

RITENUTO di poter avviare la procedura di affidamento all’esterno per la “Revisione cartografica degli habitat e degli habitat di specie di alcuni siti della Rete Natura 2000 della provincia di Vicenza e Verona e sviluppo banca dati”;

CONSIDERATO che l’importo massimo di spesa previsto, pari ad euro 200.000,00 di cui importo a base d’asta euro 163.934,43 e IVA euro 36.065,57 permette di procedere all’affidamento del servizio ai sensi dell'art. 2, comma 2, lett. b) della L. 120/2020;

CONSIDERATO che per l’acquisizione del servizio si deve far ricorso al mercato elettronico della pubblica amministrazione ai sensi dell’art. 58 del D. Lgs. n. 50/2016;

DATO ATTO che per il suddetto servizio è stata constatata l’assenza sia di convenzioni Consip stipulate in favore delle Amministrazioni pubbliche che di bandi affini al servizio richiesto;

PRESO ATTO che nella piattaforma MEPA, quindi, non è stata riscontrata la presenza di operatori economici in grado di fornire il relativo servizio come richiesto nella sua integrità, articolazione e complessità, né servizi similari, visto l’alto grado di specialità e di competenze richieste per l’esecuzione delle attività;

PRESO ATTO della necessità di garantire la massima pubblicità e l’applicazione del principio di rotazione, si procede a individuare gli operatori economici da consultare tramite un’indagine esplorativa, mediante la pubblicazione di un avviso pubblico per la manifestazione di interesse alla partecipazione di una procedura negoziata, pubblico avviso per il quale, viene fissata la scadenza di quindici giorni naturali e consecutivi;

RITENUTO di stabilire, quale requisito tecnico necessario al fine della selezione degli operatori economici da invitare alla procedura negoziata, l’aver espletato negli ultimi tre anni (a partire da luglio 2019) servizi di revisione cartografica e revisione formulari standard dei siti di Rete Natura 2000 presso Enti pubblici e che la somma dell’importo di aggiudicazione dei servizi svolti negli ultimi tre anni dovrà avere il valore pari ad almeno a 60.000,00 €, corrispondente al 30% del valore complessivo del presente affidamento;

RITENUTO di stabilire che, ai fini della successiva procedura negoziata, saranno consultati tutti gli operatori economici aventi i requisiti di cui sopra nonché i requisiti generici stabiliti per legge e richiamati nell’avviso, che avranno risposto entro i termini riportati nell’avviso stesso;

RITENUTO inoltre di stabilire, ai fini della valutazione delle offerte che perverranno nell’ambito della successiva procedura negoziata, il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell’art 95 comma 3b) del D. Lgs. n. 50/2016;

RITENUTO opportuno, ricorrendone i requisiti di legge, procedere all’acquisizione del servizio tramite l’inoltro di una Richiesta di Offerta (RDO) nel Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA) rivolta agli operatori risultanti dalla manifestazione di interesse;

ATTESO CHE con Decreto del Direttore della Direzione AdG FEASR e Foreste n. 77 del 29 ottobre 2019 è stata impegnata a favore di AVEPA – Agenzia Veneta per i Pagamenti in Agricoltura – la quota di cofinanziamento regionale al Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2020 necessaria per dare corso al presente affidamento;

RITENUTO, per tutto quanto sopra espresso, di approvare gli schemi di “Avviso Pubblico per indagine esplorativa” e di “Dichiarazione di manifestazione di interesse”, di cui rispettivamente all’Allegato A e all’Allegato B al presente provvedimento, allegati che ne costituiscono parte integrante;

VISTE:

  • La Decisione di esecuzione della Commissione 2011/484/UE dell'11 luglio 2011
  • la Legge n. 241 del 7 agosto 1990;
  • il D. Lgs. n. 33/2013, "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle PP.AA.";
  • il D.L. n. 76/2020 convertito nella L. 120/2020;
  • il D. Lgs. n. 50/2016 “Codice dei contratti pubblici” e ss.mm.ii;
  • il D. Lgs n. 118/2011 e successive variazioni;
  • la DGR 1066 del 17 aprile 2007 “Approvazione nuove specifiche tecniche per l’individuazione e la restituzione cartografica degli habitat e degli habitat di specie della Rete Natura 2000 della Regione del Veneto. Modificazione D.G.R. 4441 del 30.12.2005”
  • il “Collegato alla legge di stabilità regionale 2022” (legge regionale 15 dicembre 2021, n. 34);
  • la “Legge di stabilità regionale 2022” (legge regionale 17 dicembre 2021, n. 35);
  • la legge di “Bilancio di previsione 2022-2024” (legge regionale 20 dicembre 2021, n. 36);
  • la delibera di Giunta regionale n.1821 del 23 dicembre 2021 con la quale è stato approvato il Documento tecnico di accompagnamento al bilancio di previsione 2022-2024;
  • il decreto del Segretario Generale della Programmazione n. 19 del 28 dicembre 2021 di approvazione del “Bilancio Finanziario Gestionale 2022-2024”;
  • la DGR n. 42 del 25.01.2022 di approvazione delle Direttive per la gestione del bilancio di previsione 2022 - 2024
  • la DGR n. 1939 del 28.10.2014 che approva il codice di comportamento dei dipendenti della Regione del Veneto;
  • la DGR n. 677/2013: Decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni". Adempimenti”;
  • la DGR n. 1823/2019“Aggiornamento degli indirizzi operativi per la gestione delle procedure di acquisizione di servizi, forniture e lavori sotto soglia comunitaria per le esigenze della Regione del Veneto. DGR n. 1475/2017. D. Lgs. n. 50/2016, D.L. 32/2019”;
  • la DGR n. 1004 del 21.07.2020 “Aggiornamento degli indirizzi operativi per la gestione delle procedure di acquisizione di servizi, forniture e lavori sotto soglia comunitaria per le esigenze della Regione del Veneto. D.G.R. n. 1823/2019, D. Lgs. n. 50/2016”;
  • le Linee Guida n. 4, di attuazione del D. Lgs. n. 50/2016, recanti "Procedure per l'affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici" aggiornate con delibera del Consiglio n. 2016 del 01.03.2018;

decreta

1. di considerare le premesse quali parti integranti al presente atto;

2. di avviare la procedura di raccolta di manifestazione di interesse, al fine di indire l’affidamento del servizio finalizzato alla “Revisione cartografica degli habitat e degli habitat di specie di alcuni siti della Rete Natura 2000 della provincia di Vicenza e Verona e sviluppo banca dati secondo le specifiche tecniche di cui alla DGR n. 1066/2007”, ai sensi dell'art. 2 comma 2 lettera b) della L.120/20 ss.mm.ii;

3. di dare atto che il servizio tecnico richiesto non è presente nelle convenzioni-quadro Consip, di cui all'art. 26 della Legge 23 dicembre 1999 n. 488 e ss.mm.ii. o di convenzioni quadro stipulate dalle centrali di committenza regionali istituite ai sensi dell'art.1, comma 456 della Legge 27 dicembre 2006 n. 296, né nel Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA);

4. di individuare gli operatori economici da consultare ai fini della procedura negoziata, mediante la pubblicazione di un pubblico avviso per la manifestazione di interesse per il quale viene fissata la scadenza di quindici giorni naturali e consecutivi;

5. di stabilire che, ai fini della procedura negoziata, saranno consultati tutti gli operatori economici aventi i requisiti generici e tecnici specificati nell’ “Avviso pubblico per indagine esplorativa”, facente parte integrante del presente provvedimento quale Allegato A, che avranno risposto nei termini stabiliti dall’avviso medesimo;

6. di approvare gli schemi di “Avviso Pubblico per indagine esplorativa” e di “Dichiarazione di manifestazione di interesse”, di cui rispettivamente all’Allegato A e all’Allegato B al presente provvedimento, allegati che ne costituiscono parte integrante;

7. di dare atto che l’”Avviso Pubblico per indagine esplorativa” Allegato A è finalizzato esclusivamente ad avviare una mera indagine esplorativa di mercato e pertanto non costituisce avvio di una procedura di gara pubblica, né proposta contrattuale e non vincola in alcun modo l’Amministrazione proponente che si riserva, a suo giudizio insindacabile, la più ampia potestà discrezionale, che le consentirà pertanto di interrompere in qualsiasi momento la procedura e di procedere o meno all’affidamento del servizio;

8. di approvare con successivo provvedimento l’indizione della procedura per l’affidamento del servizio fino ad un importo di euro 163.934,43 più IVA al 22% di euro 36.065,57 per un importo complessivo massimo pari a euro 200.000,00 (IVA al 22% e qualsiasi altro onere incluso);

9. di dare atto che le risorse finanziarie necessarie per l’eventuale affidamento del servizio oggetto del presente provvedimento, pari ad euro 200.000,00 (IVA e ogni altro onere incluso), sono assicurate dall’impegno della quota di cofinanziamento regionale assunto a favore di AVEPA – Agenzia Veneta per i pagamenti in Agricoltura con Decreto del Direttore della Direzione AdG FEASR e Foreste n. 77 del 29 ottobre 2019;

10. di stabilire che l’importo per la realizzazione dell’incarico in argomento sarà liquidato dall’organismo pagatore regionale AVEPA sulla base di specifiche procedure definite dalla DGR n. 993/2016 e ss.mm.ii. relativa alle attività di assistenza tecnica – Misura 20 del PSR 2014-2020;

11. di dare atto che il Responsabile Unico del Procedimento, ai sensi dell'art. 31 del D. Lgs. n. 50/2016 è il dott. Mauro Giovanni Viti, Direttore della Direzione Turismo;

12. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’art. 23 del D. Lgs n. 33/2013 nella sezione “Amministrazione Trasparente”;

13. di pubblicare il presente atto ai sensi dell'art. 29 del D. Lgs. n. 50/2016;

14. di pubblicare il presente atto integralmente nel Bollettino ufficiale della Regione;

Mauro Giovanni Viti

(seguono allegati)

176_Allegato_A_DDR_176_22-07-2022_481642.pdf
176_Allegato_B_DDR_176_22-07-2022_481642.pdf

Torna indietro