Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 3 del 07/01/2022
Scarica la versione firmata del BUR n. 3 del 07/01/2022
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 3 del 07 gennaio 2022


Materia: Appalti

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE LAVORO n. 1096 del 20 dicembre 2021

Gara d'appalto a procedura aperta, ai sensi del D. Lgs n. 50/2016, per l'affidamento del servizio di assistenza tecnica specialistica per la realizzazione del Sistema di individuazione, valutazione e certificazione delle competenze e per la manutenzione del repertorio regionale degli standard professionali (RRSP), per la realizzazione dell'Obiettivo 6 (Migliorare l'efficacia e la qualità dei servizi al lavoro e contrastare il lavoro sommerso) del Programma Operativo Regionale - Fondo Sociale Europeo 2014/2020, Regione Veneto, Asse I. CIG 8977725D07. CUP H74E21001000006. Approvazione progetto, bando e atti di gara.

Note per la trasparenza

In esecuzione della DGR n. 1610 del 19 novembre 2021, con il presente provvedimento vengono approvati il progetto, il bando e gli atti di gara relativi al servizio in oggetto, da affidare mediante procedura aperta, ai sensi dell'art. 60 del D.lgs. 50/2016 ("Codice dei Contratti Pubblici"), con il criterio di aggiudicazione all'offerta economicamente più vantaggiosa. Estremi dei principali documenti dell'istruttoria: Progetto del servizio in data 10/11/2021. DGR n. 1610 del 19 novembre 2021; D. Lgs n. 50/2016.

Il Direttore

PREMESSO che con Deliberazione della Giunta Regionale n. 1610 del 19 novembre 2021 è stata autorizzata l’acquisizione del servizio di assistenza tecnica specialistica per la realizzazione del Sistema di individuazione, valutazione e certificazione delle competenze e per la manutenzione del repertorio regionale degli standard professionali (RRSP), per la realizzazione dell’Obiettivo 6 (Migliorare l’ efficacia e la qualità dei servizi al lavoro e contrastare il lavoro sommerso) del Programma Operativo Regionale - Fondo Sociale Europeo 2014/2020, Regione Veneto, Asse I, per un importo a base d’asta di Euro 248.567,72, IVA esclusa;

TENUTO CONTO che l’importo massimo autorizzato delle obbligazioni di spesa relative all’appalto è pari ad Euro 454.878,93, comprensivo dell’importo posto a base di gara, dell’eventuale proroga tecnica ai sensi dell’art. 106, comma 11 del Codice dei Contratti Pubblici, dell’IVA e dei relativi oneri di gara;

CONSIDERATO che la citata DGR n. 1610 del 19 novembre 2021 ha individuato quale Responsabile Unico del Procedimento, ai sensi e per gli effetti del D. Lgs. n. 50/2016 il Direttore della Direzione Lavoro Dott. Alessandro Agostinetti, incaricandolo della cura di ogni adempimento necessario per l’attuazione della gara in oggetto; 

CONSIDERATO che la selezione dell’operatore economico avverrà mediante gara d'appalto europea a procedura aperta e con il criterio di aggiudicazione dell'offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi degli artt. 60 e 95, comma 2 del Codice dei contratti pubblici;

CONSIDERATO che, ai sensi degli articoli 81 e 216, comma 13, del D. Lgs n. 50/2016, l’acquisizione della documentazione comprovante il possesso dei requisiti di carattere generale, tecnico organizzativo ed economico finanziario per la partecipazione alle procedure disciplinate dallo stesso Decreto avverrà attraverso l’utilizzo del sistema per la verifica online dei requisiti per la partecipazione alle procedure di affidamento, denominato “AVCPASS”, secondo le modalità previste dalla Deliberazione n. 157 del 17 febbraio 2016 dell’Autorità Nazionale Anti Corruzione (ANAC);

RITENUTO di indicare quale metodo di calcolo per l’offerta economicamente più vantaggiosa, ex art. 95, comma 3 del D. Lgs. n. 50/2016, quello aggregativo compensatore e quale metodo di valutazione delle offerte, il confronto a coppie eseguito sulla base della matrice triangolare e della tabella semantica, conformemente a quanto indicato nelle Linee guida per l’Offerta economicamente più vantaggiosa approvate dall’ANAC con le Deliberazioni n. 1005 del 21 settembre 2016 e n. 424 del 2 maggio 2018;

RITENUTO di individuare quale soggetto abilitato alla verifica dei requisiti per l’affidamento dei contratti di lavori servizi e forniture attraverso l’utilizzo del sistema AVCPASS il Responsabile Unico del Procedimento;

DATO ATTO che il servizio in questione non risulta fra quelli oggetto di convenzioni Consip attualmente attive;

RICHIAMATO tuttavia il diritto dell’amministrazione di recedere in qualsiasi tempo dal contratto, previa formale comunicazione all’appaltatore con preavviso non inferiore a quindici giorni e previo pagamento delle prestazioni già eseguite oltre al decimo delle prestazioni non ancora eseguite, nel caso in cui, tenuto conto anche dell’importo dovuto per le prestazioni non ancora eseguite, i parametri delle convenzioni stipulate da Consip S.p.A. ai sensi dell’articolo 26, comma 1, della Legge 23 dicembre 1999, n. 488 successivamente alla stipula del predetto contratto siano migliorativi rispetto a quelli del contratto stipulato e l’appaltatore non acconsenta ad una modifica delle condizioni economiche tale da rispettare il limite di cui all’articolo 26, comma 3, della Legge n. 488/1999;

DATO ATTO che l’art. 26, comma 3-bis del D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, in materia di tutela della salute e della sicurezza dei luoghi di lavoro, prevede che l’obbligo della redazione del Documento Unico di Valutazione dei Rischi (DUVRI) non si applica ai servizi di natura intellettuale e che pertanto i relativi costi debbono ritenersi pari a zero;

VISTO l’articolo 71 del D. Lgs n. 50/2016 che stabilisce che i bandi sono predisposti dalle stazioni appaltanti sulla base di bandi-tipo adottati dall’ANAC e contenenti le informazioni di cui all’allegato XIV, Parte I, lettera C del medesimo D. Lgs. n. 50/2016;

PRESO ATTO che con delibera n. 1228 del 22 novembre 2017 l’ANAC ha approvato lo “Schema di disciplinare di gara Procedura aperta per l’affidamento di contratti pubblici di servizi e forniture nei settori ordinari sopra soglia comunitaria con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo”, provvedimento che è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il 22 dicembre 2017 e, in conformità all’art. 213, comma 17-bis del D. Lgs. n. 50/2016, è divenuto efficace il quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione, pertanto il 5 gennaio 2018;

CONSIDERATO che l’art. 85 del D. Lgs. n. 50/2016 statuisce che, al momento della presentazione delle domande di partecipazione o delle offerte, le stazioni appaltanti accettano il Documento di gara unico europeo (DGUE), redatto in conformità al modello di formulario approvato con regolamento della Commissione europea e consistente in un’autodichiarazione aggiornata come prova documentale preliminare, in sostituzione dei certificati rilasciati da autorità pubbliche o terzi, in cui si conferma che l’operatore economico non si trova in una delle situazioni di cui all’art. 80, soddisfa i criteri di selezione definiti a norma dell’art. 83;

VISTO il Regolamento di esecuzione (UE) 2016/7 della Commissione del 5 gennaio 2016, che stabilisce il modello di formulario per il documento di gara unico europeo (DGUE);

CONSIDERATO che la spesa sarà finanziata a carico del Bilancio regionale di previsione pluriennale 2021/2023, approvato con Legge Regionale 29 dicembre 2020, n. 41, mediante l’utilizzo di fondi stanziati nell’ambito dell’Asse 1 Occupabilità del Programma Operativo Regionale (POR) 2014-2020 e che gli impegni saranno assunti, con propri atti, dal Direttore della Direzione Lavoro con imputazione come di seguito indicato

Euro 200.000,00 a valere sull’esercizio finanziario 2022;
Euro 254.878,93 a valere sull’esercizio finanziario 2023;

RITENUTO necessario dare attuazione alla Deliberazione della Giunta Regionale n. 1610 del 19/11/2021 e verificata la regolarità tecnico – amministrativa della documentazione allegata al presente provvedimento e di seguito elencata:

- Bando di gara da pubblicare in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, di cui all’allegato “A”;

- Bando di gara da pubblicare in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, di cui all’allegato “B”;

- Avviso di gara da pubblicare nei quotidiani, di cui all’allegato “C”;

- Disciplinare di gara, di cui all’allegato “D”;

- Domanda di partecipazione, di cui all’allegato “D1”;

- Documento di gara unico europeo (DGUE) di cui all’allegato D2”;

- Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà integrativa del DGUE, di cui all’allegato “D3”;

- Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà dell’impresa ausiliaria, di cui all’allegato “D4”;

- Schema per la presentazione dell’Offerta Economica, di cui all’allegato “D5”;

- Progetto del servizio in data 10/11/2021, a firma della dott.ssa Simonetta Mantovani, contenente la documentazione prevista dall’art. 23, comma 15 del D. Lgs. n. 50/2016, le indicazioni dei costi della manodopera prevista dal comma 16 del medesimo articolo e lo Schema di Contratto d’appalto, di cui all’allegato “E”;

rinviando a successivo atto la nomina della Commissione giudicatrice, nei termini e secondo quanto previsto dagli articoli 77, comma 7 e/o 216, comma 12 del D. Lgs. n. 50/2016;

RITENUTO di determinare in almeno 30 giorni il termine (decorrente dalla data di trasmissione del bando di gara alla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea) entro cui dovranno essere presentate le offerte (articoli 60, comma 1 e 79, comma 1 del D. Lgs. n. 50/2016), e, rispettivamente, in giorni 12 e 6 (antecedenti la data termine di presentazione delle offerte) il termine entro cui possono essere formulate le richieste di chiarimenti da parte degli operatori economici e quello entro cui devono essere forniti dall’Amministrazione i relativi chiarimenti;

DATO ATTO che, in coerenza con quanto previsto dagli articoli 72, 73 del D. Lgs n. 50/2016 e dall’art. 2, comma 6 del D.M. 2 dicembre 2016, il bando di gara deve essere pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto e nei siti internet della Regione, del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, nonché, per estratto su due quotidiani a diffusione nazionale e due a diffusione locale, quale pubblicità integrativa e correlata alla rilevanza dell’appalto e al suo cofinanziamento con fondi comunitari, fermo restando l’obbligo di rimborso delle relative spese da parte dell’aggiudicatario, ex art. 5, comma 2 del D.M. 2 dicembre 2016;

RITENUTO, in conformità a quanto previsto dall’art. 40, comma 2 del D. Lgs. n. 50/2016 ed in considerazione della convenzione stipulata con la Regione Lombardia con DGR n. 1482 del 16 ottobre 2018, che la procedura di gara si svolgerà attraverso l’utilizzo della piattaforma di E-procurement SINTEL - NECA di proprietà della Regione Lombardia e gestita da Aria S.p.a. e quindi del sistema telematico denominato “Sintel”, il cui accesso è consentito dal sito ariaspa.it, mediante il quale verranno gestite le fasi di pubblicazione della procedura, di presentazione, analisi, valutazione ed aggiudicazione dell’offerta, oltre che le comunicazioni e gli scambi di informazioni;

VISTO il progetto in data 10/11/2021, a firma della dott.ssa Simonetta Mantovani, relativo al servizio in oggetto;

VISTO il Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50 e s.m.i.;

VISTO il Decreto Legge 18 aprile 2019, n. 32, convertito con modificazioni nella Legge 14 giugno 2019, n. 55;

VISTA la Legge 7 agosto 1990, n. 241;

VISTA la Legge Regionale 29 novembre 2001, n. 39;

VISTO l’art. 2, comma 2 della Legge Regionale 31 dicembre 2012, n. 54;

VISTA la Legge Regionale 29 dicembre 2020, n. 41;

VISTA la DGR n. 1482 del 16 ottobre 2018;

VISTA la DGR n. 1610 del 19 novembre 2021;

decreta

  1. di dare atto che le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto;
     
  2. di dare esecuzione alla deliberazione della Giunta Regionale n. 1610 del 19 novembre 2021, approvando i seguenti atti relativi alla gara a procedura aperta ai sensi dell’art. 60 del D. Lgs 50/2016 per l’affidamento del servizio di assistenza tecnica specialistica per la realizzazione del Sistema di individuazione, valutazione e certificazione delle competenze e per la manutenzione del repertorio regionale degli standard professionali (RRSP), per la realizzazione dell’Obiettivo 6 (Migliorare l’efficacia e la qualità dei servizi al lavoro e contrastare il lavoro sommerso) del Programma Operativo Regionale - Fondo Sociale Europeo 2014/2020, Regione Veneto, Asse I:

- Bando di gara da pubblicare in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, di cui all’allegato “A”;

- Bando di gara da pubblicare in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, di cui all’allegato “B”;

- Avviso di gara da pubblicare nei quotidiani, di cui all’allegato “C”;

- Disciplinare di gara, di cui all’allegato “D”;

- Domanda di partecipazione, di cui all’allegato “D1”;

- Documento di gara unico europeo (DGUE) di cui all’allegato D2”;

- Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà integrativa del DGUE, di cui all’allegato “D3”;

- Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà dell’impresa ausiliaria, di cui all’allegato “D4”;

- Schema per la presentazione dell’Offerta Economica, di cui all’allegato “D5”;

- Progetto del servizio in data 10/11/2021, a firma della dott.ssa Simonetta Mantovani, contenente la documentazione prevista dall’art. 23, comma 15 del D. Lgs. n. 50/2016, le indicazioni dei costi della manodopera prevista dal comma 16 del medesimo articolo e lo Schema di Contratto d’appalto, di cui all’allegato “E”;

  1. di individuare quale Direttore dell’Esecuzione la Dott.ssa Roberta Rebesani;
     
  2. di determinare in almeno 30 giorni il termine, decorrente dalla data di trasmissione del bando di gara alla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, entro cui dovranno essere presentate le offerte (articoli 60, comma 1 e 79, comma 1 del D. Lgs. n. 50/2016);
     
  3. di dare atto che la Commissione giudicatrice sarà nominata con successivo provvedimento, dopo la scadenza del termine per la presentazione delle offerte (articoli 77, comma 7 e 216, comma 12 del D. Lgs n. 50/2016);
     
  4. di individuare quale soggetto abilitato alla verifica dei requisiti per l’affidamento dei contratti di lavori, servizi e forniture attraverso l’utilizzo del sistema AVCPASS il Responsabile Unico del Procedimento;
     
  5. di dare atto che, ai sensi dell’art. 26, comma 3-bis del D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, non è necessario redigere il Documento Unico di Valutazione dei Rischi (DUVRI) e determinare i costi della sicurezza per i rischi da interferenze;
     
  6. di dare atto che il servizio in questione non risulta fra quelli oggetto di convenzioni Consip attualmente attive, fermo restando il diritto dell’amministrazione di recedere in qualsiasi tempo dal contratto nei termini precisati in premessa;
     
  7. di dare atto che la procedura di gara si svolgerà attraverso l’utilizzo della piattaforma di E-procurement SINTEL - NECA di proprietà della Regione Lombardia e gestita da Aria S.p.a e quindi del sistema telematico denominato “Sintel”, il cui accesso è consentito dal sito ariaspa.it, mediante il quale verranno gestite le fasi di pubblicazione della procedura, di presentazione, analisi, valutazione ed aggiudicazione dell’offerta, oltre che le comunicazioni e gli scambi di informazioni;
     
  8. di dare atto che la spesa relativa alla presente gara non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della Legge Regionale 7 gennaio 2011, n. 1;
     
  9. di pubblicare il bando di gara nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto e nei siti internet della Regione, del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e dell’Osservatorio regionale degli appalti, nonché, per estratto su due quotidiani a diffusione nazionale e due a diffusione locale;
  10. di pubblicare tutta la documentazione di gara nel sito internet della Regione del Veneto www.regione.veneto.it/bandi;
     
  11. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’art. 23 del D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33;
     
  12. di pubblicare integralmente il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Alessandro Agostinetti

Allegati "A" e "C" (omissis)

(L'allegato bando è pubblicato in parte terza del presente bollettino, ndr)

Torna indietro