Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 80 del 25 ottobre 2011


Materia: Ambiente e beni ambientali

Decreto DEL DIRIGENTE DELLA DIREZIONE TUTELA AMBIENTE n. 100 del 27 ottobre 2010

Acque del Chiampo S.p.A. - Progetto di allaccio scarico cartiera Burgo Group di Chiampo al sistema di depurazione di Arzignano - Comuni di localizzazione: Chiampo, Arzignano (Vi). Procedura di screening ai sensi dell'art. 20 del D.Lgs. 152/06 come modificato ed integrato dal D.Lgs. n. 4/2008. Esclusione dalla Procedura di V.I.A. con prescrizioni.

Il Dirigente


Visto l’art. 20 del D.Lgs. 152/06 come modificato ed integrato dal D.Lgs. n. 4/2008 “Ulteriori disposizioni correttive ed integrative del decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152, recante norme in materia ambientale”;

Vista la Dgr n. 308 del 10/02/2009 “Primi indirizzi applicativi in materia di valutazione di impatto ambientale di coordinamento del D.Lgs. 3 aprile 2006, n.152 con la Legge Regionale 26 marzo 1999, n. 10” e la Dgr n. 327 del 17/02/2009 “Ulteriore indirizzi applicativi in materia di valutazione di impatto ambientale di coordinamento del D.Lgs. 3 aprile 2006, n.152 con la Legge Regionale 26 marzo 1999, n. 10”;

Vista l’istanza di verifica, ai sensi del succitato art. 20 del D.Lgs. 152/06 come modificato ed integrato dal D.Lgs. 4/2008, presentata dalla ditta Acque del Chiampo S.p.A. in data 12/07/2010, acquisita con prot. n° 381671/45.07/E.410.01.1 del 13/07/2010, relativa all’intervento in oggetto specificato;

Preso atto che il proponente ha provveduto, ai sensi dell’art. 20, comma 2 del D.Lgs. n. 4/2008, al deposito di copia integrale degli atti presso il comune di localizzazione dell’intervento e alla pubblicazione di un sintetico avviso dell’avvenuta trasmissione nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto nonchè all’albo pretorio dei comuni interessati, a seguito del quale l’Unità Complessa V.I.A. ha comunicato, con nota prot. n. 484849/45.07/E.410.01.1 del 15/09/2010, l’avvio del procedimento a decorrere dal 30/07/2010;

Considerato che dalla documentazione presentata, risulta che il progetto riguarda l’allaccio dello scarico della cartiera Burgo Group di Chiampo al sistema di depurazione di Arzignano, prevedendo, nello specifico, la posa della condotta nell’area della cartiera in Comune di Chiampo, l’attraversamento del fiume Chiampo, ed il collegamento, immediatamente a valle dell’attraversamento del corso d’acqua, al sistema di fognatura mista afferente al depuratore di Arzignano;

Sentita la Commissione Regionale VIA, la quale, nella seduta del 21 Settembre 2010, dopo aver considerato le caratteristiche, la tipologia e l’entità dell’intervento, e considerato che lo stesso comporta un aumento di carico in arrivo all’impianto di depurazione trascurabile rispetto alle sue attuali potenzialità, e non comporta, inoltre, significativi impatti sulle componenti ambientali, all’unanimità dei presenti, ha ritenuto di dover escludere il progetto dalla procedura di V.I.A. di cui al Titolo III della Parte II del D.Lgs. 152/06 come modif. e integr. dal D.Lgs. n. 4/2008, con la seguente prescrizione:

¿ Deve essere attentamente valutato il bilancio ambientale complessivo dell’operazione presentata, soprattutto in ragione dei probabili incrementi dei fenomeni di sfioro, dovuti all’aumento delle portate influenti all’impianto, presentando adeguata relazione in sede di istruttoria AIA.

Preso atto altresì che il verbale della seduta della Commissione Regionale V.I.A. del 21 Settembre 2010, approvato al termine della seduta, risulta ad oggi in fase di perfezionamento ai fini della stesura definitiva;

Decreta


1) L’esclusione del progetto, così come descritto nella documentazione allegata alla predetta istanza di verifica, dalla procedura di V.I.A. di cui al Titolo III della Parte II del D.Lgs. 152/06 come modif. e integr. dal D.Lgs. n. 4/2008, con la seguente prescrizione:

¿ Deve essere attentamente valutato il bilancio ambientale complessivo dell’operazione presentata, soprattutto in ragione dei probabili incrementi dei fenomeni di sfioro, dovuti all’aumento delle portate influenti all’impianto, presentando adeguata relazione in sede di istruttoria AIA.

2) Di pubblicare l’oggetto e il dispositivo del presente decreto nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto con le modalità previste dall’art. 1, comma 1 lett. d) della legge regionale n. 14/1989;

3) Avverso il presente provvedimento, è ammesso l'esperimento di ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) oppure, in via alternativa, al Presidente della Repubblica, nel termine rispettivamente di 60 o 120 giorni dalla notificazione dello stesso, così come disposto dall'art.1, 1° comma, della L. 205/2000 "Disposizioni in materia di giustizia amministrativa" modificativa dell'art. 21 della L. 1034/71 nonché dall'art. 9, 1° comma, del D.P.R. 1199/1971"Semplificazione dei procedimenti in materia di ricorsi amministrativi;

4) Di notificare il presente provvedimento alla ditta Acque del Chiampo S.p.A, con sede in Via Ferraretta 20- 36071 Arzignano (Vi), e di trasmetterlo a Comuni di Chiampo e Arzignano (Vi), alla Provincia di Vicenza, all’Unità Periferica del Genio Civile della Provincia di Vicenza.

Il Dirigente Vicario
Luigi Masia

Torna indietro